Albanella: partiti i lavori per la nuova rete idrica comunale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
rete_idrica_AlbanellaSono partiti questa mattina i lavori per l’adeguamento e il potenziamento della rete idrica sul territorio albanellese, affidati alla Ati Gorrasi-Gugliucciello. Gli interventi interesseranno tutto il territorio comunale, con la posa in opera di condotte interrate con un nuovo sistema che garantirà l’ottimizzazione del servizio. Il tempo utile per l’ultimazione degli interventi è fissato in 240 giorni. “Oggi – afferma il sindaco di Albanella Renato Iosca – si realizza un sogno che stiamo perseguendo dal lontano 1998. A distanza di oltre 15 anni inizia questo importante lavoro, che comporterà una spesa di circa 8 milioni di euro. Si tratta di opere importanti, che consentiranno un risparmio idrico notevole”.

I lavori consisteranno nella sostituzione delle condotte idriche di distribuzione interna, in quanto quelle esistenti sono molto vecchie e presentano diffuse e continue rotture, con una notevole dispersione quotidiana di acqua potabile, in particolare nelle zone rurali del territorio. La finalità del progetto, finanziato dalla Regione Campania nell’ambito degli interventi per l’accelerazione della spesa, è quella di servire le zone del territorio albanellese ancora non raggiunte in modo adeguato ed eliminare le dispersioni di acqua potabile, evitando, al contempo, problemi di salute pubblica potenzialmente riconducibili alle continue e diffuse rotture della rete idrica comunale ormai obsoleta.

Entro fine anno dovrà essere necessariamente realizzato almeno il 60% dei lavori, pena la perdita dei finanziamenti. “Queste opere – dichiara il vicesindaco Pasquale Mirarchi – ridaranno dignità al paese. Rispetteremo la prima scadenza di dicembre, con la realizzazione del 60% degli interventi. Per quanto riguarda le polemiche, scaturite in merito ai ritardi nell’inizio dei lavori, possiamo solo rispondere con operatività per contribuire a fare il bene dei cittadini”. Il contratto, firmato dalla Ati che si è aggiudicata i lavori, prevede una penale, nel caso di ritardi di consegna, pari all’uno per mille dell’ammontare netto contrattuale. L’ente albanellese, in caso di grave inadempimento da parte della ditta, potrà arrivare anche ad attivare la procedura di risoluzione del contratto in danno.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.