Campania:Caldoro scrive a funzionari, proseguite attività

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Confindustria_Salerno_10_CaldoroL’attività di gestione della Regione Campania da parte dei dirigenti e degli uffici amministrativi “anche allorché dia seguito ad atti programmati, assunti o deliberati dalla stessa Giunta, nella fase di pienezza dei propri poteri, ovvero a seguito dell’adozione di atti necessitati e urgenti, non è soggetta alle limitazioni dei poteri degli organi politici, operanti nel periodo elettorale e nella conseguente fase antecedente all’insediamento del nuovo Consiglio e della nuova Giunta regionali”.

Questo uno dei passaggi della lettera che il presidente uscente della giunta regionale, Stefano Caldoro (centrodestra) ha inviato ai funzionari. Caldoro è intervenuto in seguito alle polemiche sollevate qualche giorno fa da Vincenzo De Luca, suo successore neoeletto, che aveva detto: “Ho diffidato le strutture regionali su alcune gare bandite a maggio, comunque tutto il pacco arriverà sul tavolo dell’Anticorruzione e della procura della Repubblica”.

“Pervengono dai mezzi di comunicazione – scrive Caldoro nella lettera agli uffici – notizie circa presunte diffide, effettuate nei confronti della Giunta regionale in carica e delle strutture amministrative dell’Ente, nonché di enti strumentali e società partecipate, finalizzate a sospendere gare ed altre attività amministrative in corso di svolgimento, con richiamo alla possibilità di revoca degli atti assunti e di trasmissione degli stessi agli organi inquirenti”.

”Al riguardo – afferma Caldoro – si ricorda che, come già precisato nella nota prot. n. 8019/UDCP/GAB VCG2 del 28 aprile u.s., ai sensi dell’art. 66 dello Statuto regionale, agli organi di direzione politica dell’amministrazione regionale spettano esclusivamente funzioni di programmazione e indirizzo politico-amministrativo, mentre ai dirigenti, agli uffici amministrativi e alle altre strutture serventi dell’Ente, spetta l’adozione degli atti e dei provvedimenti amministrativi non rientranti nell’esercizio delle predette funzioni, da assumersi nell’esplicazione della propria autonomia gestionale, nonché nel rispetto del principio di buon andamento dell’amministrazione e di continuità dell’azione amministrativa”.

Conseguentemente ”la predetta attività gestionale, anche allorché dia seguito ad atti programmati, assunti o deliberati dalla stessa Giunta, nella fase di pienezza dei propri poteri, ovvero a seguito dell’adozione di atti necessitati e urgenti, non è soggetta alle limitazioni dei poteri degli organi politici, operanti nel periodo elettorale e nella conseguente fase antecedente all’insediamento del nuovo Consiglio e della nuova Giunta regionali”. Caldoro quindi richiama gli uffici regionali “sulla necessità – scrive – di proseguire, come di consueto, in tutti gli adempimenti connessi all’esercizio della predetta attività, al fine di evitare indebiti rallentamenti o arresti dei procedimenti in corso e conseguenti possibili pregiudizi alla continuità dell’attività amministrativa, nonché eventuali danni erariali o a terzi”.

Il presidente uscente conclude invitando i funzionari della Regione a “vigilare, ciascuno nell’esercizio delle rispettive competenze, sul corretto svolgimento delle stesse attività da parte degli uffici, degli enti strumentali e delle società sottoposti alla propria vigilanza, denunciando tempestivamente alle autorità competenti eventuali turbative o indebite ingerenze nelle stesse da parte di soggetti non legittimati, né competenti all’esercizio delle predette attività”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Ah Caldoro ci sei o ci fai?Spiegaci il senso di quella delibera recentissima dopo quella scandalosa sul personale e che elimina dal 21/08/2015 il divieto di introdurre rifiuti speciali in Campania destinati allo smaltimento o al recupero e quindi con libera circolazione sul nostro territorio, quindi una scelta politica sospetta perchè non sapremo dove sarebbero smistati questi rifiuti o magari per incanto è stato risolto da Caldoro il problema dei rifiuti speciali in Campania e non ce ne siamo accorti? Eppure tutti giuravano che sei un gentiluomo…….

  2. Hai fatto la campagna elettorale promettendo contributi a pioggia e avanzamenti di carriera, che saranno tutti revocati, hai lasciato un buco da un miliardo e ottocento milioni,vedremo ora che Cantone manderà a visionare tutti gli incartamenti che ne uscirà fuori…speriamo bene……

  3. Caro salernitano doc originale a quale bilancio ti riferisci col buco di un miliardo ed ottocento milioni? forse a quello lasciato da Bassolino? Pubblica i dati delle tue fonti. State certi cari amici che Caldoro e il suo entourage sono gli unici in assoluto che non avranno mai alcun problema col dott. Cantone. Lo vedrete…..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.