Nella grotta dello Scalandrone a Giffoni una esercitazione del Corpo di Soccorso Alpino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
soccorso_alpinoIl Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, XIV Delegazione, effettuerà una esercitazione di soccorso in grotta.  La manovra inizierà venerdi 16 ottobre e si protrarrà fino a domenica, nella grotta dello Scalandrone, presso l’omonima località del Comune di Giffoni Valle Piana (SA). Alla sessione esercitativa prenderanno parte i tecnici volontari della Campania, della Puglia, del Lazio ed i membri della Commissione Medica (CoMed) Nazionale. La presenza di quest’ultima è ciò che conferisce speciale rilievo a questa esercitazione, infatti la CoMed è una delle strutture (Commissioni Operative), che in ambito di Soccorso Speleologico hanno il compito, a livello Nazionale, di favorire l’aggiornamento tecnico specialistico, la divulgazione delle conoscenze tecniche e scientifiche e la sperimentazione di materiali e tecniche speciali di intervento.

Sebbene i tecnici volontari non medici (laici) del CNSAS abbiano una specifica formazione sanitaria per gestire tutte le situazioni di propria competenza, dal primo intervento all’immobilizzazione del ferito, è compito specifico dei sanitari della CoMed, tutti medici o infermieri speleologi, medicalizzare ed assistere l’infortunato in tutte le fasi del recupero. Al fine di coordinare e supportare l’attività delle squadre di intervento verranno allestiti, presso il Rifugio Caserma Forestale poco distante, e nelle sue vicinanze, una sala D.O.S. (Direzione Operazioni Soccorso), che coordinerà le operazioni, un magazzino per i materiali, una tenda medicalizzata, un dormitorio ed una cucina.

Le comunicazioni dalla sala operativa all’imbocco della grotta saranno garantite via radio, mentre all’interno della grotta e tra l’interno e l’esterno avverranno via cavo telefonico.  L’evento del prossimo fine settimana rientra nell’ambito del ciclo di esercitazioni di soccorso in ambienti impervi, durante i quali il CNSAS è incaricato di intervenire in caso di incidente, essendo il soggetto istituzionale preposto alle attività di ricerca e soccorso sanitario in ambiente ostile.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.