San Matteo revolution 2015 – Passato il Santo, finita la festa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
20
Stampa

Salerno, San Matteo 2015 parte e termina all’insegna della sobrietà. Le nuove direttive della Curia prevedono, tra le altre cose, l’annullamento di tutte le azioni più folkloristiche dei portatori della statua: le paranze si adeguano alle direttive del Vescovo, senza riservare sorprese (come nel 2014).
Anche le istituzioni si adeguano alla sobrietà, rinunciando così ai tradizionali fuochi pirotecnici.
Ma parte il crowdfunding popolare, commercianti e cittadini privati provvedono ad offrire di loro tasca lo spettacolo dei fuochi pirotecnici alla città.

Riprese & Montaggio
Giovanna Testa & Vincenzo Luca Forte

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

20 COMMENTI

  1. vorrei fare un appunto, perchè e nella mia natura essere controcorrente, a furia di dichiararci hippocratici(è evidente che io lo dico in senso ironico)salerno si è imborghesita troppo, troppa gente composta, troppi attegiamenti finti signorili, troppa aristocrazia e perbenismo ipocrita, a volte rimpiango la salerno degli anni 70(quella vera secondo me) quando c’erano le bancarelle e le luminarie per tutto il centro, e dove i salernitani erano più veraci e sinceri e dove si mischiava il sacro con il profano, a volte e meglio essere poveri e ignoranti, che essere perbenisti e ipocriti come è la città oggi.

  2. AUTOBUS….. Il programma della festa, con specifica di luminarie,
    concerti di musica leggera e/o classica, fuochi pirotecnici
    e quant’altro, e il relativo manifesto, siano vidimati dal
    Vicario foraneo, prima dell’ approvazione della Curia. TESTUALE punto 12 del decreto feste 04/10/2013 del vs pastore….quindi, caro ciccio, statt zitt’, lascia stare il governatore e la politica, che non ci capisci un k.zzo! e t’eggio trattato!

  3. Il titolo di un quotidiano di oggi dice tutto: ” Moretti spegne l’applausometro”. Questa è la vera processione, con un valore esclusivamente religioso. Il pagliaccio partecipava alla processione solo per avere gli applausi dei suoi servi prezzolati, senza alcun interesse per la fede dei cittadini. Ora la festa è finita, tanto che il suo pupazzo telecomandato si è guardato bene dal farsi vedere perchè avrebbe ricevuto solo fischi e pernacchie. E poi la sua pochezza lessicale :” l’assenza dei fuochi è una scelta di sobrietà”, le stesse parole dette dal suo padrone l’anno scorso. E cambiate disco, ogni tanto ! Ma d’altronde De Luca ripete le stesse cose da venti anni.
    Grandissimo poi Moretti quando ha fatto sostare il braccio del Santo in comune solo per pochi secondi. Gli spettacoli offerti dalla Curia durante la settimana hanno visto la partecipazione di tantissimi salernitani, quelli veri.

  4. PASSATA LA FESTA DELLA NASCITA AL CIELO SI, MA SAN MATTEO X ME E TUTTI I GIORNI,GRANDE ARCIVESCOVO………SIETE DEGLI
    IPOCRITI,CONVERTITEVI E CREDETE AL VANGELO.

  5. Processione orribile….offensiva per salerno e la sua storia. ..dei fanta cattolici opportunisti. ..vergognatevi. ..

  6. (o fulminato), quali sono stati -Gli spettacoli offerti dalla Curia durante la settimana hanno visto la partecipazione di tantissimi salernitani, quelli veri…??

  7. Leggo alcuni commenti di gente che fa molta confusione. I fuochi sono organizzazione del comune. Il vescovo puô decidere cosa fare durante la processione ma il dopo appartiene al mondo laico.
    Perciò non vi chiedo di essere intelligenti, perché avete ormai scelto la via dell’ignoranza, ma abbiate almeno Buon senso.
    Adesso il Vescovo decide dei fuochi di mezzanotte. E che stamm in Iran?

  8. Da parte mia NESSUN RINGRAZIAMENTO a moretti perché non ha cambiato proprio niente: casa sua è rimasta pulita almeno quanto prima del suo arrivo, e sappiamo bene perché è arrivato a Salerno! Decine di capitoli, tutti aperti e tutti irrisolti…come se niente fosse!!! Riguardo ai portatori, sono 180 e certamente c’è qualcuno che ha deviato dalla retta via, proprio come tanti e tanti e tanti preti e monsignori, che però continuano a godere, del rispetto di tanti “fedeli per bene ILLUMINATI” e di tanti operatori istituzionali. E questa cosa fa girare molto i garbasisi, a me come a tante altre persone tra la gente comune. Vediamo troppi lazzari in collare, evasori, pedofili, strozzini, dediti al riciclaggio e ad altre nefandezze; dalla doppia vita come dalla doppia morale. Se dobbiamo sopportare questo ILLUMINATO clero tutta la vita, possiamo pure sopportare l’intemperanza verbale di qualche portatore una vota l’anno…o no?? Possiamo anche sopportare l’applauso spontaneo della gente di strada, o no? Chiedo troppo?? Le preghiere, quando sono sincere, arrivano comunque a destinazione, non c’era bisogno di fare decreti (ben 2, 2013 e 2014), incontri al vertice, protocolli, addirittura verbalizzare il percorso, il centimetro, la giravolta. Questa non è fede, è articolo da sepolcro imbiancato, io almeno, la penso così.
    (cavalluccio marino)

  9. Se ti fossi recato in settimana di sera nell’atrio del Duomo, sapresti di cosa parlo. Tu, invece, nella tua stupidità, con tutta evidenza apri la bocca soltanto per dargli aria

  10. Se ti fossi recato in settimana di sera nell’atrio del Duomo, sapresti di cosa parlo ( Angelo di Gennaro, Gaetano Stella, i cori gospel, il musical ” Forza venite gente” solo per fare qualche esempio). Tu, invece, nella tua ignoranza, accecato dal tuo livore anti Moretti che ha ridicolizzato il tuo idolo VDL, apri la bocca soltanto per dargli aria

  11. I fuochi , come tutto il resto dei festeggiamenti, rientrano nella competenza del Vescovo , lo ha scritto lui nel suo decreto 2013; non è una mia opinione è un dato di fatto giuridicamente acclarato. Sei tu l’igniorante della situazione, o forse sei in malafede, a te la scelta.

  12. Non hai risposto: QUALI SONO STATI QUESTI FORMIDABILI SPETTACOLI??? A CHE ORA SI SONO SVOLTI?? IN QUALI GIORNI ?? Rispondere please!

  13. Festeggiamenti per San Matteo: ecco il programma religioso e civile 2015
    come da conferenza stampa del pastore:

    Al via da oggi, 12 settembre, i festeggiamenti in onore di San Matteo, Patrono di Salerno. Dopo la cena di riconciliazione tra il Vescovo Moretti e i portatori delle statue, dunque, si entra nel vivo con il programma religioso e civile. Oggi alle 19, al Duomo e in tutte le parrocchie, ha inizio la novena. Lunedì 14, presso la Cattedrale, alle ore 19 la S. Messa per Anziani e Ammalati con le associazioni assistenziali ed il 15 settembre in Piazza Flavio Gioia, alle ore 20, l’Omaggio Floreale della città a San Matteo con l’ausilio del Comando dei Vigili del Fuoco di Salerno. Mercoledì 16, poi, presso Ospedale Ruggi, alle ore 10.30, la Visita dell’Arcivescovo agli ammalati e la benedizione con il Braccio di San Matteo, mentre alle ore 19 al Duomo, la celebrazione animata dalla “Divina Misericordia” nella quale gli sposi rinnovano l’amore coniugale. Giovedì 17, è la volta della Casa Circondariale di Salerno: alle ore 10 è prevista la visita dell’Arcivescovo ai detenuti, mentre la sera, alle 19, la Santa Messa per gli Sportivi e il 18 settembre, presso la Caserma della Guardia di Finanza, alle ore 11.30, l’incontro di preghiera e benedizione dell’Arcivescovo. Intanto al Duomo, sempre alle 19, la Lectio Divina su San Matteo di Don Gaetano Castello, biblista della Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale.

    Sabato 19, al Duomo, alle ore 19, la Lectio Divina sul Vangelo di San Matteo di monsignor Pasquale Cascio, Vescovo di Sant’Angelo dei Lombardi e domenica 20, in Cattedrale, alle ore 10 e alle 12 le Sante Messe Festive, mentre alle ore 19, la celebrazione Eucaristica di Don Roberto Palazzo, biblista della Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale. Lunedì 21 è, dunque, la Solennità di San Matteo, con le messe alle ore 6.30, 7.30, 8.30, 9.30. Alle ore 10.30 Solenne Pontificale presieduto dal nostro Arcivescovo Luigi, con la partecipazione di sacerdoti, autorità e popolo festante e dalle ore 18, la Solenne Processione dei venerati simulacri di San Matteo, San Giuseppe, San Gregorio VII, Santi Ante, Gaio e Fortunato, animata da tre bande musicali. Sarà installata una rete Wi Fi di amplificazione sull’intero percorso della Processione perché tutti possano partecipare. Al termine, Santa Messa in Cripta.

    Per quel che concerne il programma civile, invece, domani 12-9 al Museo Diocesano, alle ore 17.30, c’è l’inaugurazione Mostra Fotografica San Matteo tra Fede e Tradizione, mentre mercoledì 16 nell’Atrio del Duomo, alle ore 21, “La Dolce Vita Orchestra” … in Musica da Film. Il 17, sempre presso l’Atrio del Duomo, alle ore 21, è la volta del Gruppo Giovanile Interparrocchiale che presenta il Musical su San Francesco “Forza venite gente” e alle ore 21, musica, danza, teatro e cabaret a cura del Teatro delle Arti di Salerno. Infine, sabato alle 21, si terrà un concerto, mentre il 20 settembre, sempre alle 21, Prestigiosi cori di Salerno in pedana. Insomma, una settimana tutta da vivere.

  14. Evidentemente non comprendi nemmeno l’italiano: ti ho indicato alcuni degli artisti che si sono esibiti. Peggio per te che nelle tua ignoranza non sei venuto a vederli.
    Per te delle 18.58: a me gli spettacoli sono piaciuti. Meglio del nulla che ha offerto ai cittadini il pagliaccio di Campania che tanto ami

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.