L.Severino, De Luca: «Viola Costituzione, serve ‘rottura’ totale»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
vincenzo_de_luca_nerovosoLa Legge Severino viola la Costituzione perché vale per i sindaci e i dirigenti e non per la casta di deputati, senatori e ministri (…). Matteo Renzi sarà obbligato a consultare, questo prevede la procedura, il ministro dell’Interno, poi sentirà il ministro degli Affari regionali, poi penso che vorrà sentire l’avvocatura dello Stato perché insomma la faccenda è delicata e non ci sono precedenti e, caspita, stiamo parlando della seconda Regione d’Italia. Dopodiché decide (…). Io invoco un atto di ‘rottura’ totale rispetto a questa idiozia di cui stiamo parlando”.

Così Vincenzo De Luca, il 31 maggio eletto presidente della Regione Campania, contesta la Legge Severino e chiede l’intervento del premier in un’intervista che il settimanale Panorama pubblica nel numero in edicola da giovedì 11 giugno. De Luca spiega così quel che potrebbe accadere: “Renzi può approfondire, ma sapendo che se non cambia la legge tutto resterà come prima. Dopodiché decide. Lui (mi, ndr) sospende? Io ricorro alla Corte d’appello di Bari. La quale, di fronte a un analogo provvedimento del presidente del Consiglio, ha rimesso nelle sue funzioni pubbliche un consigliere regionale. Nel frattempo la giunta regionale che io nomino, compreso il vicepresidente, continua a lavorare sulla base del programma votato dai cittadini. Punto”.

De Luca con Panorama parla anche di Roberto Saviano: “Io credo che Saviano abbia grandi meriti” dice De Luca “ma anche un grande limite: sta innamorandosi del suo personaggio e della sua immagine. In qualche momento sembra che abbia bisogno di inventarsela, la camorra, anche dove non c’è, altrimenti rimane disoccupato”.

Il governatore campano se la prende anche con Rosy Bindi, presidente della Commissione antimafia, che ha querelato per averlo inserito nella sua lista di impresentabili: “Deve rispondere davanti al giudice di un atto che io giudico infame sul piano politico, volgare sul piano umano e anticostituzionale sul piano istituzionale. L’atto che ha compiuto è di una gravità inaudita. È un atto che sarebbe considerato eversivo anche in un Paese dell’America latina”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Perchè non ha detto le stesse cose quando si è trattato di Berlusconi? Oggi gli brucia e la legge Severino è diventata di colpo anticostituzionale! E già perchè lui è anche un giurista!!!!!!!! Deve andarsene subito!!!!

  2. in fondo in fondo la bindiha detto quanto tutti sapevano, ovvero, che lo sceriffo ( vediamo se saprà esserlo anche a napoli dove la caratura delinauenziale e’ totalmente diversa) era impresentabile per quanto risultava essere dai suo casellario giudiziario. Forse Renzi nn la pensava, inizialmente, anche lui allo stesso modo? vi siete dimenticati dei continui rinvii delle primarie e del candidato appoggiato da Renzi? Ora il rottamatore non più rottamatore ha cambiato idea e si sta rivelando sempre di più solo un gran chiacchierone, un nn rispettoso delle leggi a cui sarà domandato di risolvere un problema in pieno conflitto di interessi ( nn è forse anche il segretario del PD?). ARRIDATECI LA DC ARRIDATECI ANDREOTTI, CRAXI MA NN DE MITA.

  3. Prima di sparare caz….. non ti viene in mente che Berlusconi è un condannato DEFINITIVO, DEFINITIVO, DEFINITIVO, e che la COSTITUZIONE reputa INNOCENTE, INNOCENTE, INNOCENTE, fino al terzo grado di giudizio! ed inoltre la legge Severino, come tante leggi partorite dal governo Monti sono degli obrobi, vedi quella degli esodati, che ha travalicate anche le deleghe avute perchè non era contemplata l’abuso di ufficio.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.