Salernitana, Torrente si presenta: «Arrivo in una grande piazza»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Vincenzo_Torrente_presentazione_2“Arrivo in una piazza calorosa, passionale e da parte mia c’è grande entusiasmo, motivazione e voglia di far bene”. Queste le parole di Torrente alla vigilia della presentazione ufficiale in programma nella sala conferenze del Seci Center.  “In questo momento sono orgoglioso ed emozionato. Arrivo in una piazza calorosa, passionale e da parte mia c’è grande entusiasmo, motivazione e voglia di far bene”. Alla conferenza anche il Direttore Sportivo Angelo Fabiani ed il co-presidente Marco Mezzaroma che si è così espresso: “Vincenzo è una persona seria ed equilibrata che in carriera ha ottenuto risultati lusinghieri. Un tecnico che corrisponde al profilo di professionalità che stiamo cercando. Le premesse per far bene ci sono tutte e siamo convinti di poter fare un buon campionato”.

QUESTE LE DICHIARAZIONI DI MISTER TORRENTE

Vincenzo_Torrente_presentazione_13L’emozione di Torrente.“Volevo ringraziare i presidenti Mezzaroma e Lotito ed il direttore Fabiani. Per me è una grande occasione e spero e farò di tutto per regalare grandi soddisfazioni alla Società. Sono orgoglioso ed onorato di essere l’allenatore della Salernitana. Non ho avuto il piacere di farlo da calciatore ma oggi lo faccio da allenatore. Sono tornato a casa!. So bene di essere in una piazza esigente dove bisogna non solo vincere ma anche convincere…”

Il modulo di gioco. “Faremo un calcio propositivo per regalare gioie ed emozioni al popolo granata. La tifoseria è un valore aggiunto per passione, incitamento e calore. Da salernitano di provincia dovrò dare qualcosa in più a questa squadra. Mi piace un calcio offensivo, che attacca gli spazi, di gran ritmo e velocità”. In avanti? “L’idea è di giocare con le 3 punte, sono cresciuto con il 4-3-3. Questo non significa che nel corso della partita non si possa cambiare. Ho conosciuto un allenatore come Delio Rossi che mi ha insegnato molto. Sarà importante divertirsi e far divertire la gente che viene allo stadio cercando comunque la concretezza”.

Il contatto con la Salernitana e gli obiettivi. “Sabato scorso ho ricevuto la telefonata dal direttore. Mi avete telefonato tante volte ed ho sperato che un contatto ci potesse essere. Sabato ho sentito Fabiani e domenica ho concluso con la proprietà”. I programmi? “La società mi ha chiesto di fare un buon campionato in un torneo molto difficile. L’obiettivo è quello di mantenere la categoria cercando di dare il massimo per fare sempre meglio”. La squadra? “C’è una base importante per dare continuità. Andrà sicuramente migliorata perché quello di B è un campionato molto diverso rispetto alla Lega Pro ma è evidente che esiste buona base su cui lavorare”.

La carriera. “Cremona per me è stata una esperienza comunque positiva. La società mi ha mandato via dopo 9 risultati utili consecutivi quando eravamo quarti in classifica. Avevo ancora un anno di contratto risolto poi a gennaio. Nel frattempo c’erano delle possibilità per lavorare in B ma i presupposti non mi convincevano ed ho aspettato l’occasione giusta che finalmente è arrivata”. “Non ho fatto un discorso economico quando ho accettato la proposta. Ho scelto Salerno per il blasone della piazza e per la serietà della proprietà. Si tratta di una svolta importante per la mia carriera e poterlo fare nella mia città è la cosa più giusta”.

L’esperienza nelle giovanili del Genoa e l’utilizzo dei giovani in Serie B. “Nasco nel settore giovanile. I giovani mi piacciono soprattutto se sono bravi perché hanno entusiasmo ed hanno fame di emergere. La Lazio ha tanti ragazzi interessanti. I giovani che ci interessano devono avere anche carattere perché calpestare il prato dell’Arechi non è facile per nessuno”.

La rosa attuale della Salernitana. “Conosco i giocatori della Salernitana. il gruppo granata ha conquistato 80 punti quindi è una squadra che ha qualità. Ci sono giocatori di esperienza che possono fare sicuramente bene anche in B”.

La squalifica del portiere Gori. “Gori è un giocatore importante, lo ha dimostrato nello scorso campionato. Valuteremo se prenderne uno giovane oppure uno più esperto. Se ho un orientamento? L’importante è che sia bravo”.

Vincenzo_Torrente_presentazione_7La giornata di Torrente. “Ho visto lo stadio, l’Arechi in buone condizioni. Non ho visto ancora le altre strutture ma lo farò il prima possibile”. Sul sintetico. “Sarebbe meglio allenarsi sull’erba naturale ma se c’è il sintetico ben venga anche perché sul sintetico questa squadra ha totalizzato tanti punti…”.

Poi un commento su Calil. “E’ un attaccante che ha fatto tanti gol così come si è distinto quando era a Crotone. Può giocare sia da centrale che come esterno”.

Come è cambiata la serie B? “La cadetteria è cambiata a livello tattico. C’è meno qualità ma molta più tatticismo. E’ un campionato lungo, difficile ed emozionante che regala sempre sorprese”.

Il ritiro, le aspettative di Torrente ed il pubblico dell’Arechi. “Ogni allenatore si aspetta di avere a disposizione la squadra completa quando parte per il ritiro estivo ma questo è sempre difficile. Spero almeno di avere l’80% del gruppo a disposizione. Abbiamo comunque una buona base”.

Le telefonate di congratulazioni. “Oggi mi chiamano in tanti ma la telefonata di congratulazioni che mi ha fatto più piacere è stata quella dei miei genitori”.

La duttilità del modulo. “Se non c’è la possibilità sono pronto a variare anche se l’dea di calcio, almeno in partenza, è il 4-3-3”.

LE PAROLE DI MEZZAROMA

Vincenzo_Torrente_presentazione_4_Mezzaroma_FabianiIl mercato e gli obiettivi. “Se la Lazio ha dei giocatori che noi riteniamo possano andar bene, ben vengano. La Lazio è come le altre squadre. Questo cordone ombelicale tra Lazio e Salernitana è più formale che sostanziale. Il mio sogno è quello di vedere un calciatore di Salerno che possa esordire in prima quadra. Noi avevamo ipotizzato di salire in serie B in 5 anni. Lo abbiamo fatto con un anno d’anticipo. Non mi do obiettivi se non quelli di migliorare e crescere. Dove arriveremo non lo so, anche perché le squadre dello scorso anno partivano con dei programmi e si sono ritrovate con ben altre ambizioni. Come le imprese economiche c’è un momento di forte crescita poi c’è la stabilizzazione e poi si torna a crescere. Le crescite troppo veloci non sono mai positive”.

Campagna abbonamenti e aspettative della società. “Stiamo lavorando anche su questo. A breve lanceremo la campagna abbonamenti e cercheremo di andare incontro alle esigenze delle famiglie. Dal pubblico di Salerno (quest’anno sono stati magnifici in termini di passione e presenza), mi aspetto che possa esprimere a pieno tutte le potenzialità nel campionato di B. Anche noi cercheremo di portare quante più persone allo stadio. Siamo arrivati lì dove tutti volevano che arrivassimo”.

La prudenza di Mezzaroma e le promesse. “Noi cercheremo sempre di essere prudenti. L’importante è essere competitivi. Tutti coloro che competono in qualsiasi lega ambiscono a raggiungere il massimo”.

LE PAROLE DI FABIANI

Vincenzo_Torrente_presentazione_5_Mezzaroma_FabianiLa scelta di Torrente. “Ha il profilo giusto per la Salernitana ed una larga esperienza nel settore giovanile. Qualche campionato lo ha anche già vinto. Ha lavorato in una piazza come Bari tutt’altro che facile ed ha sfiorato per due anni i play off. Ho ritenuto opportuno parlarne con Lotito e Mezzaroma e loro in due minuti hanno capito e compreso la scelta”.

Differenze con Menichini. “Ho avuto il piacere di lavorare con Vincenzo. Lui era nel settore giovanile mentre io ero in prima squadra. Sia nel calcio di parrocchia che in finale di Champions dentro il pallone c’è sempre l’aria. Il calcio è sempre uguale in tutte le categorie”.

Perché il divorzio da Menichini. “Posso solo rispondere con un grazie a Lotito e Mezzaroma che hanno riposto fiducia nei miei confronti. Non ho creato io questa situazione e non siamo qui per parlare di Leonardo (Menichini ndr). I programmi possono cambiare questo fa parte del gioco ad ogni modo un ringraziamento Menichini lo merita”.

Il mercato e gli svincolati del Parma. “Ci sono molte considerazioni da fare. Bisogna avere le indicazioni del mister su come intende mettere a posto lo scacchiere. Non abbiamo ancora parlato. Ad oggi la Salernitana ha in organico sei, sette giocatori a contratto. Dobbiamo arrivare a 12-13 e poi fare le considerazioni per i nuovi ingressi. Azzardare ipotesi di mercato mi sembra fuori luogo”.

Tuia e Gabionetta. “Tuia è tra quei calciatori che noi definiamo lo zoccolo duro. Dopo bisogna parlare con il calciatore e con l’agente. La volontà è quella di confermare Tuia anche per la prossima stagione. Gabionetta? Può darsi di si e può darsi di no. Il giocatore a fine giugno si troverà svincolato e farà delle valutazioni come le farà anche la società”.

GUARDA LA CONFERENZA STAMPA

Torrente dopo la conferenza stampa incontra alcuni tifosi

LE FOTO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Benvenuto Mister, ma su Calil già non ci ha capito nulla! Non è nè un esterno nè una punta centrale.

  2. NON FACCIAMO L’ERRORE DI FARE PARAGONI CON GALDERISI: TORRENTE E’ UN VERO ALLENATORE……. FORZA GRANATA !!!!

  3. Ma perché siamo sempre presuntuosi al punto di voler dare consigli agli allenatori? Sono dei professionisti , anche nel saper sopportare i presuntuosi.

  4. vi anticipo che con questo tizio ce ne torniamo dritti dritti in lega pro. ahaha forza torrente in piena ahuahua

  5. Piena fiducia nella società. L’unica “critica”…..il cartellone Lega Pro alle spalle…SVegliaaaaaaaaa Siamo in BBBBB

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.