Ambiente: area Parco Fiume Sarno, ancora sequestri e denunce

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Carabinieri_WWFAncora interventi a tutela dell’area del Parco Regionale del fiume Sarno da parte deI personale dell’Arma dei Carabinieri del Comando Stazione di San Valentino Torio insieme al personale dell’Ente Parco e del Nucleo Provinciale di Salerno Guardie Giurate del WWF Italia – grazie anche alle continue segnalazioni che pervengono da privati cittadini sempre vigili e determinati  alla salvaguardia dell’ambiente e del fiume Sarno. I  Militari, Coordinati dal M.llo Umberto Alfieri,  si sono concentrati nuovamente nei pressi del fiume Sarno nei territori che costeggiano via Vetice. Ancora una volta in quest’area i Militari ed il personale tecnico dell’Ente Parco intervenuto a supporto, hanno individuato una discarica di rifiuti speciali pericolosi e non, con un enorme quantitativo di vecchi  pneumatici abbandonati, tanto materiale plastico, ferroso, eternit, nonché materiale di scarto proveniente da lavori edili e smaltito illegalmente.

Il tutto in stato di abbandono incontrollato che oltre ad interessare i vicini terreni coltivati, risultava a pochi metri dalle acque del Rio San Marino, una delle tre sorgenti del fiume Sarno e che inevitabilmente   contribuiva a determinare la completa distruzione di questa area, sia dal punto di vista naturalistico che ecologico. Ulteriori controlli dei Militari hanno appurato come tale drammatica situazione, oltre che portare a degrado irreparabile un’area di particolare valenza naturalistica, poneva a rischio anche le coltivazioni agricole dei vicini terreni, irrigati  proprio per la presenza di piccoli fossi canali e di alcuni pozzi.

Dopo una attenta valutazione con il personale dell’Ente Parco e delle Guardie Giurate del WWF Sez. di Salerno, i Militari dell’Arma, ritenuto che tale illecita attività concretizzasse a tutti gli effetti una vera e propria discarica abusiva, in piena area di riserva,  con notevoli ripercussioni da un punto di vista dell’inquinamento, del suolo e delle falde presenti, procedevano immediatamente al sequestro dell’intera area su cui insistevano altresi un vecchio rudere ed una struttura adibita a deposito e presumibilmente, a trasformazione e lavaggio di prodotti ortofrutticoli, per complessivi 1000 mq.. Inoltre venivano scoperte anche alcune aree bruciate dove senza dubbio alcuno, rifiuti di ogni genere, venivano dati irresponsabilmente alle fiamme, con ulteriori ripercussioni dannose per l’ambiente, le colture ivi presenti e la salute pubblica.

Considerato che tale area rientrava nel perimetro dell’ Ente Parco (Ente  istituito con Decreto del Presidente della Giunta Regionale della Campania n. 780 del 13 novembre 2003) tra le numerose contestazioni veniva anche contestato l’art.452 bis della Legge 22 maggio 2015, n. 68  “Disposizioni in materia di delitti contro l’ambiente” poiché tale illecita attività risultava aver provocatola compromissione  ed il deterioramento delle  acque, del suolo, del sottosuolo nonché dell’ecosistema, della biodiversita’ agraria,  della flora e della fauna. Nel prosieguo delle attività sono state anche controllate alcune strutture edili in fase di realizzazione e per le quali sono ancora in corso accertamenti tecnici.

Il personale dopo le procedure di rito ha predisposto ed inoltrato alla Autorità Giudiziaria una dettagliata denuncia a carico del proprietario del fondo agricolo.  Lo scrivente Coordinamento ricorda a chiunque volesse segnalare situazioni di degrado, inquinamento o detenzione di avifauna protetta che è possibile inviare segnalazioni alla seguente mail: guardiewwfnucleosa@libero.it guardiewwfnucleosa@libero.it    guardiewwfnucleosa@libero.it guardiewwfnucleosa@libero.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.