Cisal su Cilentana: «La politica smetta di fare annunci Strada chiusa anche questa estate»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
strada_cilentana_salerno_cilento«Dopo aver sbandierato l’imminente apertura dei cantieri sulla Cilentana lo scorso marzo per venire in soccorso al Cilento nel periodo estivo – ha affermato Giovanni Giudice, segretario provinciale Cisal Terziario Salerno – adesso veniamo a sapere che solo a luglio verranno aperte le buste per la valutazione delle offerte delle imprese che vorranno eseguire i lavori. A questo punto, dovendo il cantiere restare aperto quasi per cinque mesi, è inutile puntare sulla velocità della realizzazione, data che la riapertura con queste tempistiche sarà prevista per Natale». Il bando pubblicato mercoledì mattina sulla Gazzetta ufficiale prevede, infatti, che per i lavori non dovrà essere superato il tetto massimo dei 165 giorni per realizzare l’opera, di 15 per la preparazione del progetto e 150 per i lavori veri e propri.

«Ma se l’otto luglio verranno aperte le buste per le valutazioni delle offerte, come si può pensare che nel giro di un mese si finiscano i lavori? Superato ormai il mese di settembre invocare la celerità per la realizzazione dell’infrastruttura significa gettare fumo negli occhi ai cilentani! A questo punto si pensi a garantire ai cittadini un lavoro di qualità, che tuteli la sicurezza dell’opera. E non come si è fatto in passato, e lo stiamo vivendo adesso, che per lavori eseguiti senza criterio i cilentani si sono ritrovati questo scempio. La politica eviti di fare annunci».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. non si capisce l’intervento della CISAL. A marzo si da avvio all’iter per l’apertura della cilentana. I politici annunciano. I lavori vanno fatti tramite gara pubblica. Tra preparazione bando di gara, autorizzazioni, finanziamenti e pubblicazione sulla gazzetta ufficiale, non mi pare che siamo in grande ritardo. E, visto che i tempi per la realizzazione dell’opera sono di 150 giorni, anche partendo il primo aprile (cosa impossibile per legge), l’estate saltava lo stesso. Perché non si sono arrabbiati a marzo?

  2. …perche’ non si e’ fatto sentire quando in Provincia pascolavano gli agro-fascisti…..

  3. Magari in provincia ci fossero gli agro-fascisti,quelli si che erano buoni,hanno bonificato la zona del Sele,hanno bonificato la zona della Pontinia,hanno creato economia di mercato.Oggi cosa abbiamo???
    Solo burocrazia statale e parassitismo.Io simpatizzo con il nuovo movimento autonomo e secessionista del Cilento e mi rendo sempre più conto che il Cilento deve chiedere l’Indipendenza e la Secessione dall’Italia.

  4. Continuiamo così, nell’impazzimento generale della politica e del popolo italiano con gli egoismi particolari si fanno sempre più strada, al nord invocano i respingimenti e la mancata accoglienza degli immigrati in solidarietà con le regioni del sud i cui centri d’accoglienza scoppiano per esuberi, al sud per i mancati investimenti pubblici qualcuno qui invoca secessioni di pezzi di territorio quali il Cilento, non capendo che siamo in piena globalizzazione mondiale ove nuove potenze e nazioni s’affacciano sulla scena internazionale e non è certo con l’isolamento e la parcellizzazione che si possono risolvere i vari problemi……..

  5. Egregio,Questa globalizzazione mondiale non ci appartiene perchè è espressione collettiva di sottomissione e sfruttamento.Il Cilento è ed ha una identità individuale e non vuole essere uguale alla massa globale.Il punto più critico è L’Italia che per anni sfrutta le risorse e ha isolato il Cilento ghettizzandolo in una riserva indiana dove giacimenti di petrolio-voti elettorali vengono succhiati per arricchire minoranze di vecchi apparati di potere.Considerando che il Cilento è isolato vedi infrastrutture e quant’altro,il popolo Cilentano prende coscienza e implora una Secessione e una Indipendenza Da questa Italia egoista e collettiva.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.