Salerno: tenta di rubare auto, arrestato 18enne. Nei guai anche un minorenne

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa

polizia_notte_posto_di_bloccoPersonale della Polizia di Stato, appartenente della sezione volanti della Questura di Salerno, questa notte, ha arrestato un 18enne nato e residente a Salerno, responsabile di tentato furto di autovettura, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Uno dei suoi complici, salernitano di anni 17, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, per gli stessi reati.

Gli agenti sono intervenuti, intorno alle ore 01.00, in Via Yuri Gagarin a Salerno dove era stata segnalata la presenza di cinque giovani che stavano armeggiando in maniera sospetta vicino ad un’autovettura Fiat Punto ivi parcheggiata. Il sopraggiungere della volante della Polizia ha costretto i giovani malintenzionati a interrompere il tentativo di furto ed a fuggire a bordo di tre ciclomotori nel tentativo di evitare di essere presi in flagranza di reato.

L’immediato inseguimento ha consentito ai poliziotti della volante intervenuta sul posto di bloccare uno scooter Piaggio Beverly con a bordo i due giovani su menzionati, i quali hanno reagito opponendo una strenua resistenza al fermo, mentre l’equipaggio di un’altra volante, intervenuta a supporto, ha inseguito il conducente di uno degli altri due scooter, un Piaggio Liberty, che circolava con una targa di cartone palesemente contraffatta, tanto da costringerlo ad abbandonarlo a seguito dell’impatto contro il muro perimetrale di un istituto scolastico causato dalla forte velocità. Abbandonato il ciclomotore, il conducente è poi riuscito a fuggire a piedi.

I poliziotti hanno poi appurato che il 18enne alla guida del Piaggio Beverly lo guidava privo della idonea patente di guida, mentre il Piaggio Liberty era provento di furto, denunciato il 10 giugno scorso. Entrambi i ciclomotori sono stati sequestrati. Frattanto gli accertamenti dei poliziotti sul luogo del tentativo di furto hanno consentito di rilevare evidenti segni di effrazione alla portiera lato guida e al quadro d’accensione della Fiat Punto, il cui proprietario è stato contattato ed è giunto poco dopo sul posto. Sono in corso ulteriori indagini per l’identificazione degli altri tre complici del tentativo di furto.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Come mai quando viene arrestato qualcuno di Salerno nessuno si indigna?
    Nessuno urla al rumeno o al napoletano?

  2. L’ARTICOLO SI COMMENTA DA SOLO CHI SBAGLIA PAGA……..RUMENO O SALERNITANO VA SEMPRE CONTRO LEGGE E DEVE PAGARE IL PROBLEMA CHE SARANNO GIA’ LIBERI PER NUOVE AVVENTURE.

  3. caro e tenerissimo ivano, perchè noi hippocratici siamo morfologicamente inclini alla non violenza, semmai chiediti se i giovani suddetti hippocratici arrestati non avevano un nonno o bisnonno di lontanissime origini transilvaniche o partenopeee.

  4. LA DIFFERENZA NON ESISTE STESSA RAZZA DEL RESTO ANCHE TU SEI COME LORO CHE DIFENDI I RUMENI E GLI SCHIFOSI DELIQUENTI SICURAMENTE SEI UN FINTO COMUNISTA

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.