Legge Severino, sospensione De Luca: rinviato il verdetto su Governatore

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Vincenzo_De_Luca_specialeCirca sei ore, il tempo necessario ai legali delle diverse parti in causa per esporre le ragioni pro e contro la sospensione degli effetti della legge Severino nei confronti del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Poi i giudici della prima sezione civile del Tribunale di Napoli, presieduta da Umberto Antico(il giudice che già sospese la ‘Severino’, accogliendo il ricorso del sindaco di Napoli Luigi De Magistris), hanno dichiarato chiusa l’udienza e si sono riservati la decisione, che non dovrebbe tardare (secondo le previsioni il deposito potrebbe avvenire all’inizio della prossima settimana).

Il Tribunale, in composizione collegiale (con i giudici Anna Scognamiglio e Raffaele Sdino) dovrà stabilire se confermare, modificare o revocare quanto stabilito il 2 luglio scorso dal giudice monocratico Gabriele Cioffi che, con un provvedimento di urgenza (ex articolo 700) congelò la sospensiva che era stata emanata a carico di De Luca in applicazione della legge Severino avendo il neogovernatore riportato una condanna in primo grado (nel suo precedente incarico di sindaco di Salerno) a un anno per abuso di ufficio. Il decreto di Cioffi (andato nel frattempo in pensione), secondo quanto prevede la procedura di urgenza, fu emesso ”inaudita altera parte” ovvero senza ascoltare le argomentazioni delle parti. Oggi invece si è entrati nel merito, con gli interventi di numerosi legali, che hanno espresso le loro divergenti opinioni sulle varie questioni sul tappeto a cominciare dalla sospensione firmata dal premier Matteo Renzi dopo la proclamazione degli eletti per dare corso alle disposizioni della legge Severino.

A difendere le ragioni di De Luca, i legali del governatore, della Regione e del presidente del Consiglio regionale Rosa D’Amelio. Per la revoca del decreto Cioffi, si sono schierati invece il Movimento Cinque Stelle, Sel, il Movimento difesa del Cittadino, e un gruppo di ex consiglieri regionali di centrodestra (il loro legale, avvocato Salvatore Di Pardo, ha chiesto che, in base al principio di uguaglianza, la legge Severino debba essere applicata come lo fu per Berlusconi quando l’ex premier fu dichiarato decaduto dalla carica di senatore). Per la revoca si sono pronunciati, secondo quanto riferito dai legali, anche i rappresentanti dell’Avvocatura dello Stato e il pubblico ministero.
(ANSA).
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Si ringraziano i paladini dei ricorsi che si affiancano a Berlusconi , l’uomo dai mille e un processo .

  2. Sicuramente la precedente Amministrazione Regionali è diventatata famosa in Europa per la sua inefficienza, o complicità al sistema, ora che altro ci aspetta? I valori e la società sprofondano, si è votato per cambiare, speriamo che Diogene abbia trovato l’uomo.

  3. Ma se hanno già deciso di farlo governare, non ci sono Giudici che tengano per De Luca. Accordo già fatto…sic !!

  4. con de luca siamo sicuri che sarà governo di tipo sudamericano con i poteri forti che collaborano pur di coprire tutti quei fatti che altrimenti sarebbero da condannare.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.