Salernitana, più flop che top. Granata più forti in Lega Pro?

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
salernitana_trapani_56I fischi dell’Arechi all’indirizzo di Massimo Coda rappresentano l’emblema non di un un feeling che non è scattato tra l’attaccante e la tifoseria, ma di una campagna acquisti sulla quale inevitabilmente si è finito per puntare l’indice dopo la terza sconfitta stagionale. E’ bene sottolineare che non sono il valore e le potenzialità dell’ex del Parma ad essere messi in discussione, ma il fatto che per vedere all’opera il miglior Coda ci sarà da attendere probabilmente a lungo, quantomeno il tempo necessario per consentire ad un attaccante, che viene da un periodo in cui non ha giocato con continuità per problemi fisici, di ritrovare la forma migliore. La rabbia dei tifosi è inoltre generata dal fatto che l’operazione Coda ha definitivamente chiuso le porte a Caetano Calil, costretto alla fine del mercato estivo a fare i bagagli e trasferirsi in Sicilia.

La Salernitana in pratica ha rinunciato ad un attaccante che veniva da un torneo in cui ha collezionato presenze e gol per puntare su un elemento che di strada ne ha ancora da fare tanta per ritrovare la condizione migliore. Lo scorso anno al brasiliano fu necessario un mese per entrare in forma campionato, avendo saltato in toto il ritiro estivo e quest’anno che invece la Salernitana avrebbe potuto tenere con se’ un giocatore già pronto per il campo si è ritrovata di nuovo nella sala d’attesa. Purtroppo il campionato di B ha i suoi ritmi, le altre attorno non restano a guardare e se anche sfortuna e infortuni si danno appuntamento a casa dei granata, inevitabilmente la situazione si complica. E’ chiaro che in questo momento gli stop per problemi fisici di Eusepi e Colombo hanno fatto emergere con forza i nei della campagna acquisti.

Il forfait dell’ex del Benevento ha spinto ovviamente Torrente a puntare maggiormente su Coda. Ma al di là dell’ex del Parma, la delusione dei tifosi nasce da un insieme di operazioni mal digerite, dalla mancata conferma di Negro, alla partenza di un altro esterno, Russotto, ceduto quasi due mesi dopo il suo ingaggio in estate, all’arrivo di Troianiello, in ritardo di condizione e per il quale il discorso è molto simile a quello già affrontato per Coda. C’è poi la strana vicenda portieri che non giustifica il mancato rinnovo di Gori. In definitiva, secondo alcuni l’organico della Salernitana si è presentato all’appuntamento con la B indebolito rispetto a quello che ha disputato il torneo di Lega Pro, perché i giocatori partiti non sarebbero stati sostituiti con elementi di pari livello o superiore. Ora però non resta che attendere. L’ultima parola spetta sempre al campo. 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. La vogliamo dire tutta!!! … Ma chi è questo Coda che tanto lo si decanta … dove ha inciso questo giocatore, se solo si pensa che ha peregrinato da per tutto !!! … E si faceva pure attendere l’anno scorso … il motivo è che la ragione è ben altra … tutto è stare nelle grazie di qualcuno che devi ricompensare … 😉

  2. caro Giovanni a pensar male si sbaglia ma il più delle volte ci si azzecca. Ricordate, il caso dell’attaccante delPontedera se nn sbaglio si chiamava Grassi. Quasi simile a quanto capitato quest’anno per Russotto. Che dire poi della similare riguardante Liverani? Il cambio a chi ha favorito? Senza considerare che il portiere titolare lo avevamo ed abbiamo preferito cederlo. l’operazione Coda è un operazione che ha fatto fare cassa con la cessione di Calil ( certamente superiore) con un salto nel buio circa il riscontro tecnico del nuovo giocatore e con un costo ( contratto triennale di molte centinaia di migliaia di euri) che un qualsiasi neofita Direttore Generale non avrebbe mai e poi mai condiviso. Allora cui prodest?

  3. Ragazzi, concordo in tutto e per tutto con le analisi che avete fatto, vi prego solo di una cosa: ” Noi in lega pro non possiamo retrocedere, non vogliamo, non dobbiamo. Sosteniamo questa squadra fino alla fine, aggrappiamoci con le unghie a questa serie B, poi gli schiaffoni, quelli veri, li facciamo andare a giugno.

  4. Ragazzi diamogli tempo non perdiamo di vista l’obiettivo…. Salvezza….certo neanche io mi sarei privato di liverani calil russotto e neanche Castiglia per sostituirli con elementi poco all’altezza…. Comunque speriamo bene

  5. bastasse sostenere e incitare la squadra per salvarsi. Saremmo già salvi. Purtroppo in campo scendono i giocatori … la frittata è fatta, possiamo solo sperare che ci siano 5-6 squadre più scarse di noi

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.