Caldoro: nega i diritti di mandato di Consigliere ad Anna Petrone

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Anna_Petrone_ultimaLa protesta che ha avuto luogo ieri mattina a Napoli da parte dei centri di riabilitazione era del tutto giustificata e poneva l’accento sulla drammatica situazione della sanità campana, che il governatore Caldoro, celandosi dietro il paravento della spending review, ha scelleratamente tagliato in modo lineare ottenendo l’unico risultato di peggiorare i servizi al cittadino.

I tetti di spesa, sempre più bassi, non sono andati di pari passo con una razionalizzazione del sistema socio-sanitario, così dopo 5 anni, ci ritroviamo con liste di attesa che arrivano anche a 10 mesi per semplici esami. A farne le spese, come sempre, i soggetti più deboli, le famiglie indigenti, i bambini e gli anziani che sono stati letteralmente defraudati del diritto sacrosanto ad avere cure dignitose e certe.

Il sistema della prevenzione pubblica non è stato finanziato adeguatamente e le prestazioni riabilitative non sono più accessibili a tutti gratuitamente,  facendo così un favore alle strutture sanitarie private, per chi può permetterselo. Ci sembra chiaro che Caldoro ha in mente una sanità diversa da quella che vogliamo tutti noi. La regione già attuando un piano che porterà il sistema sanitario ad essere un sistema di cure di elite per pochi fortunati.

Ieri mattina, infine, si è toccato il punto più basso da parte di questo presidente regionale quando, al momento di intavolare un confronto tra rappresentati della protesta e Caldoro, Anna Petrone è stata allontanata in maniera pretestuosa, proibendole, di fatto, di svolgere il mandato che le compete di Consigliere regionale ancora in carica e di componente della Commissione Sanità e Sicurezza Sociale.

Nel suo ruolo avrebbe avuto certamente voce in capitolo per rafforzare le ragioni della protesta e per svolgere un ruolo di mediazione, se necessario, per ottenere un ripensamento delle politiche socio-sanitarie.  Tuttavia il presidente Caldoro ha dimenticato che egli stesso è candidato alle prossime elezioni del 31 maggio, pertanto se un consigliere, candidato in una lista avversaria, non è ricevibile, egli stesso è da ritenere non più ricevibile dai cittadini campani.

GUARDA IL VIDEO

 

MESSAGGIO ELETTORALE A PAGAMENTO

 

 

Link al sito: www.annapetrone.it

Facebook: Profilo ufficiale di Anna Petrone

Come votare Anna Petrone

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. e poi parla di De Luca maschilista e sessista…..sei solo un povero \”affannato mentale\” circondato da una combriccola di vaiasse…..il 31 maggio te ne vai.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.