Salerno, critiche al corso di odontoiatria all’UniSa.  Rettore Tommasetti risponde su Radio Alfa 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
tommasetti_rettore_salernoDure le critiche della Commissione nazionale Albo Odontoiatri nei riguardi dell’attivazione del corso di Laurea in Odontoiatria presso l’Università degli Studi di Salerno, a partire dal prossimo anno accademico.

Le critiche degli odontoiatri partono dal presupposto che il numero esiguo di iscritti, al momento solo 11 studenti, rappresenti un vero e proprio spreco di denaro pubblico.

A puntare il dito è il presidente della Cao, Giuseppe Renzo, che definisce il corso “inutile e dispendioso e contro ogni principio di spending-review”. In Italia i corsi di laurea in odontoiatria sono in totale 35.

“Spendiamo tantissime risorse – ha affermato il presidente dell’Albo Odontoiatri – per formare professionisti che poi, stante l’attuale situazione di ‘pletora odontoiatrica’, saranno spinti a recarsi all’estero ad esercitare la professione”.

Critiche che respinge al mittente il rettore dell’ateneo Salernitano, Aurelio Tommasetti, intervenuto oggi a Radio Alfa.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. un nuovo corso di laurea senza una sede: con i tempi biblici che ci sono per costruire strutture gli studenti faranno la pratica per corrispondenza. Cui prodest: una distribuzione di stipendi, opsss volevo dire cattedre a pioggia per sistemare figli e nipoti di cattedratici? 35 facoltà sono un’enormità e pantalone paga. Chiediamo a De Luca di verificare questi atti sottoscritti da amministrazioni precedenti che hanno appoggiato questa scriteriata spedita di denaro pubblico.

  2. Un corso di laurea in odontoiatria con 11 studenti: o è fatto per creare dei super dentisti o è fatto per sistemare qualche napoletano senza poltrona oppure per parcheggiare qualche figlio di cattedratico in conflitto di interessi. Comunque uno spreco di denaro pubblico inconcepibile con la crisi che il paese attraversa. senza contare che parliamo di una professione tutta protesa verso il privato, quindi c’è proprio da vergognarsi.

  3. la funzione dei nuovi corsi di laurea serve a decongestionare l’accumulo di docenti nelle università maggiori ( ho scritto università con la u minuscola poiché’ le nostre sono veramente nane) così come è successo 25 anni fa a catanzaro che fu rifugio peccatorum di docenti a fine corsa per salire di grado prima della pensione e per docenti che non avrebbero mai avuto la poltroncina, al massimo uno strapuntino. cosa dobbiamo dire? si continua con l’arroganza dei baroni ( anche questa volta con la b minuscola visto la impietosa differenza con vecchi Baroni della medicina) che non hanno nemmeno la decenza di stendere un velo pietoso al loro ardire. questa è la nostra università solo un grande spreco di denaro NOSTRO! BENE HA FATTO LA CAO A STIGMATIZZARE LA STORTURA.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.