Ennesima papera ed ennesima sconfitta: Entella-Salernitana 1-0. Ora è crisi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Brescia - Salernitana - Serie B ConTe.itTermina con la terza sconfitta consecutiva la trasferta della Salernitana a Chiavari contro l’Entella. L’ennesima papera del portiere di turno, questa volta è toccato a Strakosha, regala la vittoria ai liguri che meritatamente portano a casa tre punti importantissimi. Il gol, realizzato da Costa Ferreira al 10’ della prima frazione di gioco, nasce da una presa aerea sciagurata del portiere albanese che perdendo la sfera favorisce il tap-in facile del giocatore biancoceleste. Salernitana che si innervosisce dopo una buona partenza e a farne le spese è Pestrin che alla mezz’ora per qualche parola di troppo viene spedito sotto la doccia da Baracani di Firenze. Granata in dieci che non riescono nell’impresa di Pescara con Coda e Donnarumma pressochè impalpabili. Nella ripresa la girandola di cambi non consente a Torrente di cambiare il destino di una partita segnata e forse a questo punto anche il destino del tecnico di Cetara sembra segnato.

I granata erano obbligati a fare risultato dopo due sconfitte consecutive e contro una diretta concorrente per la salvezza. Torrente alla vigilia ad un bivio. In caso di terzo ko la sua panchina potrebbe traballare ulteriormente ed ecco perchè in settimana ha cementato il gruppo per trovare compattezza. Non ci sarà Gabionetta, squalificato e mezza difesa è out con Lanzaro, Tuia e Colombo infortunati e Terracciano non al meglio. Il portiere ex Catania ufficialmente è a mezzo servizio: al suo posto torna a giocare il nazionale under 21 albanese Strakosha. Molti pensano che per Terracciano oltre l’infortunio ci sia una mezza bocciatura e quindi il ritorno sui propri passi di Torrente con il portierino scuola Lazio di nuovo nella mischia. Granata con il 4-3-1-2 con Sciaudone trequartista e Coda e Donnarumma in attacco. A centrocampo Pestrin, Moro e Bovo mentre in difesa davanti all’albanese Schiavi e Trevisan saranno i centrali mentre il brasiliano Empereur agirà a destra mentre il suo dirimpettaio sarà ancora una volta Andrea Rossi preferito a Franco.

Quattro punti nelle ultime due partite per l’Entella quando gioca sul campo comunale di Chiavari. Nonostante tutto anche Aglietti, tecnico dei liguri è in bilico. L’ex bomber della Reggina si affida all’ex Caputo e Masucci per sfondare la retroguardia granata. A centrocampo un vecchio pallino di Fabiani ovvero Troiano che insieme a Troianiello militò nel Sassuolo dei miracoli. In mediana fungerà da trequartista Costa Ferreira con Fazzi e Staiti alle spalle mentre difesa a quattro con Keita a sinistra Belli a destra con Ceccarelli e Pellizzer centrali dinanzi al portiere Iacobucci. In panchina gli illustri Sforzini e Caputo.

LA PARTITA. Alle 15 Baracani di Firenze, dopo un minuto di raccoglimento, dà l’avvio alle ostilità sotto un sole primaverile che illumina il Comunale di Chiavari. Salernitana che sembra partire bene e con il piglio giusto con un pressing importante. Al 2’ i granata reclamano per un fallo di mano di Keita in area ma per l’arbitro non ci sono irregolarità. Al 6’ minuto dopo un calcio d’angolo, conclusione di Moro di prima intenzione che termina fuori. Al 10’ un cross innocuo dalla destra d’attacco ligure sembra facile preda di Strakosha in uscita alta ma il portiere albanese perde incredibilmente palla e ne approfitta Costa Ferreira che si ritrova sui piedi un regalo da spingere solo in rete. Entella in vantaggio e granata che pagano ancora una volta uno svarione del portiere di turno. Donnarumma tenta subito con rabbia il tiro della riscossa ma la sua conclusione non va a buon fine. La Salernitana si innervosisce e Schiavi termina sul taccuino dell’arbitro.

Al quarto d’ora Entella due volte vicina al raddoppio: prima sugli sviluppi di un corner Masucci colpisce bene di testa ma stavolta Strakosha è reattivo e salva la sua porta. Un minuto dopo Troiano dopo un liscio di Moro pennella una parabola arcuata con la sfera che termina di poco lontano dall’incrocio. Al 20’ ancora proteste in casa granata per un altro fallo di mano di Fazzi. Gli uomini di Torrente pungono di più sull’out sinistro con Rossi e Bovo che si sovrappongono bene. Alla mezz’ora anche Pestrin per fermare Costa Ferreira si becca il giallo, il capitano protesta e Baracani lo manda sotto la doccia. Granata in dieci e partita che si complica ulteriormente. La panchina granata dopo un minuto protesta per un fallo di mano di Staiti non ravvisato dall’arbitro e ne fanno le spese il preparatore atletico Scarpellino e il team manager Avallone che raggiungono Pestrin anzitempo negli spogliatoi.

Al 40’ ci prova Bovo dalla lunga distanza ma la sua conclusione si perde alle stelle. Ma i granata oltre a grande generosità non trovano la strada della porta difesa da Iacobucci. Nel finale di tempo giallo anche per Sciaudone ed Empereur autori di due falli in sequenza. Dopo due minuti di recupero e un tiraccio di Troiano termina la prima frazione con l’Entella cinicamente in vantaggio contro una Salernitana volenterosa ma inconcludente.

SECONDO TEMPO. Squadre in campo nella ripresa con i locali che sostituiscono Fazzi ammonito con Palermo che rientra dopo un infortunio. Entella che parte a mille con Costa Ferreira che crossa per Caputo che per poco non impatta la sfera. Al 4’ è Donnarumma a cercare gloria in area ligure ma la sua conclusione non sortisce gli effetti sperati. Dopo un minuto ancora ripartenza di Costa Ferreira che cerca di innescare Caputo ma stavolta il recupero di Moro è provvidenziale a salvare il 2-0. I granata iniziano a scoprirsi rischiando il contropiede ligure per produrre solo mischie in area locale. Al 10’ esce Coda, ancora impalpabile, ed entra il serbo Milinkovic nella Salernitana. Al 20’ da un traversone biancoceleste Trevisan anziché liberare serve la sfera a Ceccarelli libero dalla marcatura di Empereur, ma il tiro del mancino fa la barba al palo. Aglietti inserisce Nello Cutolo al posto di Masucci. Non cambia niente tatticamente nei liguri. Nei granata Bovo si infortuna e Torrente inserisce Troianiello passando al 4-2-2-1.

Proprio Troianiello serve un pallone d’oro a Sciaudone in area, il cross dell’ex Catania è invitante ma Donnarumma è in ritardo. Sul capovolgimento di fronte Cutolo mette i brividi con un sinistro che Strakosha respinge fuori. La Salernitana sembra non crederci più, anzi è l’Entella che fa la partita con Cutolo e Caputo che orchestrano bene ma senza fortuna. I granata tentano un timido forcing ma Milinkovic e Troianiello non hanno la zampata che occorre in questi casi. Ancora Caputo cerca il raddoppio ma il portiere granata salva bene sul bomber ex Bari. Proprio Caputo esce a dieci minuti dal termine lasciando il posto a Petkovic che affianca Cutolo. Torrente gioca la carta Perrulli al posto di Empererur ma ormai è troppo tardi con Milinkovic che in pieno recupero sciupa un buon pallone che poteva regalare un insperato pareggio. Vittoria per l’Entella che torna a respirare e Aglietti rinsalda la sua panchina. Buio pesto in casa granata con Torrente ormai sulla graticola.

TABELLINO VIRTUS ENTELLA-SALERNITANA 1-0 

 VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Iacobucci; Belli, Ceccarelli, Pellizzer, Keita; Fazzi (1′ st Palermo), Staiti, Troiano; Costa Ferreira; Caputo (37′ st Petkovic), Masucci (19′ st Cutolo). A disp: Paroni, Sini, Zanon, Gerli, Volpe, Sforzini. All: Aglietti.

 SALERNITANA (4-3-1-2): Strakosha; Empereur (31′ st Perrulli), Schiavi, Trevisan, Rossi; Moro, Pestrin, Bovo (22′ st Troianiello); Sciaudone; Donnarumma, Coda (10′ st Milinkovic). A disp: Terracciano, Pollace, Trozzo, Franco, Odjer, Nappo. All: Torrente.

ARBITRO: Sig. Leonardo Baracani di Firenze (Zappatore/D’Apice; IV uomo: Bichisacchi)

NOTE. Marcatori: 9′ pt Costa Ferreira (E),  Ammoniti: Schiavi (S), Pestrin (S), Empereur (S), Sciaudone (S), Moro (S) Fazzi (E), Belli (E), Iacobucci (E), Pellizzer (E) Espulsi: al 30′ pt  Pestrin (S) per proteste  Recupero: 2 pt- 5 st Angoli: 6-5

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. per me torrente non ha colpe, le colpe sono della società che ha ceduto un grande portiere come gori senza prenderne uno all’altezza e un attaccante come calil che conosceva già l’ambiente per prenderne tre che tutti insieme non fanno calil

  2. Avevamo una SQUADRA ecceIonale e il signor Angelo Maria Fabiani l’ha smantellata di proposito. Via SUBITO Fabiani!

  3. qualcuno credeva che i salernitani avessero l’anello al naso e aveva tuonato: LA SOCIETA’ HA FATTO LA SUA PARTE, ORA TOCCA AI TIFOSI. VOGLIO 10000 ABBONATI

    ci siamo liberati di giocatori come Gori,Calil,Liverani,Negro, Russotto, Favasuli, illudendoci di sostituirli con prezzolati bidoni.

    Calcivendoli come Sciaudone,Coda,Donnarumma,Rossi,Strakosha, Terracciano,Pollace,Empereur,Milinkovich,Eusepi ecc. sono autentici BIDONI.

    a Salerno, caro Sig.Lotito, l’anello al naso lo abbiamo tolto da anni. deve trovare altri territori per questi bluff.

    io sono un fortunato che non si é fatto prendere in giro.

  4. La partita di oggi ha confermato, se ancora ce ne fosse stato bisogno, che la Salernitana e’ una squadra allestita male, scarsa, che puo’ aspirare solo alla salvezza, ma per fare cio’ ha bisogno di calciatori normali, non fuoriclasse. Siamo senza portiere, urge correre subito ai ripari, e abbiamo bisogno di un rinforzo valido a centrocampo. Oltretutto e’ ora di finirla con le esplulsioni.
    Torniamo da Chiavari, senza punti, contro una squadra piu’ scarsa di noi, ma con calciatori normali e che non perdono la testa.
    Piu’ che cacciare Torrente, che mi sembra non abbia colpe evidenti, e’ da mandar via a calci Fabiani per tutto cio’ che ha combinato quest’estate.

  5. E’ una vita che seguo tutte le trasmissioni sportive di Salerno, non si era mai visto un tale accanimento politico di un conduttore/ospite come Fulvio Di Maio contro M5S, la facesse finita, si vendesse direttametne a Vincenzo De Luca ma non mischi più sport e politica, Antonio Esposito caccialo da LiraTV e mettetelo direttamente in un circo ormai è diventato pure ripetitivo e non fà più ridere.

  6. Il solito pestrin me lo ricordo dalla prima volta a Salerno. Non è cambiato. Un ottimo interdittore ma nonnsa impostare su 10 lanci di 10 palle fuori o regalate alla avversario, una valanga di fallì ammonizioni ed espulsioni, per non parlare del tiro da fuori un vero record 100 tiri dalla distanza 100 volte fuori. In lega pro può essere un fuoriclasse ma in serie b è più negativo che positivo!!!

  7. potremmo prendere fulvio di maio come portiere, credo che sia sprecato come commentatore a lira tv, lotito facci un pensierino.

  8. BENE… COME DICEVO LA SETTIMANA SCORSA, CONTINUATE COSI’ MI RACCOMANDOOOOOOOO……….. PISCIAIUOLIIIII

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.