Un pensiero “ardito” ma non troppo… La Sicurezza dei cittadini non è una voce di bilancio (di Tony Ardito)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
tony_ardito_foto_2La rapina compiuta a danno di un gioielliere, sfociata in tragedia con la morte dei due malviventi, mercoledì scorso ad Ercolano, ha riacceso, anche in Italia, il dibattito su quale debba essere il margine entro cui una persona possa difendersi da una violenza; tanto più se a mano armata.

A pochi chilometri, ad Afragola, veniva ritrovato, in casa, il corpo legato e senza vita di una anziana, vittima inerme di un’azione infame e crudele.

In una città, un uomo, un commerciante vistosi in serio pericolo, reagisce e, purtroppo, uccide. La giustizia stabilirà se ci sono e quali saranno le conseguenze. In un’altra, l’ennesima donna, una nonna, su cui si è infierito senza pietà alcuna.

La incolumità, la sicurezza individuale e dei propri cari sono, indiscutibilmente, inviolabili e prioritarie. Lo sono anche quelle delle comunità in cui viviamo che, ahimè, lodevoli sforzi delle Forze dell’Ordine nonostante, non sono del tutto garantite, come le diverse esigenze dei territori richiederebbero.

Il profilo che si delinea, segnatamente in alcune aree del nostro Paese, rischia di assumere i tratti della Paura e, quindi, potrebbe favorire l’incentivarsi di preoccupanti reazioni, le quali troverebbero, pure, la emotiva approvazione di una crescente parte d’opinione pubblica, ormai stanca e sdegnata dal reiterarsi di crimini d’ogni tipo e da pene, spesso, ritenute leggere.

La tutela dei cittadini, non solo quella di chi ricopre ruoli di responsabilità e talvolta ne abusa, ha i suoi costi ed i consistenti tagli, operati dai Governi, succedutisi in questi anni, su un comparto tanto delicato, per effetto della spending review, stanno mortificando il valore del servizio che rendono donne ed uomini in Divisa, depotenziandone mezzi e strumenti di lavoro. Tagli che, ovviamente, si riverberano, negativamente, anche sull’azione di prevenzione ed argine verso i fenomeni di micro e macro delinquenza.

Ci sono temi sensibili, quali la Sicurezza, che non possono esser considerati, in alcun modo, al pari di altre voci di un bilancio da far quadrare. E’ quanto mai necessario, in funzione di ciò che ne consegue, aprire una discussione importante e rivalutare le strategie di investimento in ambiti delicati per la tenuta, la credibilità stesse delle Istituzioni e delle loro emanazioni periferiche e, in primis, per vigilare e proteggere meglio tutti e ciascuno.

editoriale a cura di Tony Ardito, giornalista

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Caro Ardito, a parte i disservizi generati da una Spending Review condotta in maniera scriteriata (si taglia sempre e più dove non si deve a mai dove ci sono sprechi reali) … credo che il principale problema del dilagare di fenomeni di criminalità che quotidianamente minano la sicurezza dei cittadini sia da ricercare altrove… Le do’ un indizio: certezza della pena …
    Complimenti ancora per i suoi continui e “arditi” spunti di riflessione…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.