Salerno: tra polemiche e disagi proseguono i lavori per il nuovo arredo in Piazza Vittorio Veneto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Lavori_Piazza_Vittorio_VenetoSi rifà il look Piazza Vittorio Veneto, per cambiare anche un po’ la storia recente di quella che per tutti è Piazza Ferrovia, troppe volte presidiata da questuanti e parcheggiatori abusivi. L’Amministrazione Comunale ha dato l’ideale start per la riqualificazione urbana di una zona troppo importante, visto che è la porta d’entrata principale in città per chi arriva a Salerno in treno, ma anche per la messa in sicurezza della zona.  Eccolo, il progetto della nuova Piazza Vittorio Veneto, su cui affaccia la Stazione ferroviaria: l’idea di partenza, al di là delle polemiche di questi giorni, è di quelle già sperimentate con successo in altre città italiane: pedonalizzare l’intera piazza per renderla più accogliente e fruibile, un bel biglietto da visita per una Salerno che studia ancora da città turistica.

Il cantiere è partito ma fra tre mesi circa attorno all’obelisco che ricorda i caduti sorgerà un’area verde, poi ampi tratti pedonali, corpi illuminanti di ultima generazione, zone di sosta veloci per le auto, in terminal per non più di due autobus per volta lato Poste e due stecche dedicate solo ai tassisti, davanti agli arrivi. I sacrifici da sopportare, al momento, sono notevoli: nel video si vedono gli operai al lavoro mentre in via Vinciprova, squadre tenici procedono agli interventi per allestire il nuovo capolinea Cstp e dotare l’area dei servizi igienici. Qui ad essere sacrificata è la sosta auto a ridosso del mercato etnico, ma c’è chi giura che il capolinea si integrerà perfettamente con l’assetto urbano di via Vinciprova, dove sorgeranno nuove residenze, una chiesa, aree verdi.

Al momento, qualche disagio lo patiscono gli automobilisti in cerca di parcheggi e gli autisti Cstp che debbono convivere con i colleghi Sita pure per i servizi igienici. E poi ci sono gli utenti, che restano perplessi, ma si sa, alle novità si fa presto ad abituarsi. Restano, invece, i problemi legati alla mancanza di una pensilina alla fermata della Sita di Corso Garibaldi, utilizzata anche dai turisti per raggiungere la Costiera Amalfitana. Poco più avanti alla fermata del Cstp il rappresentante sindacale della Cgil, Amedeo D’Alessio, rileva problemi legati alla sicurezza.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Ma un sottopassaggio dalla stazione fs al capolinea autobus di via vinciprova nokia ci ha pensato nessuno?

  2. io dico una cosa: ma la piazza, ultimata, non potrebbe essere lasciata al transito (e sosta) dei soli taxi e autobus cstp?!? ….troppo difficile, vero?

  3. è buona ma siccome siamo grandi si potrebbe fare un nuovo ingresso “monumentale”, stile VDL, da Vinciprova o da Cittadella e adibire la vecchia stazione a commercio e/o uffici. Potrebbe essere un affare per le FS.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.