Tramonti, pure da Giappone e Corea per Make it green 2

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Make-it-Green-TramontiPartita la II edizione del campo internazionale di Acarbio. Giovani di 8 nazioni insieme ad ambientalisti della Costiera amalfitana per aiutare il Comune a sensibilizzare contro l’abbandono dei rifiuti.

A Tramonti per il secondo anno consecutivo si fa sensibilizzazione ambientale con un “Campo di lavoro estivo internazionale” e la presenza di undici ragazzi che arrivano dalla Russia, Giappone, Serbia, Corea del Sud, Spagna, Svezia, Germania, Belgio e Grecia, oltre a volontari locali.

Il progetto “Make it Green 2” realizzato dall’associazione Acarbio, con il supporto di Yap Italia e con il Patrocinio e il costante supporto del Comune di Tramonti, vede due settimane di iniziative (16- 27 agosto) in favore dell’ambiente e contro l’abbandono dei rifiuti.

E’ un vero e proprio modello di “laboratorio ambientale” già sperimentato con successo lo scorso anno, dove ogni giorno, con il coordinamento di Isa Wästlund, svedese e tirocinante da cinque mesi presso Acarbio, accanto ad azioni pratiche come la raccolta di oggetti che invadono strade e valloni, si sensibilizzano i cittadini verso una cultura più ecologista e volta verso un modello sostenibile dove anche il rifiuto è una risorsa.

Tra le attività che si stanno svolgendo quest’anno c’è il riciclo materiali, sviluppato insieme ai ragazzi disabili del centro Girasole, che introduce un nuovo approccio al tema coniugandolo con i problemi relativi alla disabilità, accostando l’aspetto ambientale e quello sociale.

Così come si è incentivato il tema della “raccolta differenziata” a dimostrazione di come bisogna puntare sempre verso nuovi obiettivi, nonostante in questo campo il comune di Tramonti sia tra i più virtuosi della Costiera Amalfitana.

In base ai dati raccolti nel 2014, l’85% dei rifiuti viene differenziato – afferma Vincenzo Savino, Assessore all’ambiente del Comune di Tramonti che anche quest’anno supporta l’iniziativa – ed è una percentuale in ulteriore crescita con la recente introduzione della “busta gialla” che serve a dividere meglio anche la carta e il cartone. In più è stato introdotto un nuovo sistema di “sacchetti codificati” in grado di monitorare l’attività degli utenti e degli operatori ecologici: in base alle buste ritirate porta a porta, si conosce anche il quantitativo e la tipologia dei rifiuti conferiti”.

Ma nonostante il sistema di video sorveglianza ampliato sul territorio, dove è stato possibile identificare scarichi abusivi, si registrano ancora casi di inciviltà.

La presenza di questi giovani che hanno scelto di dedicare il loro periodo di vacanza, coniugando tempo libero e impegno a favore dell’ambiente, in un territorio riconosciuto Patrimonio dell’Umanità, sprona i tanti volontari locali e il Coordinamento delle Associazioni della Costiera amalfitana, a intraprendere nuove azioni di salvaguardia, affianco alle istituzioni locali che intendono davvero proteggere questa terra.

In simbiosi con questo progetto, che si svolge in un’area montana, ne esiste un altro (Make it Blue) lungo la costa, sulla spiaggia libera di Minori: qui ad essere focalizzato è il tema mare e la biodiversità, e una pulizia costante della spiaggia libera con uso ”intelligente” della risorsa comune, con l’introduzione di un “laboratorio quotidiano di attività” per i più piccoli. Perché la Costiera amalfitana è montagna e mare, valloni e spiagge: e tutto deve essere strettamente collegato anche nel tema della “difesa ambientale”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.