Stadio Arechi: l’handicap parcheggi per i disabili, la denuncia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
salernitana_Avellino_2015_14Vigile intransigente nega la sosta nell’area disabili a persona con handicap. E’ accaduto sabato scorso prima della partita di Serie B tra Salernitana e Trapani. Ad una persona disabile, in compagnia del cugino, è stato vietato di parcheggiare l’auto nell’area riservata ai disabili di fronte l’ingresso dello Stadio Arechi. La persona ha mostrato ad un agente della Polizia Municipale, il regolare cartellino dei diversamente abili ma non c’è stato verso per poter sostare in quell’area. Un problema che si ripeterebbe da 7 anni a questa parte. Per questo motivo hanno chiesto alla redazione di Salernonotizie di sollevare il caso affinché chi preposto possa prendere gli opportuni provvedimenti evitando di avere un atteggiamento intollerante ed ingiustificato nei confronti di chi deve fare i conti con problemi ben più gravi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Queste persone, cosi li dobbiamo chiamare, sono deboli con i forti e forti con i deboli.
    Non vi e’ altro da aggiungere.
    Antony

  2. ALLO STADIO AD OGNI PARTITA ARRIVANO CENTINAIA DI DISABILI DA TUTTA LA PROVINCIA, NON CREDO CHE SIA POSSIBILE FARLI PARCHEGGIARE TUTTI NELL’ AREA D’INGRESSO DELLO STADIO, IN DIVIETO DI SOSTA, DOVE RITENGONO PER DIRITTO DI SOSTARE.

  3. Ma voglio sapere se è possibile che allo stadio vendono 1 bicchiere d’acqua un 1e50 centesimi senza scontrino fiscale ma vogliamo prendere provvedendo o devo venire con la Guardia di Finanza sabato allo stadio grazie

  4. Premesso che sono un DISABILE con tanto di AUTORIZZAZIONE con apposita FOTO & rilasciata proprio da un Ufficio dei Vigili Urbani di SALERNO, appunto questa mattina(20.10.2015) in Via Trento una vigilessa ha tentato con modi “scarsamente gentili” di non farmi sostare al lato della ridetta via, sia pure per pochi minuti necessari per andare in Farmacia, ovviamente ho eccepito che : Per i veicoli che espongono l’apposito contrassegno per disabili è sempre vietata la rimozione ed il blocco del veicolo (con chiave a ganascia) ai sensi degli artt. 354 e 355 del Regolamento di esecuzione del CdS, salvo l’applicazione della relativa sanzione amministrativa
    pecuniaria.
    3. L’esenzione dal pagamento nelle aree a parcometro (delimitate dalle cosiddette strisce blu) può essere stabilita dal Comune che gestisce queste aree in concessione e quindi può prevedere la gratuità della sosta qualora risultino già occupati o indisponibili gli stalli a loro riservati (art. 1 del D.P.R. 151/2012).
    Inoltre, non si è tenuti all’obbligo del rispetto dei limiti di tempo nelle aree soggette a disco o posteggi a tempo (ai sensi dell’art. 188, c. 3, CdS).
    4. Quando ricorrono particolari condizioni di disabilità, il sindaco può assegnare a titolo gratuito un parcheggio riservato personalizzato (ad personam), individuato da un’apposita segnaletica che riporta gli estremi del contrassegno invalidi del disabile. Questa agevolazione
    può essere concessa solo nelle zone ad alta densità di traffico, a richiesta del disabile (detentore del contrassegno invalidi del disabile) che di norma deve disporre di un veicolo e della patente di guida.
    Altre informazioni utili
    • Il contrassegno deve essere esposto, in originale, nella parte anteriore del veicolo in modo che sia chiaramente visibile per i controlli. Solo l’esposizione sul parabrezza anteriore del contrassegno invalidi autorizza la concessione delle particolari agevolazioni riconosciute dalla legge per la circolazione e la sosta. Per questo motivo il veicolo sprovvisto del contrassegno non è mai autorizzato a usufruire delle deroghe previste e sarà sanzionato di conseguenza. Inoltre non è possibile presentare successivamente il contrassegno, con la dichiarazione del titolare, per ottenere un annullamento del verbale.
    • Se il contrassegno viene usato da persona diversa dal titolare e lo stesso non è a bordo, chi lo utilizza dovrà pagare la multa da un minimo di Euro 78.00 per uso improprio del contrassegno (art.188, c.4, CdS).
    • Chi usufruisce delle strutture riservate alla circolazione e alla sosta per le persone disabili, senza avere l’autorizzazione prescritta, o ne fa un uso improprio, è soggetto alle sanzioni previste dalla legge.
    • L’uso improprio del contrassegno, oltre alle sanzioni previste, ne comporta il ritiro immediato da parte degli agenti preposti al controllo ed è seguito, in caso di abuso nell’utilizzo dello stesso, dalla revoca del titolo autorizzativo. Il ritiro e l’eventuale successiva revoca sono previsti anche quando il contrassegno è esposto con validità scaduta.
    • Si considera uso improprio utilizzare il contrassegno per dare un servizio all’invalido ma non in funzione della sua mobilità (per esempio, compiere acquisti per conto dell’invalido senza che lo stesso sia a bordo).PER OPPORTUNA CONOSCENZA – NON CENSURARE!.

  5. Era un Vigile Urbano oppure uno zoticone arrogante?
    Sono davvero bravi a fare i forti con persone diversamente abili. Perche’ non fanno lo stesso con i parcheggiatori abusivi? Forse perche’ sanno che prenderebbero solo schiaffi da questi delinquenti?
    A voi le conclusioni!

  6. Bytoni per quello che hai scritto non meriti riposta!!! Mi fai pena, accediil ccervello prima di scrivere!!!!!

  7. Bytoni per quello che hai scritto non meriti riposta!!! Mi fai pena, accediil ccervello prima di scrivere!!!!!

  8. Sono TITOLARE di PERMESSO EUROPEO DISABILE CON TANTO DI FOTO, oggi 20.10.2015 una vigilessa in Via Trento non voleva farmi parcheggiare per andare in Farmacia. INTENDO PRECISARE CHE :
    per evitare di ricevere un’impropria sanzione, per cui si dovrebbe successivamente fare ricorso al Prefetto o Giudice di Pace del comune in questione, è sempre opportuno informarsi
    preventivamente presso i competenti uffici del comune di destinazione.
    • di parcheggiare (sosta)o negli appositi spazi riservati nei parcheggi pubblici, ad eccezione degli stalli di parcheggio personalizzati (cioè riservati al veicolo al servizio di un singolo titolare di
    contrassegno invalidi); o nelle aree di parcheggio a tempo determinato, senza limitazioni di orario e senza esposizione del disco orario, ove previsto (art. 188, c. 3, CdS); o nei parcheggi a pagamento (delimitati dalle cosiddette strisce blu),gratuitamente, quando gli spazi riservati risultino già occupati, se espressamente
    stabilito dal Comune; o nelle zone a traffico limitato (Ztl) o nelle zone a sosta limitata (Zsl), senza limiti di orario, quando è autorizzato l’accesso anche a una sola categoria di veicoli adibiti a
    servizi di trasporto e pubblica utilità (art. 11 D.P.R. 503/1996);
    o nelle zone a traffico controllato (Ztc) (art. 11 D.P.R. 503/1996);
    o nelle aree pedonali urbane (Apu), quando è autorizzato l’accesso anche a una sola categoria di veicoli adibiti a servizi di trasporto e pubblica utilità (art. 11 D.P.R.503/1996);
    o in caso di blocco, sospensione o limitazione della circolazione per motivi di sicurezza pubblica, di pubblico interesse e per esigenze di carattere militare oppure quando siano previsti obblighi e divieti, temporanei o permanenti, anti-inquinamento, come le domeniche ecologiche o la circolazione per targhe alterne (artt. 188 CdS e 381
    Regolamento di esecuzione del CdS, art. 11 D.P.R. 503/1996);
    o nelle zone di divieto o limitazione di sosta, purché il parcheggio non
    costituisca intralcio alla circolazione.
    Il contrassegno invalidi non autorizza alla sosta nei luoghi dove le principali norme di comportamento lo vietano, vale a dire dove reca intralcio o pericolo per la circolazione. Non è quindi consentita nei seguenti casi:

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.