Sostano nel posto per disabili ed aggrediscono il parcheggiatore

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
30
Stampa
Parcheggio_disabiliSostano nel posto riservato ai disabili, il parcheggiatori li invita a spostare l’auto e loro, cinque persone, lo aggrediscono con calci e pugni. E’ accaduto sul porto di Marina di Camerota. Cinque persone, tutte del napoletano tra cui una donna non hanno
esitato a scagliarsi contro il parcheggiatore dopo quel richiamo. E’ stato necessario l’intervento dei Carabinieri per riportare la situazione alla normalità.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

30 COMMENTI

  1. Ma guarda un po’, napoletani in Cilento. Restatevene nella vostra splendida Napoli che tanto decantate! È quello il posto perfetto per voi, dove regna l’illegalità e la violenza!

  2. che se ne stessero tra loro, nella monnezza loro, nel sudiciume loro! Noi questi cafoni a Salerno e provincia non li vogliamo! Puntualmente, ogni anno, il Cilento si popola per la maggior parte di napoletani che si credono i padroni della zona! STATEVENE A CASAAA!!!

  3. Ora che ti hanno votato non li chiami più CAFONI??! Questa e’ la.politica, solo una merce di.scambio…che.vergogna!! Noi Campani non ci libereremo mai da.questa lebbra!!

  4. non c’è da meravigliarsi di questa feccia. sono la vergogna di napoli, per fortuna sono una piccola minoranza. conosco ed o amici napoletani e vi posso assicurare che disprezzano tale concittadini.

  5. Ragzzzi scusate: ma se ne devono proprio andare dal quel benedetto posto auto, oppure si possono accordare con il parcheggiatore? Forse non si sarebbero allontanati di là e se ci fosse stato un disabile VERO l’avrebbero fatto mettere proprio là. La donna del gruppo forse era incinta e aveva una strana voglia, quella forse di mettere l’auto nel posto dei disabili. Non dobbiamo farne una tragedia, perchè siamo bravi ad assegnare posti auto a queste classi sociali ma a me il posto chi me lo assegna o meglio garantisce? Solo perchè non sono disabile devo farmi 8 giri e parcheggiare per andare al mare, a monte?

  6. ormai regna la strafottenza e la delinquenza.
    Questo lo dobbiamo sempre a chi da oltre 20 anni stà governando e legiiferando senza tutelare le persone oneste.
    Siamo diventati un paese latino-americano.

  7. Il Cilento dipende al 50% dai consumi dall’economia turistica napoletana,per cui ben vengano i turisti napoletani,che poi ci sono extracilentani provenienti dall’Italia scorretti e borgatari,vanno presi espulsi dal Cilento ed accompagnati alle frontiere cilentane pagando sanzioni pesanti.

  8. guardate che a Salerno citta’, la situazione si sta rapidamente degradando tanto da diventare un simil sobborgo napoletano (provocazione)…. si passa con il rosso e se ti lamenti, devi stare attento, si parcheggia dove si vuole e se ti lamenti devi guardarti;si lascia la spazzaturA DOVE CAPITA; OGNUNO FA COME GLI PARE, E GUAI SE TI LAMENTI ecc ecc……..

  9. In misura minore,viste le dimensioni della nostra città,questa gentaglia c’è anche a Salerno. Basta guardarsi attorno,meditate gente.

  10. Questo succede quando non c’ è un controllo del territorio da parte della autorità competenti.
    Si fitta a cani e porci, nessun controllo da parte della finanza.
    Cacciamo via tutti i napoletani prima che sarà troppo tardi.

  11. Io credo che tu non sei un Cilentano,sicuramente sei un frustato salernitano che vuole tenere il Cilento in povertà.

  12. Si spara sempre contro i Napoletani, essendo più numerosi è più facile che ci sia qualche cafone in più, ma credetemi negli ultimi anni non vedo tanta differenza nelle nostre zone. Incivili, sempre sul piede di guerra,sempre di fretta, questa società sta peggiorando giorno dopo giorno. Tutta questa violenza inutile parte dalla mancanza di amore verso gli altri, c’è una mancanza di ideali, si vuole primeggiare a tutti i costi. La frustrazione verso gli altri si accumula e viene scaricata in tanti modi. Sui giornali si scrivono solo insulti verso tutti, l’atto va condannato, non deve essere una crociata verso i napoletani, gli stranieri o un’altra categoria, ma una presa di posizione contro la violenza sia fisica che verbale.

  13. Sono d’accordissimo con te,sono un piccolo imprenditore cilentano e non possiamo accusare tutti i napoletani per comportamenti scorretti di persone imbecilli.

  14. È ovvio che hai ragione ma se fossero stati salernitani non ti salernitana resti espresso in questo modo, forse. Avresti ragionato nel modo opposto. Gli ipocriti si riconoscono molto facilmente.

  15. 3 campani su 5 vengono dal napoletano. Bisogna prendersela con la stupidità umana, non con la provenienza.

  16. “tutti del napoletano” no napoletani, come noi abbiamo la munnezza dell’ agro, loro. Tengono quella dei paesi vesuviani.

  17. Sono anni che nel salernitano giungono ogni giorno venditori di calzini da Napoli, parcheggiatori abusivi da Napoli, venditori ambulanti da Napoli, rapinatori e questuanti vari da Napoli. Per strada li riconosci facilmente dall’accento e dal tipico marsupio con lo stemma del Napoli, messo al collo di traverso, per non essere scippati essi stessi dai loro compaesani. La cronaca è piena di queste notizie, facilmente reperibili anche dal web. Adoro Napoli e i napoletani, che non meritano di essere mortificati ogni santo giorno, per una manica e fetiénti. Purtroppo ogni giorno, dal napoletano e dal casertano vengono qui a Salerno e provincia, personaggi di questo tipo, riempendo di cronaca dei nostri quotidiani locali. Se non fosse per questi personaggi, i nostri quotidiani parlerebbero solo di turismo, gastronomia e pulizia delle nostre città. Persino i piccoli comuni dell’hinterland napoletano, realtà molto più piccole di Salerno, producono grazie a questi personaggi, moltissimo materiale di cronaca nera, oltre a delinquenza, spazzatura e traffico, che non è proporzionale al numero di abitanti, ma al tipo di amministrazione locale e cattive abitudini che fanno parte della cultura di un posto. La cosa più triste? I napoletani che difendono l’indifendibile. Queste sono persone che distruggono il grande nome di Napoli. I malviventi che provengono dal napoletano, vengono diffidati ogni giorno dalle nostre amministrazioni locali e rispediti nelle loro province di appartenenza, dove non vengono puniti da nessuno. Il giorno dopo, ritornano indisturbati sulle nostre spiagge, sulle nostre autogrill, alle uscite delle nostre autostrade e nei parcheggi dei nostri centri commerciali, con le tipiche frasi arroganti del tipo: «capo, n’offerta a piacere». Queste persone vengono da aree della Campania in cui le radio locali trasmettono ogni giorno canzoni neomelodiche che inneggiano alla malavita, con dediche del tipo: «un abbraccio circolare a tutta la fascia in ascolto, con un presto ritorno a casa a tutti gli amici del carcere circondariale, con una presta libertà. La prossima canzone in gara è o latitante». Fino a quando esisteranno questi fenomeni, avremo una campania sana e una campania marcia. Mi dispiace per gli amici napoletani e casertani, non meritano di essere classificati in questo secondo gruppo.

    Articolo estratto da: https://www.salernonotizie.it/2015/07/09/salerno-truffe-agli-anziani-due-arresti-della-polizia/comment-page-1/#comments

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.