In riva all’Adriatico possibili novità di formazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
sal-spe69Dimenticare la prima sconfitta stagionale, condita dalla peggior prestazione in termini di gioco, e ripartire di slancio, a testa alta. La Salernitana vuole voltare pagina dopo il ko rimediato all’Arechi contro lo Spezia per dimostrare che s’è trattato solo di un incidente di percorso. Il calendario viene incontro ai granata che avranno immediatamente la possibilità di scendere in campo. Domani sera è in programma il primo turno infrasettimanale e per la truppa di mister Torrente ci sarà un altro scoglio duro da superare, il Pescara. In casa del team di mister Oddo i granata cercheranno di evitare gli errori che hanno contraddistinto la scorsa gara interna: Pestrin e soci si sono fatti schiacciare nella loro metà campo, hanno fatto fatica a mantenere le distanze, hanno palesato limiti in fase di costruzione del gioco.

Più di un elemento, tra l’altro, virus o no, non è parso in grandi condizioni fisiche, come testimonia il mancamento accusato da Lanzaro, la nausea avvertita nel prepartita da Gabionetta, l’infiltrazione ad una caviglia dolorante per Schiavi e via discorrendo. Senza dimenticare, poi, le scintille tra Pestrin e Sciaudone, che andranno incontro ad una multa per il battibecco con contatto ravvicinatissimo in campo. Peggio di così, insomma, la partita con una signora squadra (e questo va sottolineato) non poteva andare. Torrente deve decidere se dare fiducia o meno a Terracciano, visto che Strakosha difficilmente stazionerà a lungo in panchina. In difesa Trevisan potrebbe strappare una maglia da titolare (Lanzaro potrebbe essere preservato per il successivo match con la Ternana), mentre a sinistra c’è il solito ballottaggio Franco-Rossi (il primo dà più equilibrio, l’ex di turno dovrebbe garantire più spinta).

Colombo, invece, sembra ancora in vantaggio rispetto a Pollace. In mediana per una partita di contenimento dà garanzie il terzetto Moro, Pestrin e Bovo, ma nella rifinitura Torrente ha provato anche il 4-2-3-1 (con Moro e Pestrin in mezzo, Sciaudone a ridosso del centravanti). Odjer andrà in panchina. In avanti, invece, c’è qualche dubbio: Gabionetta ha un problema al tallone e va gestito, al momento la Salernitana non sembra poter fare a meno di lui ma Troianiello si candida per prenderne il posto, almeno inizialmente; Coda ed Eusepi dovrebbero fare di nuovo staffetta; mentre Donnarumma, che stamattina ha lavorato a parte, non sembra avere alternative a sinistra, a meno che non si voglia dare fiducia a Milinkovic (a segno nella gara vinta dalla Primavera a Vicenza) o a Perrulli, fin qui mai chiamato in causa. In rifinitura, però, l’ex Lupa Roma è stato provato come esterno d’attacco.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.