La Salernitana di Torrente con solo due innesti rispetto a quella di Lega Pro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

sal_pisa_2015Un pallone uno nel sacco, non di più. Prodezza firmata Bovo – vecchia conoscenza nella non rinnovata Salernitana: nove undicesimi della squadra che ha battuto il Pisa al debutto erano gli stessi che con Menichini hanno vinto il campionato di Lega Pro. Uniche novità Strakosha e Russotto ed un modulo, il 4-3-3 fatto di pressing alto e sacrificio ancora da metabolizzare al meglio. I nuovi arrivi Schiavi, Troianiello e Sciaudone osservano i compagni dalla panchina. Loro fanno parte della Salernitana che verrà. In campo una squadra che ha tentato, almeno nella prima mezzora di sprintare nonostante i muscoli imballati. Prove di dialogo tra singoli che ancora non hanno trovato il passo giusto vedi Moro e Pestrin.

Pochi lampi in una serata caratterizzata dal maltempo ma che ha fatto intravedere una idea di gioco, ancora da sviluppare e soprattutto una gran capacità di mutuo soccorso: nessuno si muove per uno scopo fine a sé stesso, ognuno cerca di dare una mano al compagno, proprio come vuole il tecnico che punta al sacrificio comune ed alla capacità di imporre ritmo e gioco sempre e comunque. Il top è ancora lontano anche se l’appuntamento di Coppa contro il Chievo di domenica prossima metterà i granata di fronte ad una squadra che ha ben altro passo rispetto al Pisa ed alle squadrette affrontate in amichevole in Umbria. L’inizio del campionato non è distante anni luce, anzi.

Torrente ora deve dare gas alla manovra, probabilmente deve accelerare i tempi per raggiungere un discreto livello in brillantezza, perché la squadra è ancora troppo lenta e macchinosa. Abbiamo già detto e ripetuto che sarà importante partire bene, col piede giusto. Non certo con l’attuale andamento lento. Ma il tecnico è fiducioso ed ha apprezzato soprattutto la voglia di vincere di una squadra che gambe peanti a parte ha trovato la rete della vittoria nella parte finale del match. Torrente si aspetta da subito un rialzo della lancetta. La benzina, intesa come ossigeno e forza esplosiva, c’è. Bisogna solo bruciare subito la concorrenza allo start e cominciare a lavorare sugli innesti di qualità che sono arrivati a ritiro in Umbria concluso.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.