Ogliastro accoglie: nel Cilento il primo co- housing dedicato ai migranti targato La Rada

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sbarco_migranti_immigrati_germania_7Sarà inaugurato domani, venerdì 17 luglio alle 18.00, ad Ogliastro Cilento (in via Panoramica, 4) denominato “Ogliastro Accoglie”, il primo co-housing rivolto ai migranti richiedenti asilo della provincia di SalernoL’obiettivo del Consorzio La Rada e delle cooperative associate Prometeo 82La Città della LunaInsieme a Piazza S. Giovanni Sisaf è offrire, agli ospiti e all’intera comunità di Ogliastro Cilento, uno spazio di welfare generativo che sappia valorizzare la dignità e le potenzialità di ciascun ospite e favorire lo scambio dei saperi tra persone di cultura o generazione diversa.

Nuclei familiari, donne sole con bambini, giovani adulti, minori non accompagnati, tutti richiedenti asilo provenienti da Paesi diversi condividono spazi e servizi comuni nell’ottica del co-housing mantenendo la riservatezza e la propria autonomia nelle singole unità abitative.

“La scelta de La Rada di intraprendere questo percorso ad Ogliastro Cilento- spiega la presidente de La Rada, Elena Palma Silvestri– risponde alla volontà del Consorzio stesso e delle sue cooperative di valorizzare le aree interne trasformando i bisogni in nuove opportunità di crescita sociale ed economica per il territorio. Da qui la scelta di organizzare gli spazi in modo flessibile perché possano essere di volta in volta riconvertiti rispetto ai nuovi bisogni ed opportunità che nel tempo dovessero emergere dalla comunità”.

Ogliastro Accoglie vuole essere dunque una struttura polifunzionale per l’accoglienza e la promozione del benessere delle persone in momentanea situazione di fragilità, siano esse minori, donne sole con bambini, anziani, migranti richiedenti asilo, disabili.

L’inaugurazione del prossimo venerdì, sarà l’occasione per riflettere insieme con gli attori locali, le istituzioni e i partner di rete sull’emergenza immigrazione che i nostri territori stanno affrontando e sui possibili modelli di accoglienza da intraprendere per conciliare la “buona” accoglienza e la necessità di un impatto positivo e non invasivo per le comunità locali. Sarà soprattutto, un’occasione per vivere un momento comunitario di scambio e di allegria insieme agli ospiti della struttura di accoglienza e i tanti amici della rete, nel pieno spirito cooperativo e di solidarietà che da sempre ispira in nostro fare impresa sociale.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.