Regionali, Caldoro su Sanità e tasse: «De Luca mente, pronto a confronto pubblico»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
17
Stampa
Confindustria_Salerno_18_Caldoro”Vincenzo De Luca moltiplica le sue bugie ora dopo ora. Getta discreto sulla Campania e cresce l’imbarazzo. Il suo cupo folklore non deve stravolgere i fatti. De Luca sta dando il peggio di sé disinformando su Sanità, tasse e molto altro. Ne parlerò anche nelle prossime ore”. E’ quanto afferma su facebook il presidente della Giunta regionale della Campania Stefano Caldoro replicando alle affermazioni di Vincenzo De Luca e dicendosi pronto ad un confronto pubblico.

”La Sanità in Campania non è ancora come dovrebbe e come tutti noi vorremmo. Dire che in cinque anni non sia stata invertita la tendenza al disastro è mentire sapendo di mentire. Infermieri e medici senza stipendio, farmaci pagati dopo 17 mesi, fornitori dopo tre anni, un deficit annuo di 800 milioni di euro. È questa l’eredità che ci avevano lasciato De Luca ed i suoi amici. Le prestazioni sanitarie (LEA) sono migliorate, lo certifica il Ministero della Salute: De Luca mente. E mente anche sulle tasse, sui conti della Regione che sono in ordine”, aggiunge Caldoro.

Dal governatore di Palazzo Santa Lucia l’attacco è durissimo: ”E mente sui conti del Comune di Salerno che, invece, non sono in ordine. Lo stesso premier Renzi riconosce che la Campania non ha aumentato le tasse, è tra le poche Regioni ad averlo fatto. Abbiamo ridotto il ticket. Abbiamo, pur con meno trasferimenti dallo Stato, i conti in ordine. De Luca stravolge la realtà senza avere né titoli, né competenza. A Salerno ha portato il bilancio del Comune sull’orlo del dissesto e ha aumentato le tasse. Difendiamo il nostro futuro, non rischiamo di ricadere nel baratro”.

Per Caldoro, infine, ”De Luca vende fumo e gli elettori della Campania lo sanno. Basta con le menzogne, la superficialità e l’incompetenza che fanno perdere credibilità alla nostra terra. Sono pronto, come sempre, ad un confronto pubblico su Sanità, tasse, e ogni altra bugia di De Luca”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

17 COMMENTI

  1. Siete uguali tutti e due.
    Spero che la gente lo ha capito e voti l’unica vera alternativa e cioè il M5S.

  2. Il rapporto Censis 2015 boccia il sistema sanitario nel Mezzogiorno d’Italia e in particolare in Campania. Secondo il rapporto sono troppe differenze con le altre regionali, soprattutto, in maniera specifica, si registra una bassissima soglia di fiducia da parte dei cittadini campani nei confronti del sistema nel suo complesso. Complessivamente arriva a 9,5% la quota di persone costrette a rinunciare ad una prestazione, percentuale che scende al 6,2% nel Nord-ovest e sale al 13,2% nel Mezzogiorno.
    VUOI IL CONFRONTO E TI VUOI PRESENTARE CON LE SLIDES FASULLE .PERCHE NON PRENDI I VARI RAPPORTI CENSIS E OCSE ,
    A MAGGIORDOMO MAGGIORDOMO QUANTE TE NE INVENTI

  3. Da ottobre a quasi gennaio ci paghiamo tutte le analisi e le prestazioni mediche di cui abbiamo bisogno perché la sanità, quindi la regione Campania (il tuo regno) non ha i soldi per pagare. Paghiamo il ticket sulla ricetta medica più alto d’Italia. Quando prenotiamo una visita medica all’ASL o all’ospedale aspettiamo anche 1 anno, dico 1 ANNO prima di poter scoprire se siamo malati di qualcosa.
    Con che coraggio vuoi anche il confronto?!. D’altra parte fai parte di Forza Italia che è capace di creare da NULLA, anche il falso (capisc a me)

  4. Fatela finita con l’unica vera alternativa i 5 stelline perché sono ragazzini e in politica ci vogliono i maturi, con esperienza e con le palle. Quando cresceranno e faranno pratica ne riparleremo sicuramente. La loro inesperienza aggraverebbe la nostra situazione e i nostri problemi, RAGIONATE

  5. Siamo l’ultima regione d’Italia per la sanità e in questi ultimi 5 anni ha “REGNATO” lui, il chirichetto Caldoro. Ah, a proposito, il 23 arriva a Salerno il suo CAPO, per ingraziarsi i fessi salernitani e farlo votare.
    Berlusconi andrebbe fischiato e condannato per la rovina in cui ha versato l’Italia non De Luca che ha lavorato insieme ai salernitani.

  6. Il rapporto Censis 2015 boccia il sistema produttivo del Meridione D’Italia,ma in Campania si intravedono investimenti produttivi e assunzioni maggiori specie nel settore privato.E’ vero che ci sono troppe resistenze di natura statale e assistenziale che frenano spinte produttive ancora più veloci,ma è anche vero che è proprio la Campania ad attirare i maggiori investimenti al sud.
    A Cameriere servile allo statalismo,Attilio quante te ne inventi per sperare in qualche posticino statale che De Luca non può darti?

  7. Caldoro vuol dire quante case di cure primarie, dicasi UCCP, ha aperto in Campania? UNA ed è solo inaugurata e non funzionante… l’ospedale del mare ha detto che sta andando bene e ha fatto in una settimana 200 prestazioni …nell’ASL NAPOLI 1 solo NEL CENTRO CITTADINO se ne fanno 200 AL GIORNO.!!!!! Devo continuare?

  8. Sig. Caldoro le volevo ricordare che il popolo Salemitano, il Beneventano. il Casertano, l’Avellinese e il napoletano non è fesso.
    Oramai non ha più da temere, vuole l alternativa.
    De Luca è l Alternativa a questo ce__o di regione che purtroppo è diventata, tranne Salerno che in questi anni è cresciuta con tutti gli intoppi burocratici da destra e sinistra.

  9. X Attilio 20 maggio 2015 at 21:07
    Mi dispiace deluderti non posso piu’ sperare in un posticino in quanto ho gia’ dato per 40 anni ed adesso mi godo la pensione portando a spasso il nipotino nei giardini e parchi creati dalle amministrazioni De Luca. Tu piuttosto stai su di un forum a rispondere ai commenti di comuni cittadini leccando il culo al destronzo di turno. La notizia che avevo dato sopra non e’ inventata . Questo e’ il link
    http://www.tvoggisalerno.it/rapporto-censis-male-la-sanita-in-campania/ Bye bye

  10. Avevo perfettamente capito che eri in pensione,il posticino che dicevo era riferito al servilismo che offrite a De Luca per una piccola elemosina che De Luca ti da, in cambio ti fa pagare le tasse comunali più alte D’Italia.Il rapporto Censis va trasmesso in tutte le sue sfaccettature e senza stronzegiare con il tuo disfattismo tipico di quella cultura perdente che per anni ha illuso i meridionali.L’idea di vedermi ancora De Mita politico pensionato che crede di fottere ancora la Campania ci incita a votare Caldoro oppure la Lega-Nord.

  11. «Crediti inesistenti e debiti indicati per un importo maggiore rispetto al reale, hanno prodotto doppi pagamenti a fornitori non esattamente individuati, con rischio latente di riproduzione del fenomeno in oggetto, data la mancata pronta conoscenza, da parte dell’azienda, del preciso ammontare a ciascuno di essi dovuto». È uno dei passaggi della seconda e impietosa relazione della Corte dei conti della Campania (delibera n. 10/2015) su una delle cause storiche dei bilanci in rosso dell’Asl Napoli 1 Centro, la più grande azienda sanitaria d’Europa nata nel 1995 dopo vari accorpamenti e per anni la più lenta d’Italia nei tempi medi di pagamento ai fornitori (Assobiomedica).

  12. Da via Carmine pronti 13 voti della mia famiglia per Stefano Caldoro
    Contro de luca sempre

  13. Se l’italia è in questo stato è solo colpa vostra…Voi avete votato questa classe dirigente per anni, voi avete rovinato l’Italia e con quelle affermazioni continuate a rovinarla.
    Si ricordi, caro il mio nonnino, che il futuro di merda che avrà suo nipote è solo causa sua e di chi la pensa come lei, la sua pensione la stiamo pagando noi con il nostro sudore perché la classe dirigente, da lei votata, ha rovinato il sistema pensionistico Italiano.
    Mi va a votare un De Luca che si allea con uno che si chiama De Mita, che liste all’interno del quale c’è la gente di merda che portava Caldoro nel 2010 (ex. Cosentiniani)…quindi continuate a ricadere negli stessi errori…Bravi siete la rovina dell’ Italia….

  14. Egregio “Signor” Caldoro,
    sono i conti che parlano, sono i risultati deludentissimi raggiunti che parlano, per cui puoi dire tutto quello che vuoi, una volta eravamo ipnotizzati ma ora no. DEVI ANDARE VIA, TI DEVI RITIRARE SENZA PARLARE Più PER I CASINI CHE HAI FATTO.
    Siamo onesti, hai amministrato MALISSIMO anzi, non hai amministrato per niente. Puoi far venire pure il tuo padroncino ci hai rotto le scatole. Non c’è bisogno di attaccare De Luca perché una volta il popolo non si informava oggi è ben diverso. Ci sono tutte le prove pubbliche del disastro che hai combinato.

  15. Ma la Ciarambino se viene eletta governatore della Campania si dimette dal lavoro in Equitalia o prenderà anche lei due “stipendi” e rimarrà come tutti con due piedi in una scarpa? Avrà anche lei il “doppio incarico”?
    Si, perché questa gente parla tanto ma non si dice che la Ciarambino lavora comodamente in Equitalia. Mi viene da pensare, se davvero sono così attenti al futuro dell’Italia, questo “mestiere” avrebbero dovuto farlo completamente GRATIS, se non lo fanno vuol dire che sono esattamente come tutti gli altri.

  16. De Luca non ha MAI, MAI e poi MAI dato del cafone al popolo napoletano o nocerino o ad altre province. Ha sempre detto PUBBLICAMENTE che è CAFONEEEE solo chi non rispetta le persone, le cose degli altri, insomma, la dignità e le regole.
    NON CREDETE A CALDORO che vuole infinocchiare soprattutto i napoletani. Tutte le dichiarazioni di De Luca sono PUBBLICHE, del tutto PUBBLICHE per cui si possono tranquillamente ripescare e RIASCOLTARE… anzi, ha sempre elogiato anche la storia del popolo napoletano anche scherziamo?!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.