In giro con Emily, la Ratajkowski fa impazzire la Costiera Amalfitana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
emily-ratajkowski-testimonial-della-costa-d-amalfi-1Esclusiva del Direttore de IlVescovado.it Emiliano Amato che ha sfoderato il fiuto del bravo giornalista e quello dell’accogliente cicerone per mostrare alla modella Emily Ratajkowski, in vacanza in Costiera Amalfitana le bellezze della Divina. Ne è nato un reportage eccezionale pubblicato con tanto di foto sul sito IlVescovado.it 

L’ARTICOLO DE IL VESCOVADO.IT.  Ci aveva provato davvero gusto Emily Ratajkowski la Costa d’Amalfi a girare in lungo e in largo e a farsi immortalare nei luoghi più esclusivi della “Divina”. I suoi scatti su Instagram hanno mandato in visibilio milioni di fans di tutto il mondo collezionando la solita valanga di “likes”.

Dalla foto in barca con gli sfondi di Positano e il Fiordo di Furore, a quelli della nobile Ravello, sull’Infinity pool del Belmond Hotel Caruso (da entrambi i lati), per le vie del centro storico. Sembra essere felice Emily, di trovarsi in un luogo che ispira bellezza e con cui riesce a sentirsi in simbiosi.

emily-ratajkowski-testimonial-della-costa-d-amalfi-3Di stanza da venerdì scorso presso il B&B “Il Ducato di Ravello”, nella Città della musica ha trascorso tre giorni davvero intensi. Appena registrato il numero di passaporto, Pietro, il responsabile della graziosa struttura ricettiva del centro storico, che aveva ancora sullo schermo del pc la home page de Il Vescovado, non ha perso tempo nel comprendere che in casa c’era proprio lei, quella modella da urlo che da qualche giorno era in prima pagina su tutti i quotidiani. Potere della tecnologia, di internet, dei social media, dell’evoluzione.

Oramai sono gli stessi vip a informare, i followers sulla meta prescelta per le vacanze, in tempo reale. Basta un selfie pubblicato su da Instagram, Twitter o Facebook e istantaneamente tutti sanno chi, dove e quando. Per le redazioni dei giornali, specie online, è una manna che scende dal cielo.

A dire il vero non ricordavo che quella 24enne modella e attrice fosse stata proclamata donna più bella del 2013 dal mensile GQ, l’amante di Ben Affleck in “Amore bugiardo”, e la protagonista del videoclip del brano tormentone “Robin Thicke” di Blurred Lines, ma soprattutto che potesse essere una potenza – oltre che di bellezza – comunicativa. Con i suoi 2 milioni e 800 mila followers su Instagram, anche un solo passo di “emrata” non passa mai inosservato.

emily-ratajkowski-testimonial-della-costa-d-amalfi-4Tutto è nato da quella foto di Positano, con la notizia che è rimbalzata ovunque. Ad Emily piace mostrare non solo le sue curve, ma i luoghi in cui si trova, così da essere seguita. “Se non comunichi non esisti”: lei il messaggio lo ha compreso prima di chiunque altro.

Sabato pomeriggio mi telefona Peppe Palumbo, figlio del Professore, titolare degli alberghi Villa Maria, Giordano, Villa Eva. Peppe, in realtà, di mestiere fa l’anfitrione, capace di intrattenere solidi e duraturi rapporti di amicizia con diversi personaggi del jet set internazionale innamorati di questi luoghi. «Stasera ti aspetto alla Bottega di Villa Maria per lo show che Chris, il mago, tiene solo per pochi intimi, come due anni fa».

 Chris Korn, di professione mago, è tra i dieci attualmente più forti al mondo (di recente si è esibito finanche davanti alla regina d’Inghilterra) e da diversi anni non perde occasione per soggiornare a Ravello dall’amico Peppe. «Perché non invitiamo anche Emily Ratajkowki, la modella che si trova a Ravello?» gli suggerisco, così da allargare il giro di amicizie glam di cui faccio volentieri parte, con Peppe che approva.

Ma come fare a cercarla? Di sicuro la si potrà scorgere in piazza. Intorno alle 22, un’occhiata ai tavoli dei bar della piazza ed eccola, seduta a quelli del Caffè Calce con un’amica, mentre sorseggia un calice di vino rosso. Mi presento e forse dalla somiglianza dei nostri nomi mi prende in simpatia. Mi invita a sedermi con lei. Le dico dello spettacolo, la invito e dopo essersi confrontata con la sua amica, accetta senza indugi.

emily-ratajkowski-testimonial-della-costa-d-amalfi-5«Paghiamo il conto e andiamo» mi dice. La sua amica si chiama Pia (diminutivo non so di quale nome), è americana, designer di moda. I suoi nonni hanno origini italiane: sua nonna è di Bari, suo nonno di Torino, ed è cristiana credente tanto che tra i vari tatuaggi ne ha uno, bello grosso, raffigurante il Sacro Cuore di Gesù contornato dalla corona di spine. Ci rechiamo verso San Francesco però prima verso Villa Maria. Qui ci sono Peppe, la fidanzata Nunzia e Chris che ci aspettano. Nunzia aspetta un bambino, Francesco, che nascerà tra fine di settembre e inizio ottobre ed Emily e Pia cominciano a rivolgerle delle domande e a imbastire un rapporto di confidenza al femminile. Ci trasferiamo alla Bottega di Villa Maria, bar davvero chic con boutique appena rilevato e ristrutturato. Arriva il Professore, i nipotini Vincenzo e Carla e c’è anche Eddie Oliva.

Dopo aver ottenuto tutto l’occorrente Chris dà inizio allo show e sin dai primi numeri Emily e Pia rimangono letteralmente a bocca aperta, specie quando il mago è capace di far passare, attraverso il tessuto di una camicia, un mezzo dollaro d’argento. Bastano pochi minuti a Emily e Pia per ritenersi soddisfatte di aver accettato l’invito. L’ambiente è quello giusto, con Eddie Oliva che al termine dei trenta minuti di show non riesce a non imbracciare la chitarra e suonare per cantare i brani della tradizione napoletana.

Termina con “That’s amore” la bella serata, con Peppe ed Emily che scambiano i recapiti in vista di un futuro ritorno a Ravello. Al ritorno una sosta in piazza Vescovado con Emily che resta folgorata dalla mia vecchia Fiat 500 del 1968. L’indomani, prima di partire (alle 16) avrebbero voluto visitare un paesino della Costiera più “simple”. Ci sediamo ai tavoli di Fausto e propongo Atrani, descrivendo la bellezza del borgo, offrendomi di guidarle alla scoperta del paese più piccolo d’Italia. Naturalmente in 500! Anche quest’altro invito piace e viene accettato di buon grado. E’ l’una, alle ragazze viene fame e chiedono quel panino alla bresaola che già avevano avuto modo di provare il giorno prima. «It’s amazing» esclamano. Stanchissime, intorno all’una e mezza, Emily e Pina decidono di rientrare in stanza dandomi appuntamento alla mattina seguente.

Iemily-ratajkowski-testimonial-della-costa-d-amalfi-2ntorno a mezzogiorno le scorgo in piazza: foto e video alla banda che suona e destination Atrani. Cappotta scoperchiata, stile Dolce Vita con sosta a Castiglione. A piedi giungiamo sul piazzale della Collegiata di Santa Maria Maddalena con la terrazza che si tuffa nel blu. A Emily e Pina piace farsi guidare alla scoperta di quel luogo incantato, e scattano foto per immortalare ogni attimo, ogni luogo, ogni emozione, ringraziando per l’opportunità. Attraverso i bianchi dedali inestricabili di vicoli e scale a gradoni, dove resiste immutato il fascino medievale della gloria marinara d’Amalfi giungiamo nella caratteristica piazzetta del borgo marinaro. Fa molto caldo e ci fermiamo alla Risacca per un aperitivo.

Qui è nato il Lemon Spritz, drink a base di limoncello e limoni IGP della Costa d’Amalfi. Le ragazze vogliono assaggiarlo e Lello ce ne porta tre in calice accompagnati da una varietà sostanziosa di fingers foods. «Grazie per tutto questo, ma perché lo fai?» mi chiede Emily a cui spiego il nostro concetto di ospitalità, specie con quelle persone o personaggi che possono regalare ulteriore visibilità e prestigio a questi luoghi, proprio come ha fatto lei con le sue foto su Instagram. «Vedi tutte queste persone?» le dico «sanno già da un paio di giorni tu chi sei e che ti trovi qui. Pochi prima d’ora si erano svelati così tanto, vivendo una vacanza così social».

Non è soltanto bella Emily, figlia di un pittore di origine polacca ed irlandese, e di una professoressa e scrittrice, nata a Londra, ma cresciuta in California. Ragazza silenziosa che parla al momento giusto; ci pensa la più estroversa Pia, a tratti, a vivacizzare il momento. Emily non passa inosservata nemmeno ad Atrani e qualcuno le chiede di posare in foto: lei, sempre disponibile, non se lo fa ripetere due volte. Ama i panni stesi dai palazzi baciati dal sole, le nicchie con le effigi dei Santi, le barche ormeggiate alle gavitelle.

«Trascorro parte dell’anno a Palma De Maiorca – dice – questo posto è molto simile ma sicuramente più bello». E’ ora di pranzo e propongo di trasferirci ad Amalfi, a piedi, luogo che non avevano nemmeno inserito nel loro itinerario. Incantate davanti alla maestosità della facciata del Duomo ci rifugiamo – dal caldo – al ristorante da Gemma, tempio della gastronomia della città marinara.

Come sempre l’accoglienza dei due responsabili di sala Alfonso Minutolo e Roberto Mansi è eccellente. Emily non vuole consultare il menu, si vuole fidare dei consigli di Alfonso che, conoscendo anche i miei gusti, propone un piatto esclusivo, un misto di pesce crudo con carpaccio di tonno, gamberetti di nassa, scampi, seppioline, accompagnato da una Falanghina biologica delle Cantine Sammarco. E quando le rivolgo la più scontata delle domande, cioè quali sono le regole a cui deve attenersi quotidianamente per mantenere le sue forme inalterate, risponde candidamente: «Nothing, I’m lucky (nulla, sono fortunata), questa è la mia costituzione e mangio di tutto».

E come attività fisica? «Nulla». E’ allora che Emily, per un attimo, diventa testimonial del ristorante Da Gemma, facendosi immortalare con il variopinto piatto creato dallo chef Salvatore Milano. Il pasto è veloce, alle 16 bisogna tornare a Ravello per ripartire alla volta dell’aeroporto: c’è giusto il tempo per un assaggio di paccheri di Gragnano con burrata, tartufo nero, salsa agli sconcigli e pomodorini. «Delicious» esclama soddisfatta Emily che ci tiene a salutare la cucina e a posare con tutti.

Per il dolce tappa d’obbligo alla Pasticceria Pansa dove è una coda d’aragosta a chiudere in dolcezza l’esperienza gastronomica di Emily in Costa d’Amalfi, coccolata dai fratelli Pansa e dallo staff. Dai loro volti si percepiva tutta la soddisfazione di ospitare, seppur per pochi minuti, la bella modella, di semplicità innanzitutto.

Si risale a Ravello dove ad attenderla c’è Pietro e il driver Lorenzo Imperato. «Grazie di tutto» mi dice Emily dopo aver posato per l’ultima foto con la mia 500. Le lascio i miei recapiti, ricordandole che a Ravello e in Costiera è sempre la benvenuta e che quando sarà per lavoro a Roma (è la testimonial della linea di intimo Yamamay) potrà ristorante ogni volta che vorrà. «Mi sono sentita a casa e presto verranno anche i miei genitori» annuncia. «Questo è un posto fantastico, lo dirò a tutti». Parola di Emily Ratajkowski.

IL SERVIZIO FOTOGRAFICO COMPLETO SU IL VESCOVADO.IT

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. Avete rotto con queste notizie! Lo volete capire che a noi non c’è ne frega una beata min…chia!!!per fare cosa poi?un po’ di pubblicità a queste pasticcerie! Ma andate a zappare!

  2. …è necessario spendere non so quante righe per una modella ed un servizio giornalistico…bah, se questo fa notizia…

  3. Scusate ma questo battage per “una signora nessuno” quando finisce?
    Vivo in costiera ma di tutta questo “bailamme” non ne ho visto neanche l’ombra, nessuno ha visto e quello che ancora piu’ grave di questa “signorina” nessuno ricorda di averla incontrata.
    Cortesemente quando scrivete queste “fesserie” solo a fini pubblicitari, sappiatelo almeno fare.
    La costiera di queste “castronerie” non ne ha sinceramente bisogno. Abitano in questi luoghi ragazze che dal punto di vista “fisico” a questa eminente sconosciuta danno dei punti…..e non pochi.
    Ora basta se ne vada altrove questa “signorina nessuno” in cerca di facile pubblicita’.
    Basta non inondateci con persone “nulle” in cerca di pubblicità

  4. Ma perchè andare sulla costiera Amalfitana per essere cosi banali?? Vi consiglio il Cilento,Paradiso popolato da Dio che esprime l’essere diversi da questa massificazione di pettegoli pronte a mostrare chiappe,solo chiappe e poco cervello.Sono in vacanze nel Cilento e vi posso assicurare che mi sento Io, Libero, Selvaggio e individualista.

  5. Ma che idioti scrivere tutte ste stronzate per fare pubblicità alle pasticcerie pastifici ristoranti ed infine la tua 500, manco se ti fossi portato in giro Madonna….infatti delle tue caxxate non se ne accorto nessuno come conferma il commento dell’amico che abita in costiera…il problema che non avete cose interessanti da scrivere e quindi pubblicate ste cagate di articoli…capre!!!

  6. Datte na calmata, a me sta figa me piace. Tu Mario hai preso un colpo di calore. Oggi a Roma 40°

  7. Ma dove è tutta sta’ gente che sta impazzendo per questa signorina???
    In costiera la settimana e’ passata normalmente, non è stato segnalato nessun caso di “pazzia”…
    A quando questi signori giornalisti o pretesi tali faranno e scriveranno cose serie???
    Basta con le cavolate a pagamento siamo seri!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.