I fatti del giorno: sabato 6 giugno 2015

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Rassegna_fattiMAFIA ROMA, INDAGATO SOTTOSEGRETARIO NCD CASTIGLIONE
ACCUSATO PER APPALTO CENTRO ACCOGLIENZA IMMIGRATI MINEO

L’inchiesta Mafia Capitale lambisce il governo. Il
sottosegretario all’Agricoltura Giuseppe Castiglione (Ncd) è
indagato a Catania nel filone sul Centro accoglienza richiedenti
asilo (Cara) di Mineo. Castiglione è accusato di turbativa
d’asta: secondo gli inquirenti, tra il 2011 e il 2014, da
presidente della Provincia di Catania, avrebbe favorito il
Consorzio Calatino, che comprendeva la coop La Cascina,
coinvolta nell’inchiesta romana. Renzi però difende il suo
sottosegretario ed esclude le sue dimissioni.
—.

GRECIA: TSIPRAS RESPINGE PROPOSTA UE, BORSE AFFONDANO
PREMIER, PROPOSTA JUNCKER IRREALISTICA E ASSURDA

Una proposta “irrealistica”, anzi “assurda”, una “brutta
sorpresa”. Il premier greco Alexis Tsipras ha definitivamente
affossato ieri, parlando in parlamento, il tentativo di
compromesso messo sul tavolo mercoledì notte dal presidente
della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, rimangiandosi ancora
una volta “l’accordo in vista” annunciato. Atene ha rinviato a
fine mese il pagamento della rata al Fondo monetario, previsto
per ieri. L’incertezza ha affondato le Borse, per prima quella
di Atene, che ha chiuso a quasi -5%.
—.

INTESA PER IL MILAN, A BEE QUOTA DI MINORANZA DEL 48%
BERLUSCONI RESTA PRESIDENTE. 8 SETTIMANE PER ACCORDO FINALE

Silvio Berlusconi ha trovato ieri l’intesa per la cessione del
48% del Milan al broker thailandese Bee Taechaubol, per quasi
mezzo miliardo di euro. L’intesa firmata ieri prevede ora 8
settimane di trattativa per arrivare all’accordo finale.
Berlusconi mantiene la maggioranza e la carica di presidente.
Taechaubol diventa azionista di minoranza e promette di lanciare
la squadra sui ricchi mercati asiatici.
—.

MORTO IN CARCERE TAREQ AZIZ, FU NUMERO 2 DI SADDAM HUSSEIN
MINISTRO CRISTIANO CONDANNATO A MORTE, MA PENA NON ESEGUITA

E’ morto ieri in Iraq per una crisi cardiaca Tareq Aziz, ex
ministro degli Esteri e vicepremier di Saddam Hussein. Aveva 79
anni e da 12 era in carcere, dall’invasione americana. Era stato
condannato a morte per crimini contro l’umanità, ma la condanna
non era stata eseguita, grazie alle pressioni dell’Unione
europea e del Vaticano. Cristiano caldeo, Aziz veniva
considerato il volto presentabile del regime, ma in realtà era
un fedelissimo di Saddam e complice dei suoi crimini.
—.

THE KOLORS VINCONO FINALE DI AMICI, BATTUTO RAPPER BRIGA
BAND VINCE ANCHE IL PREMIO DELLA CRITICA

The Kolors hanno vinto ieri sera la 14/a edizione di Amici.
Nella finale del talent show di Canale 5, il cantante Stash, che
ha rappresentato il gruppo all’interno della scuola, ha battuto
il rapper Briga. La band si aggiudica anche il premio della
critica, del valore di 50.000 euro. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.