L. Severino, duello in Tv tra De Luca e Annunziata: “Io sospeso? Se lo deciderà Renzi”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
30
Stampa
de-luca-annunziata“Renzi e De Luca pensano di rispettare rigorosamente ogni legge, compresa la Severino”. Così a “In 1/2 H” Vincenzo De Luca, che aggiunge: “A Renzi non chiedo nulla, a palazzo Chigi abbiamo parlato di problemi seri, sviluppo e investimenti, non di pettegolezzi”.

“Le leggi vanno rispettate tutte. La Severino finché c’è va rispettata rigorosamente e religiosamente. Ma se non siamo un Paese di rimbambiti, se una legge non funziona sarà legittimo lavorare per correggerla. L’unica cosa ragionevole l’ha detta Raffaele Cantone, ricordando al Parlamento che c’è bisogno di un tagliando per la Severino. Io dico esattamente la stessa cosa.

Per la legge sono candidabile ed eleggibile, lo ha ribadito il Tar respingendo un ricorso dei Cinque stelle. Quindi sono pienamente nel rispetto della legge. Poi scatta la Severino, che avvia la procedura per la sospensione, non per la decadenza. Chi ha fatto ricorso è stato reinsediato, dai Tar ma anche dal tribunale civile a Bari”, ricorda De Luca che ha avuto un vivace duello con la conduttrice del programma Lucia Annunziata.

“Abbiamo verificato la contraddittorietà del quadro legislativo italiano. Per la Severino puoi candidarti, essere eletto, poi scatta la sospensione e vieni reimmesso. E’ sotto accusa il Parlamento che in tre anni non ha trovato il tempo di produrre una legge coerente”.

Per Vincenzo De Luca scatterà la sospensione “se lo deciderà il presidente del consiglio”. E’ lo stesso neo presidente della Regione Campania a sottolineare questo punto, in uno scambio animato di battute con Lucia Annunziata. De Luca ripete di non avere “nessuna preoccupazione” sull’iter di insediamento degli organi regionali. “Immediatamente dopo la proclamazione degli eletti sarà convocato il Consiglio regionale, proporrò la nuova Giunta con il vicepresidente e la Campania andrà avanti con grande tranquillità”. Ci sono però pareri contrari, come quello dell’avvocato Gianluigi Pellegrino, che ha vinto il ricorso in Cassazione sulla competenza del giudice ordinario.

“Pellegrino dice idiozie. Ci sono altri giuristi secondo i quali ad un nuovo eletto come me la Severino non si dovrebbe applicare”. Ma lo spostamento della competenza dal Tar al giudice ordinario non complica i tempi per l’eventuale accoglimento di un ricorso? “L’ordinamento prevede l’articolo 700 per le questioni urgenti”.

L’ex sindaco di Salerno torna a parlare di “aggressione cinica, infame, senza precedenti” nei suoi confronti durante la campagna elettorale. A Lucia Annunziata, che usa il termine “illegalità” per definire il suo atteggiamento verso la Severino, De Luca replica piccato: “E’ una falsità. Mi sono mosso nel pieno e totale rispetto delle leggi, anche di una legge sbagliata come la Severino, il cui spirito doveva essere buttare fuori ladri e tangentisti, non impedire alle persone perbene di lavorare”.

Sulla composizione della giunta regionale in Campania “non ci sarà nessuna distribuzione dei pani e dei pesci. Deciderò in piena autonomia senza contrattare niente con nessuno. Quanto alla nomina del vicepresidente De Luca non ha voluto farne il nome: “E’ come se rivelassi il finale di un libro giallo. Una donna? Aspettiamo prima la proclamazione degli eletti. Ma posso confermare che farà sognare”. De Luca ha anche detto di non aver toccato l’argomento Giunta nel colloquio avuto l’altro giorno con il premier Renzi: “Mica vado a Palazzo Chigi a parlare di queste cose? Abbiamo parlato di sviluppo – ha precisato – di come agganciare i fondi europei alla ripresa. Non di altro”.

De Luca non risparmia bordate al presidente dell’Antimafia Rosy Bindi ed all’autore di Gomorra Roberto Saviano . “L’iniziativa della Bindi – ha detto De Luca – è stata sul piano umano infame e diffamatoria; sul piano costituzionale eversiva perche’ è intervenuta sul diritto dell’elettorato attivo e passivo. Tutto questo all’ultimo minuto di campagna elettorale..”. “Peraltro – ha aggiunto – nella lista della Bindi non c’erano impresentabili candidati con le mie liste. L’unico ero io”.

Sull’opportunità di procedere a querela nei confronti di Rosy Bindi De Luca ha detto: “Tutti quelli che diffamano sono denunciabili. Potrà rinunciare all’ immunità parlamentare e ci vedremo in tribunale”. De Luca è tornato anche sulle affermazioni fatte da Roberto Saviano che aveva denunciato la presenza di ‘liste di Gomorra’ tra quelle a suo sostegno.

“Saviano ha fatto un’affermazione grave e totalmente sbagliata a proposito delle liste. Per vincere in Campania – ha spiegato De Luca – bisognava fare un’operazione politica e spostare il 6-7 % dei voti da destra a sinistra. Questo si può fare con il trasformismo o proponendo un programma di svolta a tutti i cittadini per bene avendo messo come presupposti il no al mercato della politica e la lotta esplicita ai criminali”.

In Liguria “è riemersa la sinistra leopardiana, quella contenta dei deserti e della desolazione”. Questo il giudizio di Vincenzo De Luca, su quanto accaduto in Liguria. “Rispetto Cofferati, ma ha compiuto gravi errori politici”. De Luca definisce “un cumulo di sciocchezze” la tesi secondo cui il ‘caso Campania’ legato alla legge Severino abbia condizionato il risultato del Pd in Liguria: “Piuttosto ha pesato il giudizio sul governo regionale, con un candidato visto in piena continuità, e ha pesato la scissione. Risultato, si è passati da Togliatti a Toti. E passare dall’uomo di ghiaccio all’uomo surgelato non è un grande avanzamento”.

De Luca  parteciperà alla direzione nazionale del Pd, di cui è componente. “Se trovo l’ispirazione parlerò, non è obbligatorio. Non ci sarà nessuna resa dei conti, si discuterà delle regionali che hanno visto uno straordinario successo del Pd sul piano nazionale, in un quadro in cui l’unico voto politicamente interessante era quello in Campania”.

C’è chi dice, ricorda a De Luca la conduttrice Lucia Annunziata, che se il centrosinistra avesse perso in Campania, oltre che in Liguria, il governo Renzi sarebbe stato in pericolo. “Non ho salvato nessuno, ho contribuito a fare in modo che il risultato nazionale fosse straordinariamente positivo per il Pd e il centrosinistra. Renzi non mi deve niente. Ho fatto la mia battaglia con determinazione feroce, dopo aver subito una campagna di aggressione senza paragone nella storia politica del Paese”.

GUARDA LA TRASMISSIONE ANDATA IN ONDA SU RAI TRE

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

30 COMMENTI

  1. De Luca continua a brillare di luce propria ed avrai per sempre il mio voto ed il mio rispetto.

  2. Grande De Luca!…una cosa e’ fare affermazioni su dati di fatto e su principi giuridici come ha fatto De Luca,altro portare avanti giudizi di merito basati solo su preconcetti come ha fatto l’Annunziata,che e’ parsa chiaramente in difficolta’ per l’utente televisivo dinanzi alle contestazioni puntuali esercitate dl neo governatore!

  3. All’arroganza e alla tracotanza verbale il caro de luca non ne può fare proprio a meno. Sfugge ai dibattiti preferendo i monologhi.
    L’avvocato Pellegrino uno dei collaboratori della Severino, dice idiozie ergo per vincenzo è un IDIOTA.
    E’ bello Così !!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. Straordinario leone della politica, novella Giovanna d’Arco, combattente di razza, sei tornato ad essere il sindacalista che difendeva i braccianti agricoli dal caporalato. Hai tutta la mia stima, ammirazione e rispetto e sono immensamente soddisfatto di averti votato e che la maggioranza dei votanti campani ti abbia voluto a Napoli, nonostante la guerra mondiale scoppiata nei tuoi confronti.
    Condivido che la Severino è una legge incostituzionale perché non rispetta il principio dell’uguaglianza. Ora rimbocchiamoci tutti le maniche e creiamo o portiamo lavoro in Campania altrimenti tutti i giovani andranno via e questa sarà la più atroce sconfitta per tutti noi.
    Grandissimo Vincenzo, manda via da Palazzo S.Lucia, i consulenti, i gufi e i quaquaraqua, perché dobbiamo vincere e…vinceremo.

  5. Fatelo diventare presidente del consiglio …da non credere ..arroganza 100×cento .poveri illusi ..non metterà mai a lavorare i vostri figli ………..

  6. Perchè non quereliamo pasquino? (quello del post). Come si possono affermare impunemente queste cose ??? Io come elettore mi sento offeso da queste cacciate gratuite, fatte con la presunta anonimità del web.

  7. Vincere e vinceremo …..alla grande !!!!!!! Siete dei grandi professori di musica. Voi si che siete dei grandi filosofi….bravi difendete l indifendibile. ..auguri…nuova festa patronale san Severino a Salerno

  8. Non mi sono perso un fotogramma uno, e invito tutti a fare altrettanto: De Luca batte Annunziata 30′-0 !!!

  9. ma di che cavolo parlate! non sono bastate le elezioni, basta la considerazione di un imbecille come questa nullità come questo pasquino che non conosce la democrazia ed è pure un cafone! e se non avete censurate lui non censurate me che ci sono andato più leggero.

  10. l’Annunziata ma De Luca il solito autentico politico. Ora è chiaro: giunta, vicepresidente (Tartaglione), sospensione, buon governo (speriamo), 18 mesi. rientro di De Luca. L’obiettivo politico è raggiunto: sconfitta di Caldoro e 5 stelle, la Campania al PD-governo Renzi e altra medaglia sul petto dell’ex sindaco di Salerno. Chest’è.

  11. In una democrazia il popolo è sovrano . Il 31 maggio 2015 i cittadini della Campania che hanno esercitato il diritto di voto hanno scelto il candidato De Luca alla presidenza della regione Campania . I signori del centro destra ed i grillini debbono farsene una ragione. Alla prossima…..

  12. È stato a memoria di un non giovane che prima non votava a sinistra una avvincente competizione, con la consapevolezza che con De Luca in Campania avremmo potuto riavere dignità. Quante resistenze, delegittimazione abilmente pilotate per far continuare il sistema. Non capisco da un punto di vista pragmatico perché tanti illustri opinionisti fingono di non capire che in questa Regione si è votato in tal modo perché non c’erano alternative.

  13. Lasciamo che questo giornale resti espressione della libera comunicazione. Non possiamo querelare ogniuno che la pensa diversamente da me.Dopo-tutto non siamo femminuccie che si offendono x ogni stronzata che si dice,basta andare nelle strade di Salerno e ne senti di cavolate.Più-tosto quereliamo e denunciamo cose concrete come la camorra e la corruzione.Comunque De Luca è un personaggio che crede in quello che fa,un politico particolare,estroso ed uomo del fare,un duro che alla fine combatte e vince.

  14. Se De Luca leggesse il post di tale Pasquino,potrebbe benissimo querelarlo per un’accusa gratuita ed estremamente offensiva..

  15. Nonostante i gufi, le annunziate ed i caldoro, De Luca una volta insediato e di sicuro si insedierà, innescherà alla regione Campania una rivoluzione copernicana. Aspettare per verificare.

  16. Povera Annunziata, masticava amaro e a ingoiato veleno per Mezz’ora di inferno. E’ caduta nel suo fango…dove passerà ore per rimettersi…con le ossa rotte che si ritrova!

  17. Ogni argomento messo in gioco nell’intervista parte dal “qualcuno dice”. Dice ….pettegolezzi da bar e nulla di oggettivo. L’intervistatrice tende ad essere protagonista ma senza documentarsi in maniera oggettiva e puntuale se non con il sentito dire da qualcuno. Fai una domanda con contezza delle basi su cui la fai. Comunque tutte chiacchiere, il popolo si e’ espresso.
    Inutile dire che de luca l’ha spenta.
    L’avvocato Pellegrino, uno dei collaboratori della Severino, non lo conosco, ma è evidente che ha partorito un capolavoro di legge. Complimenti.

  18. Comunque, al di là delle tifoserie pro o contra De Luca, si pongono alcune questioni importanti per tutti i cittadini:

    a)la sospensione di De Luca da quando decorre giuridicamente? Su questo è necessaria la massima chiarezza da parte degli organi competenti a decidere in materia perché, ove mai si appurasse che essa abbia effetto immediato o retroattivo, qualunque atto prodotto dal Presidente eletto sarebbe irrimediabilmente nullo, inclusa la nomina di Giunta e vice Presidente;

    b)nel caso De Luca non fosse giuridicamente nella posizione di nominare la Giunta, due sono le strade possibili, ossia il ritorno alle urne, dopo nomina di un eventuale commissario per la fase transitoria, o la modifica della legge Severino;

    Ci tengo a precisare che il contenuto di questo post ha il solo fine di fare una riflessione serena con tutti i lettori. D’altronde la questione giuridica appare alquanto controversa, infatti vi sono giuristi che si sono espressi sia in un senso che nell’altro. Questa situazione comunque espone a ricorsi dell’una o dell’altra parte che si vedesse riconosciuto il torto.

    In giro vedo ancora troppo tifo pro e contra De Luca. Ma il problema è che le elezioni sono passate e bisogna trovare la soluzione migliore, ed allo stesso tempo giuridicamente inoppugnabile, per far uscire la nostra Regione dalla paralisi istituzionale.

  19. problema dell’Italia è che non esistono in pratica giornalisti in grado di fare i giornalisti: ad esempio quando il fasciosindaco voleva far finta di parlare di cose serie come il lavoro, andava attacato a volo facendo ricordare come ha trattato i lavoratori di tante aziende in fase di chiusura, soprattutto non ricevendoli mai. Oppure altre vicende, come la “finmatica” e il polo informatico di qualche anno addietro. Ma invece si preferisce andare a battere su cose inutili come la Severino e la sua applicazione. Il dato è inconfutabile: in Campania De Luca è stato votato dal 41% dei votanti. La Campania ha dato per anni il voto a Berlusconi e company. Insomma, nella terra della corruzione e del potere politico-camorrista, queste bazzecole alla Severino, fanno il solletico.

  20. Bravo Sandro D’Agostino. Dal suo commento traspira equilibrio e senno. A Bando i commenti da stadio. La questione e’ davvero seria. Avendo lavorato con de luca per oltre 20 anni come dipendente del comune posso affermare che è’ uno stacanovista e quello che dice di voler fare lo fa. Gli dobbiamo dare solo il tempo di operare. Buon lavoro De Luca!!!!!!!!

  21. Ecco cosa scrive una Cittadina di Parma (Amministrazione M5S) a Luigi Di Maio in un post ove quest’ultimo chiede di tornare alle urne in Campania in ottemperanza alla legge Severino, altrimenti un boicottaggio verso le cartelle Equitalia e la TASI.
    Leggiamo con attenzione e…. Meditiamo.

    Carissimo Di Maio, intanto aspetto ancora una risposta alla mail che ti ho scritto, proprio per lamentarmi da alluvionata, perché il sindaco di Parma Pizzarotti, del Movimento 5 Stelle, a nove mesi dall’alluvione, ancora non ha disposto uno sgravio fiscale sulla TASI e noi che noi a giugno torneremo a pagare e con l’aliquota più alta di tutti i Cimuni d’Italia. Io sarei proprio della tua stessa opinione!!! Vorrei davvero non pagare più niente e vorrei che anche tutte le altre persone alluvionate, smettessero di pagare!!! Ma poi chi glielo spiega al Sindaco del vostro Movimento che non ci dovrà mandare le cartelle di Equitalia?????? Io sono molto delusa, vi ho votato convintissima e ho convinto anche tante persone vicino a me a farlo, ma vedo che qui non cambia niente. Siete sempre ovunque ma mai a Parma, città dolorosamente colpita dalla drammatica alluvione dell’ottobre scorso. In comune amministrato da Voi, ci aspettavamo un riscontro, invece nulla, completamente ignorati in primis dallo stesso Sindaco, di cui tutti chiedono le dimissioni. Non sapete quanti comitati di protesta si sono formati nell’ultimo anno in questa città. Vi prego di non venirmi a
    raccontare di nuovo che avevamo un debito di 800 mila euro e che il Sindaco fa quello che può! Noi vogliamo vedere questo cambiamento , a partire dall’inceneritore dove avete fatto una battaglia solo a fini elettorali, infatti funziona comunque e non solo, mentre noi siamo costretti a una differenziata assurda con l’unico risultato di una città con vie piene d’immondizia , nel degrado assoluto, quello continua a bruciare e il rudo x farlo funzionare ci arriva da altre città , quindi oltre il danno la beffa!!! Per non parlare della privatizzazione degli asili e di tutti i tagli ai disabili. Insomma , un perfetto comune a 5 stelle!!! O cominciate a provvedere, o non stupitevi quando vi paragonano a tutti gli altri e perderete i voti di tutti i cittadini di Parma. Chiedo gentilmente di leggere e rispondere alla mail a lei inviata. A riveder le stelle… ma temo che non le rivedremo mai…

    CHEST’E’

  22. E basta adesso!… Salernitani tutti è ora che la smettiamo di fare chiacchiere. Sappiamo tutti che quest’uomo ha fatto tanto per la nostra città, invece di piegarci ai pettegolezzi, camminiamo a testa alta per tutto quello che abbiamo avuto… è ora che ci stringiamo intorno a De Luca che, SIAMO ONESTI, SINCERI E COERENTI, ha dato TANTO a Salerno. Non permettiamo a NESSUNO di trattarcelo così come se fosse un camorrista, un delinquente o un ladro. Non abbiamo criticato in questo modo assurdo neanche quegli stronzi coinvolti nella scandolo mafia capitale… Là hanno rubato e rubato alla grande. Stiamo facendo il gioco dei suoi avversari che fomentano caos per denigrarlo. Facciamo vedere a tutta l’Italia e al “mondo” dei corrotti e denigratori politici che noi salernitani non siamo fessi e non ci facciamo prendere per il cxxo da loro. De Luca ha migliorato SALERNO per tutti noi cittadini e per quante divergenze di idee possiamo avere con lui dobbiamo prendere atto che Salerno è RINATA.

  23. Effettivamente l’attacco che ha subito De Luca è assurdo. Non si è mai vista una cosa del genere un accanimento simile contro eventuale “errore” neanche per i camorristi che fanno saltare in aria le persone o per la delinquenza che si arricchisce con i nostri soldi. Quando sentiamo di rapire in villa che sfociano in tragedia con la morte dei proprietari di case non reagiamo in maniera così… A me sembra veramente strano perché SAPPIAMO BENISSIMO CHE NON è UN CAMORRISTA O UN LADRO. Ma l’informazione giornalistica e televisiva è stata organizzata per dare un’immagine terribile del nostro “sindaco” proprio perché FA PAURA, LE POLTRONE DEI POTENTI TREMANO. Ne sono convinto

  24. Con De Luca si volaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!
    E vola anche Rituccia, che è sparita dalla circolazione “terrestre”

  25. Un vice presidente donna alla Regione Campania e che ci farà sognare; e se fosse proprio lei, la Paola Severino ex ministro della giustizia?
    Forse è fantapolitica.

  26. NINUCCIO,non la nominare altrimenti ci fa na capa tanta i fesserie,stasera Cantone ha dato un ‘altra botta a favore di De Luca in 8mezzo,il giornalista DAmiliano ha fatto quasi la fine dell’Annunziata,ma la cosa bella e che ripetono sempre quello,spero che Renzi faccia decidere all’Avvocatura Generale,così finiranno di dire fesserie tanti denigratori,ma vogliamo mettere Cantone con Pellegrino…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.