Salerno: arriva il via libera per il Porto a Pastena ma i comitati insorgono

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
51
Stampa
porto-pastena-SALERNOIl nuovo porticciolo di Pastena diventa realtà. Alla vigilia di Ferragosto il Consiglio di Stato ha ritenuto inammissibile il ricorso presentato negli scorsi mesi dagli attivisti che si sono schierati contro il progetto ed a difesa dello storico approdo della zona orientale.

Dopo uno stop durato circa due anni, il progetto  per la realizzazione di un nuovo porto turistico nel rione Pastena andrà avanti.

L’opera,chesaràrealizzata in progetto di finanza, prevede la realizzazione, stando ai dati diffusi dalla società concessionaria, di «450 posti barca, 30mila metri quadrati di spazi pubblici attrezzati liberamente accessibili ai cittadini per il loro tempo libero, oltre mille metri di nuovo Lungomare panoramico liberamente accessibile, un nuovo hotel, tredici residence, 370 box auto, 725 posti auto, un centro commerciale con bar e ristoranti sul mare»

Il legale del comitato che si oppone al progetto dice: «La nostra campagna non si ferma. stiamo studiando il provvedimento emesso dal Consiglio di Stato, valutando con attenzione se e quali ulteriori azioni intraprendere. Non abbiamo mai contestato l’individuazione del soggetto che realizzerà l’opera, bensì la fattibilità urbanistica, edilizia e paesaggistica dell’intervento. A nostro giudizio è su questi aspetti che l’intera procedura risulta carente. Aspetti
su cui il Consiglio di Stato ha ritenuto di non doversi esprimere».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

51 COMMENTI

  1. Con la scusa di tenersi quello schifo di porticciolo sostenendo che è un ritrovo storico stanno bloccando la riqualificazione di un quartiere. Queste stesse persone che si oppongono sono pure quelle che parcheggiano in doppia fila.

  2. Il polo nautico, che fa da apripista al nuovo porto, è lo specchio di come sarà la struttura: brutta, decadente, arrogante.
    Speriamo che il progetto salti.

  3. Tutta pastena vuole il nuovo portò , non c’è la facciamo a vedere quel degrado che da anni va sempre peggiorando. Pastena fatti sentire.

  4. salerno è nostra e la stiamo regalando agli amici costruttori del Sindaco. Un privato può costruire su terreno pubblico a patto che riqualifichi la zona con servizi fruibili dalla comunità. Hanno costruito il Crescent su suolo pubblico e hanno fatto passare la piazza antistante ( la grande chiavica europea) come opera destinata alla collettività. quindi noi ci paghiamo i lavori di manutenzione della piazza e dei parcheggi progettati male e soggetti a crollo per l’erosione del mare, e i costruttori si dividono gli utili ricavati dalla vendita di appartamenti milionari. Preferivo le zocole spiaggiate sulle quali non ci sono tasse da pagare…. Al porticciolo costruiranno solo l’alberghetto, di spazi verdi e lunghi passeggi nn se ne vedrà neanche l’ombra. Però afammoc almeno chi abita là non ha la sua bella spiaggetta privata cn la barchetella. sì, costruite cazomene…

  5. Ci si può opporre per irregolarità nel procedimento ma non certo se il progetto ti piace o meno, altrimenti vivremmo ancora nelle caverne. Se i finanziatori sono dei privati che investono loro soldi è chiaro che devono ottenerne un ricavo, ma ciò non è illegale, non capisco perché si diventa tutti poeti per difendere il piccolo spazio che sicuramente qualcuno del comitato si era ritagliato, e ora lo vede sfumare. Altro che poesia! Portiamo il progresso anche in questo quartiere deturpato da mille abusi mai contestati da nessun comitato.

  6. In un mondo dove le aziende vincenti che fatturano miliardi di dollari neanche più le vedi fisicamente (vedi Google o Amazon) a Salerno 4 pseudo imprenditori di chiara origine PD pensano di fare sviluppo riempiendo di cacca (quella dei rifiuti delle barche) e di cemento il mare di Pastena. Il sistema De Luca va abbattuto andando a votare Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni, per il bene di Salerno.

  7. LA Storia è già nota,ci facciano capire cosa sia riqualificare.Qualche esempio di suolo demaniale riqualificato vi è già.

  8. riqualificare o speculare questo è il dilemma. non credo che esista a salerno coscienza civica visto anche i risultati ottenuti di recente , ma dico solo una cosa per ricordarlo a coloro che hanno memoria breve, se la riqualificazione deve essere come tutte le altre opere di pseudo riqualificazione, allora vi dico non c’è speranza, come ad esempio piazza della libertà, tanto cara ad un certo personaggetto, dove ancora oggi si discute e dove ancora oggi è evidente lo sperpero del denaro pubblico.ma di che cosa stiamo parlando forse di come rubare i soldi pubblici. invece di riqualificare si rischia non solo di cementificare ma anche di creare l’ennesima cattedrale nel deserto.sapete quanto è costato piazza della libertà e quanto costerà rifarla.sono numeri spaventosi.
    buona giornata

  9. Ma che Ten e Bell o porticciolo di Pastena ah si la munnezza re che si accumula. La sera noi di Pastena non andiamo perché avete già capito chi la frequenta. E quel tratto di lunotare? Ah si tropp Bell iteniamocelo così come è

  10. x Salerno, il mondo al contrari
    Ah ok, allora abbattiamo tutte gli hotel , bed&breakfast, negozi vari.
    Se non vuoi nessun negozio fisico……
    Distruggiamo anche i porti, gli areoporti etc etc. Tutto inutile! Basta girare con gogkemaps da casa!

  11. Il porticciolo, purtroppo, oggi è una fogna a cielo aperto, malgrado la buona volontà dei residenti. L’intervento avrebbe dovuto farlo l’Amministrazione Comunale, qual momento di risanamento e qualificazione, ma non è avvenuto e non avverrà. Questa è l’Amministrazione che ci meritiamo. Allora, dato che comunque vada si farà, cerchiamo almeno di renderla il più fruibile ai cittadini, almeno consentendogli d’estate di fare un bagno, senza dover sottostare alla tagliola degli stabilimenti. Pensate ai pensionati al minimo.

  12. Se gli hotel devono occupare iimenso spazio pubblico come il Grand Hotel che parte da Torrione e finisce a Salerno centro no grazie, De Luca e i suoi compari ci hanno già tolto troppo spazio pubblico per i loro affari.

  13. riqualificare non significa rubare o fare opere colossali inadatte ad una città di medie dimensioni.già abbiamo la c.d. metropolitana come opera rigenerante e qualificante, costata un mare di denari per servire un bacino di utenza che avrebbe fatto meglio a prendere il trenino della lungomare.sapete quanto è costata e sapete quanto è lunga meno di sei chilometri.ma a che cosa serve o meglio a chi serve. continuiamo con la propaganda e con la corruzione dilagante a servizio del potere, tanto paghiamo tutti noi con le prossime tasse.a ognuno il suo che ben pro vi faccia.

  14. il bello è che se fate un sondaggio….9 su 10 vogliono la riqualificazione… ma i che stamm parlann? ma vuò vrè che per 70-80 persone non si realizza un progetto???bah…sul ca si vedono sti cos!

  15. Premesso che il porto commerciale e’ l’unica attivita’ produttiva di Salerno che cresce sempre ogni anno , e’ opportuno liberare quelle aree interne al porto, ( pontili vari e ex cantieri ) ora adibite per imbarcazioni turistiche per poter allargare lo spazio da destinare al porto commerciale per poter continuare a crescere in previsione pure della porta ovest che di sicuro portera’ ulteriori miglioramenti alla struttura. Quindi ben venga la costruzione di un nuovo porto turistico cittadino che oltre a migliorare la diportistica salernitana portera’ tanti miglioramenti sia estetici che alla viabilita’ e parcheggi della zona .Per quanto riguarda i nostalgici dello scasso di don Gaetano , consiglio di procurarsi vecchie foto di Salerno che girano su internet, farsi delle gigantografie ed appenderle ai muri delle proprie case.

  16. E chi ci crede, riqualificare è una cosa e costruire albergo,box auto,residence,centro commerciale eccetera, ma poi dov’è tutto sto spazio per costruire sto po po di roba.Sapete come andrà a finire, che per accedere alla spiaggia si dovrà pagare ai privati che faranno quest’opera,altrimenti quale sarà il loro tornaconto.

  17. Il porticciolo di Pastena, che grossa parola, per chi non lo ha mai visto evocherebbe ricordi e storie dei bei tempi che furono, per chi lo conosce bene in realtà non è altro che un ammasso di scogli con quattro panchine sgangherate, che a tarda ora diventa un ricovero per tossici. Il comitato che si contrappone alla riqualificazione della zona non è altro un manipolo di residenti che, giustamente, e dico giustamente si oppone alla riqualificazione, spalleggiati e fomentati da qualche buon avvocato della porta accanto che cerca di guadagnare qualche euro, fra i migliaia di avvocati che ci sono a Salerno. Guardando il progetto futuro però, vorrei far notare ai residenti che non è proprio tutto da buttare, e non è solo cemento indiscriminato ma con un vostro apporto concreto si potrebbero concordare alcune migliorie progettuali. La zona ed il valore dei vostri immobili sicuramente ne trarrà giovamento per non parlare delle attività commerciali, stiamo parlando di centinaia di persone, di un certo livello e non i soliti zulù, che si riverserebbero in zona. Ragioniamo sulle cose e non prendiamo posizioni spesso irrazionali.

  18. Grazie a chi ha condiviso la mia proposta, cerchiamo di essere pragmatici e non solo dispersivi. Se il porto si deve fare lo faranno!! Allora, mi ripeto, facciamo si che si possa utilizzare la diga foranea anche per andare a mare con delle discese a scalette in cemento o in metallo. Facciamo si che un’opera di tale portata sia di beneficio a tutti e non solo a chi possiede una barca.

  19. qualcuno l’ha definito :l’antico borgo marinaro… 🙁
    se so’ dimenticati d’aggiungere : ricovero di tossici,pescatori abusivi,e ratti…..

  20. Poi da questo porticciolo faranno un tunnel che permette a quelli di Giffoni Valle Piana di scendere direttamente con la barca da casa

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.