Eboli, assistenza socio sanitaria: verso la riduzione delle tariffe di compartecipazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sensibile riduzione delle tariffe di partecipazione a carico dei cittadini nel campo dell’assistenza socio-sanitaria. Il coordinamento dei Comuni afferenti al Piano di Zona di cui Eboli è capofila ha raggiunto l’intesa per varare un nuovo regolamento che garantisca assistenza a chi ne ha bisogno, ma senza gravare in maniera sostanzioso, ed al volte non sopportabile, sulle tasche degli aventi diritto.  I sindaci hanno accolto l’invito del Comune di Eboli a rivedere il regolamento attualmente vigente ed il prossimo 20 agosto saranno chiamati a deliberare il nuovo regolamento sulla scorta di una proposta avanzata da Eboli attraverso l’assessore comunale alle politiche sociali, Lazzaro Lenza. La proposta di revisione delle tariffe di compartecipazione parte dalla valutazione di quanto squilibrio vi fosse tra gli assistiti.

«Con il sindaco Cariello – spiega l’assessore Lenza – abbiamo verificato quanto fosse esorbitante la quota di partecipazione di coloro che, per reddito, si trovano nella seconda fascia, cioè tra gli esenti e coloro che possono permettersi di pagare la tariffa per intero per i servizi di assistenza socio-sanitaria. Ma c’era di più: le tabelle non facevano rientrare nelle compartecipazioni coloro i quali ottenevano l’assistenza di tipo solo sociale, perché autosufficienti, anche se si trovavano nella disponibilità di partecipare alla spesa». La proposta formulata dall’assessore Lazzaro Lenza nella riunione del coordinamento dei Comuni riguarda la revisione del calcolo dei redditi degli aventi diritto all’assistenza. Nelle more, cioè fino al prossimo 20 agosto, sarà sospeso il regolamento attuale. Evidentemente il coordinamento del Piano di Zona prevederà il recupero retroattivo delle compartecipazioni anche per il periodo che va fino al prossimo 20 agosto, ma sulla scorta delle nuove tariffe che risulteranno abbondantemente ridotte, con previsioni tutte favorevoli agli assistiti.

«La nostra idea – ha commentato il sindaco di Eboli, Massimo Cariello – è di evitare che si creino situazioni di difficoltà per cui, come già accaduto in passato, anziani e non autosufficienti possano rinunciare all’assistenza, perché ritenuta troppo onerosa. L’obiettivo deve essere un’assistenza efficace ed efficiente, che raggiunga tutti coloro i quali ne abbiano bisogno, senza escludere nessuno». Sulla proposta del Comune di Eboli, il coordinamento dei sindaci e dei delegati ha espresso pieno gradimento, in attesa di deliberare il prossimo 20 agosto il nuovo regolamento.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.