Salerno: stop ai cani al parco Pinocchio, le mamme contro gli animali

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
17
Stampa
parco_pinoccho_salernoNiente cani nel parco Pinocchio. A dirlo alcune mamme che protestano contro i proprietari degli animali che vengono portati nel parco. Gli amici a quattro zampe fanno i loro bisogni nel prato dove giocano i bambini e questo ha scatenato la reazione di alcuni genitori che chiedono il rispetto delle regole ed una serie di norme più chiare che ne disciplinano l’accesso all’interno del parco. A darne notizia il quotidiano La Città oggi in edicola.

In un articolo a firma di Barbara Cangiano si legge che all’ingresso del Parco ci sono alcuni cartelli che si contraddicono a vicenda. Su quello blu, presente fin dall’inizio al varco di accesso di piazza Montpellier, l’elenco dei divieti comprende l’ingresso dei cani, anche se al guinzaglio. A meno di un metro di distanza, da poco tempo, ne è comparso però un altro, di colore bianco sul quale si legge che è vietato introdurre cani senza museruola e senza guinzaglio.

La domanda è legittima: i cani con museruola e guinzaglio possono entrare? Oppure vale il primo divieto quello di accesso ai cani collocato in piazza Montpellier? I genitori dei piccoli ne fanno una questione igienica perché i bimbi entrerebbero in contatto, giocando sull’erba, con le feci degli animali. I proprietari dei cani insorgono e dicono che anche i loro animali hanno diritto ad entrare anche perché chi protesta dice di essere sempre munito di paletta e raccoglitore delle deiezioni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

17 COMMENTI

  1. Premessa non ho il cane, ma anche chi ha il cane ha il diritto di utilizzare il parco, con un parco così grande basta organizzare un’area per gli animali. Vale anche per il Parco del Mercatello dove io vado con 2 bambini piccoli. Inoltre non c’è mai e dico mai un vigile.

  2. …..vi preoccupate dei cani….ma dei tossicodipendenti che quotidiana mente si fanno a fare sotto il ponte sul fiume?

  3. ordinanza del 2010 firmata dal ministro per il Turismo, Michela Vittoria Brambilla, e dall’Anci
    gli animali possono entrare in tutti i luoghi pubblici, ristoranti, uffici postali, salire sui mezzi di trasposto, salvo espresse e motivate deroghe;
    non come prima del 2010 potevano accedervi solo quando era a loro consentito.

  4. I cani stanno invadendo le città, come i rumeni e clandestini, tra poco saranno invivibili, bisognerà tornare in campagna, da dove siamo venuti, per ritrovare pace e silenzio, e il cerchio si chiuderà.

  5. Basta non portare i cani nelle aiuole e nei prati dove giocano i bambini,ed essere muniti di attrezzatura per raccogliere le deiezioni
    in questo modo il problema è superato per una civile convivenza e il parco diventa fruibile per tutti.
    Basta poco che c’è vò

  6. Non ho un cane. Può darsi che il trauma subito da bambino per un azzannamento sul braccio da parte di un cane pastore credo tedesco mi abbia reso incompatibile. Con gli anni ho vinto presto la paura imparando a non scappare e far finta di niente anche col cane vicino alle gambe. Allora il cane lo possedevano soltanto pochi “benestanti” e quelli in paese che avevano la terra (sarebbero diventati benestanti anche in “citta”). Il padrone ( e tanto spesso la padrona) di un cane probabilmente soffre di solitudine (ha cominciato presto quando i genitori hanno travisato il loro desiderio di liberarsi del fanciullino dandogli in compagnia il cane). Il padrone di un cane gli parla e dice che gli manca soltanto la parola. Intanto il cane, animale molto intelligente (furbo, non come il maiale che è più intelligente del cane) mangia a sbafo e viene portato finanche dallo psicologo: e ci credo che “ama” il suo padrone! Per quello che ha nominato i tossicodipendenti vorrei rammentargli che le droghe sono state introdotte proprio dai benestanti durante per via dei tanti costosi viaggi per turismo o per lavoro. Poi il mercato si è allargato, come per qualsiasi altra merce, fino a raggiungere i poveri disgraziati che, per emulazione (frequentando i ricchi di cui facevano e fanno le spese) si sono visti costretti a “delinquere” (come facevano già i benestanti) per procurarsi la roba e non avendo una villa dove consumarla con gli amici, vanno sotto i ponti a bucarsi. Ecco. Vedete voi come la volete prendere.

  7. I cani fanno pipi e feci in un parco che giocano bambini non è igienico, mi dovete spiegare anche se roccolgono con la paletta le feci, rimane sempre sporco ci vorrebbe un secchio con acqua e detersivo per pulire. Morale della favola i cani in parco attrezzato per loro e i bambini in un parco attrezzato per loro.

  8. sarebbe almeno già qualcosa se oltre il parco ci preoccupassimo un po’ di più dello schifo che i proprietari incivili dei cani lasciano per strada!!

  9. Premesso che chi ha un cane DEVE sempre vigilare sullo stesso e rimuoverne le feci depositate, sia in un parco che per strada, mi fanno ridere quei genitori che si preoccupano della salute dei figli che pestano una merda, salvo poi lasciarli per ore coi tablet in mano o, peggio ancora, portarli a rimpinzarsi di merda vera nei fast food o nelle tanto affollate friggitorie di patatine olandesi…

  10. Per le mamme che protestano: io preferisco i cani nel parco anziché i topi. Parco Pinocchio e parco del mercatello invaso da centinaia di topi e si protesta per una pipì di cane…..Complimenti

  11. le mamme avranno anke ragione… anke se credo che il problema non sia solo del parco Pinocchio ma di un intera citta’ Dove in aalcune zone è veramente impossibile camminare in quanto piene di escrementi naturali e sporcizia umana …meno luci d artista e piu’ PULIZIA!

  12. Sono anche io d’accordo con turista.Meno luci d’artista e più pulizia.I cani nei parchi non devono entrare.Che individuassero dei luoghi esclusivamente per cani ove possono fare i loro bisogni a piacimento, senza insudiciare i luoghi pubblici .

  13. BASTA CON QUESTI CANI HANNO ROTTO INIZIAMO A TASSARE ANCHE I PROPRIETARI DICONO CHE SONO COME ESSERI UMANI ALLORA PPAGASERO LE TASSE….SONO SOLO REPRESSI E GENTE CHE NON HA ANIMA SONO DEGLI EGOISTI CHE USANO GLI ANIMALI COME SE FOSSERO DEI GIOCATTOLI LA LIBERTA PER GLI ANIMALI VORREI VEDERE UNA PERSONA CON IL GUINZAGLIO E POI E UNO SCHIFO LI PORTANO NEI RISTORANTI NEI BAR E VERGOGNOSO BESTIE LASCIATELI LIBERI E NON FATE GLI EGOISTI SIETE SOLO DEI REPRESSI CHE VISTO IL VOSTRO FALLIMENTO COME PERSONE CERCATE AFFETO CON UN CANE…..

  14. nelle città civili e progredite i cani entrano nei parchi e hanno a disposizione appositi spazi, ma visto che non viviamo in una città di dementi che ancora votano de luce credendo alle panzane che va sparando meritiamo i cartelli con i divieti, ma più che per i cani ci vorrebbero per i padroni (specialmente quelli che votano il luce)

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.