Consiglio comunale ok, Salerno mette i conti a posto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Comune_di_SalernoTutti approvati i punti all’ordine del giorno di un consiglio comunale di Salerno che è durato meno del previsto. Questo perché anche l’opposizione, pur votando in parte contro, ha riconosciuto il lavoro dell’amministrazione comunale sui temi economici. Con un avanzo di poco superiore ai 400mila euro è stato approvato il Conto consuntivo 2014. E’ passato anche il punto quattro, quello del riconoscimento dei debiti fuori bilancio che ammontano ad un milione e 470mila euro. Cifra che per gran parte sarà coperta nell’anno in corso attraverso un mutuo e con i fondi del Comune nel bilancio del 2015. La restante parte, una piccola quota, sarà sanata attraverso i bilanci 2016 e 2017 del Comune. Per l’assessore al bilancio Alfonso Buonaiuto “si registra un’inversione di rotta importante, frutto delle attività messe in campo dal 2012 che hanno parato il colpo dei tagli dal governo, circa 40 milioni di euro in meno”. ù

Nonostante le ridotte risorse a disposizione, il Comune di Salerno si è impegnato a mantenere gli standard qualitativi dei servizi, in particolare nelle politiche sociali ed ambientali. Un altro segnale positivo arriva dalla riduzione della spesa corrente che passa da 181 a 178 milioni di euro. Un dato ancora migliorabile perché sono già state individuate altre voci che porterebbero ad un ulteriore risparmio, come le auto blu e i servizi passivi tra la rimodulazione dei contratti e dei mutui e il taglio dei fitti. Rispettando il patto di stabilità e risanando i debiti fino al 2013, sono state superate le criticità rilevate dalla Corte dei Conti. E soprattutto, ci tiene a precisare Buonaiuto, “i parametri di valutazione critici, che danno la qualità dei bilanci, si sono ridotti da quattro a tre sui dieci previsti”. Approvati anche i punti sul conferimento di quote di minoranza di Salerno Energia Distribuzione, sulle sanzioni per opere abusive e sulla modifica dello statuto della Fondazione Menna senza entrare nel dettaglio perché questi argomenti avevano già ricevuto il parere favorevole delle varie commissioni.

Fonte LIRATV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Azz e i debiti denunciati dalle opposizioni e i Cinque Stalle.

    Non è che ora si farà un ricorso per sapere se hanno nascosto il bilancio? Stamm aspettann, IAMM BELL

  2. uè! e i cinque stalle con letame ora che faranno dopo aver strombazzato che eravamo inguaiati di debiti. Subito un ricorso!

  3. MA COME …..
    I VARI CALDORO E M5S HANNO BASATO LA LORO CAMPAGNA ELETTORALE RACCONTANDOCI CHE IL COMUNE DI SALERNO ERA PIENO DI DEBITI PER CRITICARE IL MODELLO AMMINISTRATIVO DI DE LUCA …..

    MA ALLORA QUESTE BRAVE PERSONE DICONO BUGIE ?
    MA LO SANNO CHE LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE?
    MA LO SANNO CHE CHI E’ BUGIARDO VIENE MESSO IN CASTIGO ?

    IL POPOLO CAMPANO VI HA MESSO IN CASTIGO ………

    ORA SAPREMO INVECE COME SONO I CONTI ALLA REGIONE ……….
    PINOCCHIO PINOCCHIO CALDORINO , LA FATINA TI TIRERA’ LE ORECCHIE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. Quelli delle 5 stalle ora si devono inventare qualcosa per attaccare Salerno,lo stesso vale per gli aderenti al club del nano,io ero al consiglio,erano tutti d’accordo,mo vediamo se la smetteranno di dire sempre le stesse cose,sicuramente chi ha fatto una figuraccia è stato il chirichetto,ha detto tante stronzate in campagna elettorale,cadiuato dalla Carfagna,sul bilancio del Comune,mo se è uno con gli attributi,ma non credo,dovrebbe sconfessare i suoi informatori chiamandoli come minimo tutti QUAQUARAQUA’.

  5. ma se i 5stalle non sanno neanche leggere e scrivere…frequentando l’università del”principato di pomigliano” sono diventati ancora più ignoranti……credo che nessuno dei 5stalle sia di Salerno o che abbia vissuto a Salerno…..diteci la verità….CHI SIETE e DA DOVE VENITE? e perchè noi SALERNITANI dobbiamo confrontarci con i chiancarielli vari…siete antichi,fuori dalla realtà e questi non sono tempi per voi….tornate a frequentare le vere scuole….cominciate tutto da capo…forse nella vostra prossima vita capirete di più…ma non avete la minima idea cosa significhi”prossima vita”…

  6. L’avete letto l’articolo?Si legge che ci sono quasi 1 milione mezzo di debiti,che verranno di fatto nascosti contraendo un mutuo e spalmando la cifra su più anni e rifilandola alle prossime amministrazioni.Anzi,tale cifra aumenterà visto che andranno pagati anche gli interessi

    Politica con la P maiuscola insomma,lungimirante come sempre

    Mario

  7. Ripeto le due battute migliori nei commenti: 1) PINOCCHIO PINOCCHIO CALDORINO , LA FATINA TI TIRERA’ L’ ORECCHINO……2) e i cinque stalle con letame ora che faranno dopo aver strombazzato che eravamo inguaiati di debiti. Subito un ricorso!……………..Che risate, sinceramente…..BD

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.