Canone Rai, si cambia ancora: si pagherà per intero nella prima bolletta Enel

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
RAI_CanoneIn questi ultimi giorni è uno dei temi maggiormente discussi in politica e tra i cittadini. E’ la chiacchierata rata del canone Rai. Nel 2016 la tassa verrà addebitata nella prima fattura relativa alla fornitura di energia elettrica successiva alla data di scadenza del pagamento.Lo si legge nell’ultima bozza della legge di Stabilità, che va a modificare la precedente ipotesi di pagamento in sei rate da 16,66 euro. Il testo aggiornato della manovra prevede anche che l’eventuale surplus derivante dalle entrate del canone Rai verrà versato nel fondo per il calo delle imposte. Il sottosegretario alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli ha precisato che dovranno pagare il canone solo le famiglie che hanno in casa almeno un televisore o una radio. Esclusi invece gli italiani che possiedono solo pc, tablet e smartphone. All’interno della bolletta elettrica, l’importo del nuovo canone Rai verrà indicato con una voce distinta e separata.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. TUTTO E SUBITO!!!!(alla faccia dell’aiuto alle famiglie in difficolta’) E per chi prima pagava REGOLARMENTE in forma rateale?????
    Non c’e’ niente da fare……. un altro papocchio GOVERNATIVO bisogna sempre prenderlo in……

  2. PREOCCUPIAMOCI… fra un po’ in ITALIA nessuno avrà più un televisore….. e lo STATO logicamente tasserà tablet, pc, e smartfon RISULTATO…. PAGHEREMO QUATTRO VOLTE TANTO….. avevamo QUESTI SCIENZIATI e non lo sapevamo!

  3. Ma andando ancora più alla radice del fatto,io mi chiedo, perché pagare il canone Rai dal momento che la TV di stato non è altro che un emittente commerciale che vive come Mediaset di pubblicità.
    Quindi adesso la pubblicità la pagheremo 2 volte col canone e con lo spreco di energia elettrica.

  4. legge assurda questa sul possesso di un televisore e addirittura di una radio, al giorno d’oggi. Come lo si dimostra??

    l’unico modo per rendere tutto più “logico” è quello di fare un pubblico registro dei televisori e delle radio, come per le auto! In questo modo, quando compro un tv si sa che “Enzo ha un tv, numero di matricola xx, in via yy”… ma.. ci rendiamo conto??!? è un bene di lusso??

    non dimentichiamoci che la televisione è anche informazione, e il diritto all’informazione è costituzionalmente garantito, per cui non può essere soggetto a troppe restrizioni.. (ci sono sentenze in tal senso).

    Ad ogni modo, adesso mi arriverà il canone per la luce del cimitero? e per quella di un garage? anche per quella delle sole scale di un’altra casa? Secondo loro dovrei scorporare arbitrariamente e manualmente il canone e l’iva dalla bolletta, e inviare una dichiarazione dicendo che non ho tv in quei luoghi? e vi pare una cosa normale ?!?

    E tutto questo per dare i soldi solamente ad UNA emittente, la quale mi mette pubblicità dappertutto, così come tutte le altre.

    Io penso una cosa, visto che è un servizio pubblico come tale potrebbe essere considerato, quindi indipendentemente dal possesso di un tv. Dopotutto anche per le strade e qualunque altro servizio pubblico (sempre meno, con le privatizzazioni ipocrite e ideologicamente false fatte dalla sinistra!) paghiamo senza per forza usarle.

    In fin dei conti questa è solamente un’altra tassa di questo terzo governo imposto dall’estero e non eletto da nessuno.

  5. Renzi non capisci niente. Ci sono tante persone che fanno fatica a pagare la bolletta Enel ogni bimestre e addirittura in ritardo . Ora complichi la vita a queste persone che si vedranno staccare la corrente……….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.