Lotito: “Gioia a metà. Provvedimenti per espulsioni. Voglio più tifosi allo stadio”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
salernitana_Avellino_2015_5_lotito“Sono soddisfatto a metà, sicuramente per i tre punti ma abbiamo sofferto tantissimo nel primo tempo, eravamo poco aggressivi”. Claudio Lotito si gode l’ennesima passerella sotto la Curva e si presenta al solito scoppiettante in sala stampa ai microfoni dei cronisti per analizzare la gara tra Salernitana e Ternana, partendo dall’ennesima espulsione subita: “E’ un aspetto su cui la società sta pensando quali provvedimenti prendere. Le ammonizioni di oggi sono legittime, ma rimanere in 10 ha penalizzato la squadra. Questa è una riflessione da fare e la componente tecnica la sta facendo. La squadra è scesa in campo con un atteggiamento timoroso e troppo prudente. Bisogna giocare più con la testa e meno con il fisico”.

Lotito successivamente passa all’analisi dei singoli partendo dal numero uno: “Sul portiere la società non decide nulla. Il mister ha piena libertà sulle scelte, con Strakosha non abbiamo fatto male. Terracciano è un portiere di esperienza, Strakosha è un predestinato con il padre che faceva il portiere. Ha sempre fatto il terzo alla Lazio senza mai giocare e ora deve metabolizzare questo ambiente e questo pubblico. L’allenatore fa le sue scelte in piena autonomia, l’allenatore migliore è quello che sbaglia meno. Abbiamo due punte, Eusepi e Coda che mi auguro acquisti quella condizione che ha avuto in passato”.

“È una squadra allestita all’ultimo momento – ha detto il patron – ed ha bisogno di tempi di metabolizzazione. Ma, gara con lo Spezia al parte, questa squadra ha un dna di grande agonismo e spirito di sacrificio. , aldi fuori della gara contro lo spezia, è una squadra che nel DNA ha un forte agonismo e spirito di sacrificio. La squadra deve essere trascinata dal pubblico”. Lotito bacchetta la torcida granata, insoddisfatto dei numeri registrati al botteghino: “E’ interesse di tutti che la gente sia presente numerosa, altrimenti si attenuano gli stimoli per la squadra. La società ha messo in campo tutte le iniziative utili. Se le persone vengono allo stadio, aiutano a mantenere la tensione alta. Con l’Avellino i tifosi sono stati il dodicesimo uomo in campo”. Chiosa finale su un ipotetico futuro dei granata in serie A: “Oggi la società è mia e di Mezzaroma, ma se dovesse andare in serie A io non potrei essere qui. Questo non vieta la presenza di mio cognato”.

GUARDA L’INTERVISTA VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Si si , ci vuole qualità’ a centrocampo.Poi non stare sempre a lamentarti,nessuno lo fa tranne te.

  2. Caro l’ottimo non n’è volevi diecimila ,e perché ti lamenti sempre visto che la media e di tredicimila

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.