Conferenza dei Sindacati al Ruggi: “Lavoratori non sono tutti fannulloni”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Sindacati_Margaret_CittadinoConferenza stampa in mattinata presso l’aula sindacale del “Ruggi” di Salerno dei delegati RSU AOU dell’Ospedale. Motivo dell’incontro la volontà di rendere note all’intera collettività i motivi e gli obiettivi dello stato di agitazione che va a avanti da diversi giorni ma anche la tutela della dignità dei lavoratori del Ruggi vittime – a dire dai sindacati – di un tentativo di criminalizzazione dopo le recenti indagini e provvedimenti sull’assenteismo.

“Con questo clima si stanno mettendo a rischio le vere funzioni dell’Ospedale e di conseguenza la difesa della salute in tutta la città e la provincia – dicono i sindacati. L’operazione di controllo che c’è stata la reputiamo giusta per chi non ha ottemperato al proprio dovere, ma altrettanto reputiamo giusto difendere i lavoratori che ogni giorno sono nelle corsie a dare assistenza a tutti i cittadini”. “Restano le problematiche ataviche come la carenze numerica di personale che deve essere ottemperata per garantire massima assistenza ai pazienti. Anche alla stampa – dicono – chiediamo di porre fine ad una propaganda che mette in mostra i lavoratori dell’Azienda Ospedaliera come dei fannulloni. Dobbiamo tutelare la sanità salernitana garantendo il rispetto per i carichi di lavoro”.

In conferenza sono state spiegate anche le prossime iniziative che saranno messe in atto a sostegno della “Vertenza Sanità Salerno” che assume sempre più caratteristiche regionali a difesa del diritto alla salute per i cittadini della Provincia di Salerno e del diritto a contratto e lavoro per i lavoratori ed i precari del Servizio Sanitario Regionale nonchè per tutti gli inoccupati del blocco del turnover. La RSU dell’Ospedale su richiesta delle Organizzazioni Sindacali manifestano contro la volontà Regionale ed Aziendale di mantenere in piedi il famoso Decreto Regionale n.106: orario di lavoro, buoni pasto, dotazione organica e fondi contrattuali.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Vorrei far presente al signore che ha parlato dei dipendenti della dogana,che sarebbe scomodo andare a fare colazione a via S. Mobilio,perche forse non sa che la dogana si trova in via ligea. Inoltre è un sistema informatico che fa capo al ministero a decidere quali merci devono essere sottoposte a verifica.
    Caro Alan Ford,la prossima volta ,prima di scrivere accertati che il cervello sia in funzione,oppure ti consiglio di cambiare pusher

  2. Gli Ignavi,anch’Essi furono messi da Dante in un cerchio dell’Inferno.Il menefreghismo di questi che dicono di essere ligi al dovere e che certamente se ne sono fregati di quel che succedeva nella loro azienda,forse andrebbero puniti ancor più severamente.

  3. E basta, mai mandato malattie sempre professionale con l utente, sempre disponibile con tutti …..ma nessuno dico nessuno parla di noi anzi esternamente ti guardano come un delinquente e guadagno 100 euro in più di quello che lava il pavimento. E BASTA.
    I DOVERI SONO ISTITUZIONALI? ADESSO VOGLIO I MIEI DIRITTI DA INFERMIERE EUROPEO perché la responsabilità nn è pari al rischio.

  4. “Con questo clima si stanno mettendo a rischio le vere funzioni dell’Ospedale e di conseguenza la difesa della salute in tutta la città e la provincia”
    Smettetela di dare la colpa sempre agli altri.
    FATE IL VOSTRO DOVERE E RENDETEVI CONTO CHE AVETE A CHE FARE CON PERSONE CHE HANNO BISOGNO !!!!!
    Le pesone oneste non temono nulla !

  5. >Lavoratori non sono tutti fannulloni
    Infatti stiamo parlando di quel 1/3 circa che non lavora non di tutti.
    Forse i problemi di carenza di personale di cui parla sono dovuti a ció?

  6. si parla di carenza di personale??? invece di bacchettare il sindacalista che domenica ha fatto ridere l’italia intera!!! voleva chiedere i danni addirittura! non ci sono scusanti, chi ha un posto e non se lo sa’ gestire, o peggio rubare alla collettivita’, in tronco a casa, senza pieta’

  7. TRUFFA AI DANNI DELLO STATO . Mandare a casa chi l’ha fatto ed assumere forze nuove. Solo cosi’ si puo’ dare un input per il futuro. Concludo dicendo che uno dei veri mali che intacca tutti i settori economici e porfessionali e civili e’ il fatto che in’ Italia manca la pena certa.

  8. Caro dipendente della dogana, non fumo e non bevo e scrivo con cognizioni di causa e so bene come funziona la visita alle merci (che vi interessano) Se vi va la colazione l’andate a fare anche a Mercatello, tanto siete intoccabili, per non parlare delle Sigg.re che vanno a fare la spesa, spesa che in passato, dipendenti degli spedizionieri doganali, hanno dovuto consegnare anche alle loro case. Ma non ti preoccupare, prima o poi beccheranno anche voi. La verità fà sempre male

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.