‘Impresentabili’, Lembo: “A Bindi abbiamo risposto subito”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Procuratore_Roberti__Lembo_8“La Procura ha fornito tempestivamente alla commissione parlamentare Antimafia tutte le informazioni”. Il procuratore di Salerno Corrado Lembo parla così della lista degli ‘impresentabili’ resa nota dalla commissione Antimafia alla vigilia delle elezioni Regionali. Noi – dice in un’intervista a Repubblica – abbiamo fornito le notizie in tempo reale. Il giorno dopo la richiesta, la commissione Antimafia aveva già le informazioni sul tavolo. Anzi, ricordo che in un primo tempo ci avevano domandato chiarimenti solo su un candidato. Poi, due giorni più tardi, è arrivata un’integrazione con la quale venivano chieste informazioni su altri dieci”. Lembo afferma poi che dalla legge Severino emerge “una falla”.

“La legge non impedisce a una persona che si trovi nelle condizioni di De Luca di candidarsi alle elezioni. Però stabilisce che, una volta eletto, non possa assumere quell’incarico”. Il procuratore di Salerno concorda con il presidente dell’autorità anticorruzione Raffaele Cantone, secondo il quale la sospensione deve essere applicata semmai dopo l’insediamento della Giunta. “Per sospendere qualcuno da un incarico, deve sussistere quell’incarico. La legge Severino – dice – non lascia margini di discrezionalità sull’applicazione della sanzione. Non dice nulla sui tempi, pertanto deve essere rapida. Ma in questo caso, a mio avviso, non può certo essere fulminea. E’ vero però che esiste un precedente: in Calabria, con il governatore Scopelliti, la sospensione fu accertata non solo in maniera fulminea ma anche retroattiva dalla data della sentenza”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Dall’articolo non si evince la chiarezza sui tempi! Ovvero quando è stata fatta la richiesta alla PdR di Salerno da parte della Commissione Antimafia e quando è stata data la risposta della procura……poi nessuno dice che le leggi per la nostra attuale Costituzione non possono essere retroattive, in quanto all’epoca dei fatti ovvero l’abuso d’ufficio per cui De Luca ha riportato la prima condanna penale la legge Severino non era in vigore ed una eventuale sospensione avrebbe forma di sanzione penale che non può essere inflitta dopo il primo grado di giudizio in quanto lede il principio costituzionale di non colpevolezza fino alla condanna definitiva!

  2. se cio rispondesse al vero vorrebbe dire che de luca era l’ariete per contrastare renzi.

  3. allora come la mettiamo con Berlusconi…anche x lui, all’epoca dei fatti la severino non esisteva…ma cert ca sit assurd…LA LEGGE È UGUALE X TUTTI…ANCHE PER DE LUCA…

  4. Devono essere interrogati tutti i membri della commissione e spiegare cosa è accaduto dalla stiipula dell’elenco fatto in riunione e quello poi presentato che risulta deforme a quello stilato,solo così potremo sapere la verità e non credo che qualcuno abbia mentito,,sicuramente De Luca farà la giunta, poi si vedrà,a momento i fatti piu gravi sono quelli di MAFIA CAPITALE,il caso De Lucaè oro al confronto.

  5. Per chi vuol farmi andare a dormire e per la storia, l’applicazione della legge Severino nel caso di Berlusconi fù attuata in quanto c’era già una condanna definitiva per evasione fiscale fino al terzo grado di giudizio, quindi c’è una bella differenza con il caso di De Luca…………..

  6. La legge Severino parla di condanna anche in primo grado di giudizio, quindi non rompete le palle…La legge è uguale x tutti.
    Nella legge c’è scritto anche in primo grado di giudizio??? e così sia….quando poi la corte costituzionale si esprimerà allora si vedrà per il momento così sia!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.