Barca travolta a Salerno: armatori diporto chiedono di riformare il codice 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Capitaneria_Porto_Mare_Sicuro_2L’incidente in mare che si è verificato a Salerno riaccende i riflettori sul codice marittimo sul quale gli armatori nazionali chiedono una riforma. Lino Ferrara, del presidente dell’Unione nazionale armatori da diporto propone “una commissione di esami cui prendano parte congiuntamente più esaminatori, un rappresentante per ciascun corpo di polizia e non uno solo come avviene oggi, per rendere impossibile la diffusa pratica di ‘comprare’ l’esame di abilitazione alla conduzione di unità da diporto”. “Non mi riferisco, ovviamente, – spiega il presidente come riportato dall’ANSA– al triste incidente di Salenro ma alle statistiche che purtroppo non si smentiscono soprattutto nelle settimane di ferragosto, che funestano puntualmente le cronache”.

“Nel caso specifico però, da quello che ho potuto apprendere, l’incidente è stato causato dalla concomitanza di due fattori: da una parte la scarsa visibilità che offre un motoscafo nel momento della planata e dall’altra la poca prudenza dei due pescatori, che forse avrebbero fatto meglio non fermarsi a pescare a poca distanza dall’imboccatura del porto, che funge da pista di lancio”. Secondo Ferrara, nel mondo delle patenti nautiche, si assiste ad una “guerra al ribasso tra scuole guida e rimane ben poco a favore della cultura del mare. Da anni – dice – mi spendo a nome dell’Unione Nazionale Armatori da Diporto, per una riforma del codice della navigazione, concepito quando ancora non era diffusa la navigazione in planata invece della tradizionale dislocante e il carico del traffico a mare non era tutto concentrato solo in pochi giorno dell’anno”.

Fonte ANSA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Gli esami si dovrebbero sostenere solo ed esclusivamente in Capitaneria di Porto con la classica commissione costituita da due ufficiali, due marescialli ed un pilota del porto. Devono finire i giochini del solo ufficiale che si reca presso la scuola o presso le sezioni della Lega Navale, perchè è qui che vengono regalate le abilitazioni. Inoltre, anche la motorizzazione fino a 40 cv dovrebbe richiedere l’abilitazione perchè si vedono continuamente barchette di 4/6 m che sfrecciano tra barche all’ancora senza che chi le conduce capisca ciò che potrebbe capitare col solo moto ondoso che produce. Infine, mi pare che entro un miglio dalla costa è prevista un’andatura moderata, cioè navigazione prudente che consente di far fronte ad eventi imprevisti. Nessuno osserva queste norme elementari nè i corpi di polizia a mare fanno niente di fronte a queste che sono comportamenti molto pericolosi. Tra l’altro nel miglio dalla costa ci sono senz’altro imbarcazioni ferme a pescare: lo vogliamo proibire o è meglio obbligare chi vuole navigare a 30 nodi ad allontanarsi dalla costa in maniera significativa?

  2. Se offre scarsa visibilità un motoscafo in planata,credo che grande attenzione deve essere fatta prima di iniziare la manovra.Se poi questi motoscafi hanno il difetto di non farti vedere dove vai a sbattere,allora bisognerebbe toglierli dal commercio.Col suo atteggiamento il Sig.Ferrara sembra giustificare anche un eventuale spiaggiamento da parte di questi scafi e si investisse un bagnante,potrebbe anche dire che doveva stare altrove.Poi che bel termine nautico “Pista di Lancio”,lancio che puoi vedere bene le Domeniche mattina dalle ore 11’00 alle 13,00 circa all’imboccatura del porto commerciale dove sono presenti tante imbarcazioni ,chi è in uscita,già a tutto gas,fregandosene dell’incolumità altrui.

  3. Quasi ogni domenica e nelle giornate di agosto diventa sempre più stressante passare dinanzi al porto commerciale x arrivare a Vietri o Albori a causa di queste barche a motori che scorrazzano, affiancano, senza fregarsene, ma peggio, senza sapere che le onde che provocano ci fanno imbarcare acqua, pur cercando di attenuarle,
    Vorrei vedere uno di loro come se la caverebbe, a districarsi con le onde, con quale esperienza …

  4. Vorrei smentire cittadino salernitano su alcune sue affermazioni denigratorie per le forze dell’ordine che sono encomiabili per come svolgono il loro prezioso lavoro a tutela delle leggi e del mare. Ieri ero con amici a Baia Arena a Montecorice e alcune imbarcazioni erano ancorate vicino alla spiaggia,quasi arrivando a motore sin lì, ebbene dopo poco un gommone della Guardia Costiera le ha fermate tutte e giustamente ha sanzionato i loro proprietari per i loro pericolosi comportamenti. Cosa devono fare di più?Il problema è che il cittadino medio italiano è culturalmente impreparato a rispettare le leggi,maleducato e irrispettoso verso il prossimo,certa gente andrebbe mandata a forza di nuovo a scuola per imparare quello che le famiglie non gli hanno mai insegnato………….

  5. il problema non è avere la patente o averla la morale è che il c.d.n. è perfetto purtroppo all’unanimità c’ è tanta flessibilità ; esempio un battello che può essere locato senza patente???????? Infatti il DPR. prevede la conduzione solo con patente; unità sprovviste di strumentazioni; ci vuole l’equipaggio per navigare questa è la realtà ognuno deve avere la sua importanza a bordo; il navigare non è un gioco ; io opterei con delle unità di appostamento via mare e terra in modo da frenare questo libero arbitrio navigatore.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.