Napoli: incendio a Gianturco, fumo invade Uffici Regione Campania – VIDEO e FOTO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Incendio_Centro_Direzionale_1Un colonna di fumo nero si è levata alle spalle del Centro Direzionale di Napoli dove sono ubicati tra gli altri anche gli Uffici della Regione Campania. Il fatto è accaduto poco dopo le 15.30 nella zona di Gianturco. A prendere fuoco per cause ancora da accertare, un capannone industriale di articoli cinesi al cui interno erano custodito numeroso materiale plastico. La nube tossica è stata accompagnata anche da un odore acre molto intenso che ha reso l’aria irrespirabile.  Alcuni cittadini preoccupati hanno lasciato i palazzi circostanti e qualche momento di apprensione si è registrato anche da parte di qualche funzionario regionale che temeva una situazione più allarmante. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco che hanno lavorato a lungo prima di domare le fiamme e le forze dell’ordine per i rilievi del caso. Si tratta del secondo grosso incendio sviluppatosi nella stessa area in un mese: l’ultimo precedente il 26 giugno scorso.

Ancora da definire le cause del rogo: tanta la plastica andata in fumo il che alimenta il rischio diossina. Proprio su questo sono impegnati in queste ore i tecnici dell’Arpac cui spettano le verifiche ambientali. Tre o quattro le bombole di gas all’interno dei depositi che sono esplose provocando delle forti detonazioni. Sei persone, due vigili del fuoco e quattro poliziotti, sono rimasti intossicati dalle esalazioni. Diverse le squadre dei vigili del fuoco impegnate per ore per spegnere il rogo: a dare una mano ci ha pensato anche la pioggia, caduta copiosa tra le 17 e le 18. Meno di un mese fa un incendio di minore portata interesso’ un capannone gestito da cinesi in via Galileo Ferraris, nella stessa area in cui si è sviluppato il rogo di oggi.

Due vigili del fuoco sono rimasti intossicati dal fumo che si è sprigionato nel vasto incendio divampato nel pomeriggio nell’aria orientale di Napoli. I due pompieri sono stati accompagnati in ospedale dove hanno ricevuto le cure dei sanitari.

Anche quattro poliziotti, intervenuti sul luogo dell’incendio, hanno riportato problemi di natura respiratoria a causa delle esalazioni da fumo. Nessuno di loro, come i due vigili del fuoco che hanno fatto ricorso alle cure dei sanitari, è in condizioni preoccupanti.

‘Il fumo nero che si è sprigionato dall’incendio verificatosi oggi a Gianturco, a Napoli, è sicuramente tossico e nocivo. Migliaia di persone hanno respirato chissà quali e quanti veleni. Serve immediatamente un monitoraggio sanitario almeno dei residenti per evitare un disastro annunciato”. É il commento dei deputati campani del M5S che hanno presentato oggi un’interrogazione ai ministri della Salute e dell’Interno. Quella zona è ”cruciale per una serie di motivi” dice il M5S come ”l’altissima presenza di commercianti cinesi e la vicinanza del centro operativo della Direzione investigativa antimafia”.

”Ci giungono voci circa il fatto che nella zona interessata fossero occultati rifiuti di diverso genere e materiali industriali, probabilmente anche sostanze chimiche nocive ammassate una sorta di discarica abusiva”. Nell’interrogazione si chiede di ”verificare le responsabilità in merito a danni cagionati all’ambiente e alla salute dei cittadini e intervenire al fine di verificare la pericolosità del materiale bruciato e ciò per tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini”.

 

IL VIDEO

LE FOTO

Incendio_Centro_Direzionale_4 Incendio_Centro_Direzionale_3 Incendio_Centro_Direzionale_2

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.