Mafia Capitale, De Luca: “Casalesi avevano già da anni occupato costa laziale”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
De_Luca_NapoliUscita pubblica in mattinata per il neo Governatore della Campania Vincenzo De Luca che ha partecipato a Napoli ad un convegno sul Mezzogiorno dove era presente anche il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. “Oggi si parla di Mafia Capitale ma noi, da anni, avvertivamo che il clan dei casalesi aveva occupato la costa laziale, perché non ci si salva da questo inquinamento criminale se non esce dalla disoccupazione tutta l’Italia e non solo pezzi di Paese”. “Oggi – ha aggiunto De Luca – si ripropone il tema del Mezzogiorno per dare respiro al sistema Italia, perché oltre al Lazio non so quanto di questo sia già arrivato a Milano, Torino o Bologna”.  “In Italia serve più rigore ma nella direzione giusta, colpendo ladri e tangentisti ma aiutando chi ancora si assume la responsabilità di decidere”.

“È chiaro – ha ribadito con forza – che per permettere questo ci vuole una classe dirigente degna di questo nome. La nostra sfida è avere la capacità di movimentare risorse, aprire cantieri, avendo ambizione, una visione del nuovo destino del sud. Questa, credo, è anche sfida del governo nazionale”. L’ex sindaco di Salerno ha ricordato che “tutti i cantieri che possiamo aprire devono scontrarsi con lo scioglimento del groviglio burocratico amministrativo che paralizza ogni azione. E infatti la pubblica amministrazione è paralizzata, nessuno più decide con le norme esistenti, non ci saranno dirigenti che firmeranno una variante in corso d’opera, perché l’abuso in atto d’ufficio comporta un dimezzamento dello stipendio e lo spostamento automatico a livelli non decisionali”. De Luca ha portato l’esempio dell’alta velocità Napoli-Bari, “nominiamo commissari – ha detto – come per la Napoli-Bari che però non potrà nulla se la soprintendenza un giorno dice che è stato trovato un coccio antico nel cantiere”.

IL VIDEO

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. e pure a casal di principe non hanno il mare e hanno questo spirito marinaresco di prendersi cura della costa laziale, pensa di cosa saremmo capaci noi hippocratici marinari nati in mezzo al mare in tempesta, se avessimo un po dello spirito imprenditoriale dei casalesi, allora si che la nostra costa sud da spineta ad agropoli, non avrebbe niente da invidiare a qualsiasi tratto di mare un po più attrezzato del nostro(vedi rimini), a volte mi chiedo ma non e meglio la mafia che si fa politica e non la politica che si fa mafiosa, meditate gente, meditate.

  2. Ma, parlando di Saviano qualche giorno fa, non aveva detto che la camorra non esiste?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.