Massimo Coda ed una sfida da vincere…a Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Massimo_Coda_ParmaLa Salernitana ha trovato il centravanti “di grido” ed è bello che Fabiani abbia deciso di affidare la responsabilità di far fare il salto di qualità al reparto offensivo dei granata ad un salernitano. Massimo Coda, che già lo scorso anno era stato corteggiato dall’operatore di mercato romano, ha accettato la sfida: sarà lui l’attaccante chiamato a garantire la doppia cifra in termini di reti realizzate. E il ragazzo, salernitano di Cava de’ Tirreni, non vede l’ora di mettersi al lavoro con i nuovi compagni, dopo un’estate trascorsa a lavorare da solo, dopo il fallimento del Parma. Coda, ad ogni modo, s’è affidato alle cure di un personal trainer, dovendo tra l’altro smaltire i postumi dell’infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per gran parte del girone di ritorno, motivo per cui presumibilmente avrà bisogno di un po’ di tempo per raggiungere il top della forma.

Mancino, bravissimo sui calci piazzati, Coda è un centravanti che ama attaccare la profondità ed abile a farsi valere in area di rigore: non è un corazziere, nel senso che il gioco aereo non è propriamente la specialità della casa, ma qualche gol di testa in carriera lo ha fatto comunque. Secondo Fabiani, è la pedina che si va ad inserire alla perfezione nello scacchiere tattico di Torrente (che invece immaginava di affidare la maglia numero 9 al suo ex allievo Donnarumma, che ha caratteristiche ben diverse da quelle di Coda). 27 anni da compiere a novembre, l’attaccante metelliano ha mosso i primi passi con la Cavese, poi ha affrontato un’avventura in Svizzera col Bellinzona (come Russotto), per poi essere riportato in Italia dall’Atletico Roma.

Dopo due anni in terra laziale, Coda ha ricevuto la chiamata del Treviso, ma è stato subito mandato in prestito al Crotone (in Serie C). Dal 2008 al 2011 ha militato nelle fila della Cremonese, segnalandosi tra i migliori interpreti del ruolo nel girone A della terza serie. Nel 2011/12 è entrato nel mirino del Bologna, che però lo ha dato in prestito al Siracusa, esperienza non particolarmente positiva. Quindi, nel suo palmares, rientrano l’avventura a San Marino e l’ingaggio da parte del Parma: i ducali dapprima lo hanno mandato a fare esperienza al Nova Gorica e poi gli hanno dato la possibilità, finalmente, di esordire in Serie A nella passata stagione, quando Coda è riuscito a segnare anche 2 reti. Ora, per lui, una chance importante a Salerno: un contratto di 3 anni e una sfida da vincere.

 

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.