Scafati: beni comunali confiscati, la giunta approva un settore ad hoc

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Scafati_Comune_MunicipioLa Giunta Comunale ha istituitonell’ambito della nuova riorganizzazione della pianta organica in invarianza di costi un nuovo settore destinato alla gestione e valorizzazione dei beni comunali e confiscati, tra questi ultimi quello sottratto al clan Sorrentino, inutilizzabile poichè completamente abusivo e inagibile, e quello del clan Chierchia, sulla cui finalità di utilizzo sta decidendo il consiglio comunale.

Il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti: “Con un settore ad hoc per i Beni Comunali e Confiscati il Comune potrà tentare di captare forme di finanziamento finalizzate. Ad oggi non è stato possibile per mancanza di bandi mirati sul tema. Questioni e difficoltà che però abbiamo provato ad affrontare anche in collaborazione con associazioni come Libera che grandi competenze hanno in materia”.

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.