Salernitana: ancora tanti aspetti su cui lavorare

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Pescara_Salernitana_2_Rossi6 gol subiti in 4 partite, in difesa qualcosa non va e c’è un particolare sul quale bisogna riflettere attentamente. In casa Salernitana dopo il pareggio di Pescara ci si continua ad interrogare su alcune falle palesate dal sistema di gioco attuato da Torrente. All’Adriatico rinfoltire il centrocampo, utilizzando Sciaudone per cercare di limitare gli inserimenti dei centrocampisti abbruzzesi, non è bastato: ancora una volta (dopo Morosini per il Brescia, autore di una doppietta, e Catellani per lo Spezia) in gol per gli avversari è andato un altro trequartista, Valoti, a testimonianza del fatto che la squadra granata deve perfezionare i meccanismi difensivi. E la sua marcatura, tra l’altro, per certi aspetti ricorda quella di Brezovec, che aveva regalato lo 0-1 allo Spezia sabato scorso, solo da posizione leggermente più arretrata.

L’uomo che agisce tra le linee in questo momento è quello che più fa male alla Salernitana, se la distanza tra i reparti non è adeguata e le posizioni dei singoli non sono corrette un elemento libero di svariare sul fronte d’attacco può diventare letale. Particolari da sistemare. Così come dopo un buon quarto d’ora in avvio, con inserimenti dei terzini e appoggio alla manovra pure da parte degli interni, dopo il gol subito la Salernitana s’è afflosciata, muovendosi poco senza palla e affidandosi ad inutili lanci lunghi e ad estemporanee iniziative personali. Lo schema “diamo la palla a Gabionetta e vediamo che succede” non può essere l’unico a cui affidarsi e e in fase offensiva tutta la squadra di Torrente deve essere più precisa, più attenta, più puntuale, finanche più aggressiva.

Altra pecca emersa nelle prime gare stagionali è quella relativa al nervosismo: i granata hanno chiuso in 10 uomini le due trasferte, a Brescia Moro e a Pescara Schiavi hanno lasciato i compagni in inferiorità numerica, con interventi che si potevano tranquillamente evitare, mentre il battibecco Pestrin-Sciaudone merita addirittura la censura. Se nonostante tutto questo la Salernitana ha conquistato 5 punti, 2 dei quali in esterna e in 10 contro 11, qualcosa significherà: la squadra di Torrente ha carattere da vendere e, soprattutto, ha ampi margini di miglioramento. Sabato contro la Ternana il tecnico di Cetara spera di poter impiegare Donnarumma e Lanzaro (solo in Tribuna all’Adriatico) e dovrà impiegare forze fresche un po’ in tutti i reparti per evitare che i giovani rossoverdi di mister Toscano, alzando il ritmo, possano creare problemi eccessivi in una gara che sembra alla portata della Salernitana, una gara da vincere!

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.