La spiaggia libera di Minori diventa laboratorio internazionale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Minori_panoramaMinori rivoluziona il concetto di spiaggia libera: più servizi al cittadino, pulizia costante dell’arenile, un laboratorio quotidiano di giochi con tematiche ambientali. Più ragazzi che arrivano da tutto il mondo che fanno accoglienza e che con la loro presenza lanciano “messaggi” di integrazione interculturale, impegnando e coinvolgendo anche giovani “svantaggiati” del territorio. In Costiera amalfitana si volta pagina rendendo il mare e la spiaggia un bene di tutti, dove la “biodiversità” viene protetta e insegnata giocando, e dove la “sostenibilità ambientale” non è solo una teoria.

E’ l’Associazione Costiera Amalfitana Riserva Biosfera (Acarbio) che dal 2009 è al lavoro per la candidatura di quest’area a Riserva Mab Unesco, che insieme al Comune di Minori che ha emanato un  “avviso pubblico” rivolto ad organizzazioni non profit, a presentare un progetto “socio-ambientale” “Make it blue”, dove con lo slogan “Costiera amalfitana, a Minori la spiaggia è anche mia” ha voluto sintetizzare il concetto di “bene pubblico e tutela ambientale” in un’ottica di sensibilizzazione delle tematiche che riguardano la risorsa mare, un bene che è di tutti ma che non tutti riescono pienamente a fruire.

Ogni giorno il tratto di spiaggia libera (di fronte alla Basilica di Santa Trofimena) diventa uno spazio dove vivere pienamente l’estate e il mare, grazie alla presenza di un “campo internazionale” Yap  (Youth Action for Peace) che ogni due settimane cambierà – in questo momento sono presenti ragazzi che arrivano dalla Russia e dalla Spagna, altri sono in arrivo dalla Finlandia, Francia, Polonia, Germania – e allo staff di Acarbio (coadiuvato da assistenti proveniente da Svezia, Austria e Spagna). A completare, giovani disoccupati minoresi dell’apposita graduatoria comunale per l’avviamento al lavoro di “persone svantaggiate”.

I fruitori della spiaggia hanno a disposizione un arenile sempre pulito, un laboratorio dedicato ai bambini (dalle ore 10 alle 12) dove imparano divertendosi, un punto informazioni multilingue, creando socializzazione tra i frequentatori della spiaggia.  L’angolo delle storie, con filastrocche e indovinelli con temi ambientali; l’importanza del riciclo utilizzando materiale di recupero; la salvaguardia del “cielo, mare terra” e della biodiversità creando giochi che spiegano ai più piccoli questi concetti, sono solo dei piccoli esempi di come su una spiaggia pubblica, si può dar vita a dei veri e propri laboratori a cielo aperto. E di come la risorsa mare può essere utilizzata “valorizzando” ciò che si ha e mettendolo a disposizione di tutti.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.