Portiere: Salernitana alle prese con la grana Gori

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Messina_Salernitana_5_GoriUna promessa è una promessa. E andrebbe mantenuta. Alla fine del match promozione col Barletta ai più non sfuggì il caloroso abbraccio tra Piergraziano Gori e Claudio Lotito. Il co-patron granata si intrattenne a centrocampo col portiere tarantino, i due confabularono e, a quanto pare, Gori strappò a Lotito la promessa del rinnovo del contratto. Da allora, di acqua sotto i ponti ne è passata. Ma del prolungamento del vincolo in scadenza al 30 giugno non c’è traccia. Anche perché Gori è in attesa di comunicazioni riguardo alla squalifica in cui incorrerà a causa della vicenda legata agli stipendi in nero percepiti ai tempi della Nocerina. Inizialmente si pensava che lo stop potesse essere di due mesi e che quindi l’estremo difensore pugliese avrebbe potuto scontarla nel periodo estivo (saltando solo la Coppa Italia), tornando abile ed arruolabile per il campionato di Serie B.

Invece, a quanto pare, la squalifica dovrebbe essere di tre-quattro mesi e dunque Gori potrebbe essere costretto a saltare le prime gare del campionato cadetto. Inoltre, in questi giorni al suo nuovo procuratore, Mariano Grimaldi, è giunta un’offerta dal Matera, che gli ha proposto un biennale. Gori s’è preso una settimana-dieci giorni di tempo per rispondere, perché per lui la priorità è rimanere a Salerno. Al contempo, in caso di squalifica più lunga del previsto la società dovrebbe cautelarsi ingaggiando un estremo difensore in grado di non far sentire la sua assenza. Caglioni, prossimo alla rescissione del contratto col Lecce, s’è candidato e il suo ritorno in granata farebbe felici i tifosi, che stravedono per lui. Ma Fabiani tiene in caldo anche Stefano Russo, che ha già ricoperto il ruolo di dodicesimo nella stagione appena terminata (e non bisogna dimenticare che Raffaele Esposito, prelevato a gennaio dal Perugia, è sotto contratto fino al 2016). Dalla Lazio, invece, dovrebbe arrivare il giovane Strakosha, classe ’95. Nato ad Atene ma albanese di passaporto, Strakosha sarà mandato a fare esperienza, mentre alla Lazio rimarrà il ’96 Guerrieri, che continuerà a difendere i pali della Primavera.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. ma quale caglioni ma chi stravede niente non e` un buon portiere per la serie b se poi vogliamo averlo in simpatia per le sue comparse in curva vabbe allora facciamo i simpatizzanti.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.