Sorpresi a rubare auto d’epoca, in 4 finiscono in manette nel salernitano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Fiat_600Nella tarda serata di domenica 23 agosto ad Altavilla Silentina, i Carabinieri della Compagnia di Eboli, diretta dal Capitano Alessandro Cisternino e dal Tenente Francesco Manna, nell’ambito dei mirati servizi predisposti per contrastare la recrudescenza dei furti in abitazione, traevano in arresto per furto aggravato quattro persone: il 69enne E.C., il 49enne S.C. eil 41enne A.C., tutti di Terzigno, in provincia di Napoli, pregiudicati, nonché il 31enne di origini sudamericane, ma residente nel posto, F.N.G.. I malviventi venivano sorpresi e bloccati dai militari della Stazione Carabinieri di Altavilla Silentina, agli ordini del Maresciallo Mirra, in un servizio di controllo del territorio, dopo aver asportato un’autovettura d’epoca, Fiat 600, dal garage di proprietà di un pensionato del luogo, momentaneamente fuori casa.

La brillante operazione di servizio è stata possibile grazie alla conoscenza del territorio dei militari operanti e agli ottimi rapporti che la locale Stazione intrattiene con la popolazione; l’intervento dei Carabinieri, coadiuvati nella fase esecutiva da una pattuglia della polizia locale, è avvenuto, infatti, a seguito di segnalazione di alcuni residenti che avevano notato movimenti strani nei pressi della citata abitazione in località “foresta”. I malfattori si erano introdotti nella proprietà della vittima forzando la saracinesca del garage e stavano trainando l’autovettura rubata. L’auto d’epoca, il cui valore approssimativo si aggira intorno ai 6000 euro, è stata restituito al proprietario. Gli arrestati, invece, dopo le formalità di rito, su direttiva del Pubblico Ministero saranno tradotti, nel pomeriggio odierno, presso il Tribunale di Salerno, per essere processati con il rito “direttissimo”. Le indagini, intanto, proseguono per verificare il coinvolgimento di altre persone del luogo che avrebbero potuto agire da basisti e per comprendere se il colpo possa riferirsi ad una richiesta di un esperto di auto antiche, oppure ordinato da un collezionista.

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Perché quando leggo questo articolo mi sembra un elogio giornalistico a persone che vengono pagate per fare il mestiere da loro scelto e nessun ringraziamento a chi invece ha “portato alla risoluzione della vicenda”??? Le segnalazioni dei residenti sono la chiave! Grazie a voi!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.