In una mostra “Salerno…Storia di un cambiamento, la Lungoirno”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
mostra_lungoirno_salernoLa Lungoirno, un’opera strategicamente fondamentale per la città che verrà, nata dal progetto ideato dall’architetto catalano Oriol Bohigas e che ha unito la Valle dell’Irno alla città. Un’opera che il Laboratorio dei Pensieri Scomposti ha deciso di narrare in svariati modi, costruendo una lunga ed intrigante scenografia basata sul sensoriale, filmati che racconteranno la storia del territorio, fotografie, interviste ai cittadini, insomma un progetto di comunicazione a più sensi con l’obiettivo di far conoscere a tutti la storia di Salerno.

Martedì 20 ottobre, presso la Sala del Gonfalone del Palazzo di Città, il Sindaco facente funzioni di Salerno Vincenzo Napoli ha partecipato alla presentazione del progetto “Salerno…Storia di un cambiamento, la Lungoirno”. L’evento, in programma dal 23 ottobre al 23 dicembre presso l’Archivio dell’Architettura Contemporanea, racconterà, attraverso vari linguaggi, la storia del cambiamento degli ultimi trenta anni, cambiamento urbanistico e culturale di tutto l’asse viario che da sempre segue lo scorrere del fiume Irno. L’evento sarà basato principalmente su linee visive e su linee sensoriali, con una ampia evidenziazione, in chiave scenografico/simbolica, del prima e del dopo. A questo tipo di racconto si alterneranno proiezioni che, in modo continuo, mostreranno, anche qui l’evoluzione degli spazi.

Ci saranno interviste, filmati, foto, descrizioni, una scenografia di oltre venti metri che, attraverso simboli e segni identificativi, descriverà il prima, il durante e il dopo. Racconti “stile menestrello”, interviste e tavole rotonde avranno un loro spazio e serviranno a completare il quadro generale. Sono stati recuperati gli “odori” di una volta e ripresi quelli di oggi, in modo da poter descrivere i luoghi anche attraverso i profumi che i luoghi stessi esprimevano. In questo percorso sono state coinvolte le scuole, presenti con le loro strutture lungo l’asse dell’Irno. Ogni scuola coinvolta parteciperà in modo differente raccontando, ognuna di loro, la storia di una parte dell’Irno e di quello che accadeva, una volta, lungo il cammino del fiume.

L’Istituto Comprensivo di Pellezzano racconterà la storia delle Filande e dei Wenner, quello di Ogliara, gli Etruschi e l’argilla, la scuola media Tasso, le acque minerali mentre le elementari Medaglie d’Oro, la storia della Fabbrica Salid. Il liceo Tasso riprenderà in chiave diversa il racconto dei tessuti e dei lanifici, il Liceo Regina Margherita guarderà altri importanti aspetti dell’azienda di mattoni e laterizi Salid D’Agostino mentre l’Istituto Vicinanza si occuperà della parte finale del fiume Irno, lo storico Cementificio.
Foto tratta dal sito del Comune di Salerno


PERCHE’ L’IRNO. Perché lungo lo scorrere del fiume Irno sono nate, nei decenni, realtà industriali ed artigianali che hanno determinato il vivere, gli insediamenti e la formazione del territorio. La toponomastica ancora oggi è legata a questi nomi e, i diversi insediamenti industriali, sono la prova evidente dell’importanza di queste realtà. Esistono anche importanti recuperi legati agli opifici e ai loro manufatti e questo avvalora, ancora di più, l’importanza di non tener fuori ciò che, gli 11 chilometri del cammino del fiume Irno, hanno contribuito a creare dal Montestella fino alla sua foce, posta nei pressi dell’Albergo Salerno (zona ex cementificio). 

APERTURA
Giovedì, Sabato, Domenica e Festivi dalle 17,30 alle 21.00 

E’ prevista l’apertura di mattina per ospitare le scuole.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.