Pesca illegale di tonno rosso, multe e denunce in Costiera Amalfitana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
sequestro-tonno rossoLa Capitaneria di Porto di Salerno, diretta dal C.V. Gaetano ANGORA, continua l’assidua attività di contrasto alla pesca illegale del novellame di tonno rosso, particolarmente diffusa in questo periodo dell’anno, soprattutto nelle acque antistanti la costiera amalfitana.

Il personale degli Uffici Locali Marittimi dipendenti, anche nella giornata odierna, durante controlli operati nel Comune di Maiori, ha eseguito un ulteriore importante sequestro di circa 50 esemplari di tonno del peso complessivo di oltre 100 Kg.

Tale attività si inserisce nella più ampia operazione di contrasto alla pesca illegale che da tempo la Capitaneria di Porto ha in essere, e che ha consentito di arginare in modo significativo tale attività illecita tant’è che, sino ad oggi, la Guardia Costiera ha eseguito il sequestro di circa 500 Kg. di tonno rosso, procedendo ad inoltrare 11 comunicazioni di notizia di reato alla Autorità Giudiziaria.

Le persone deferite alla Procura della Repubblica rischiano di essere condannate con pene sino a due anni di arresto o 12.000 euro di ammenda.

Nonostante la vigenza di numerose norme che puniscono chiunque detiene esemplari di tonno rosso sottomisura, ivi compreso lo stesso acquirente (che rischia una denuncia penale se trovato in possesso del prodotto appena acquistato), in questo periodo dell’anno tale tipologia di pesca è particolarmente sostenuta, specie – come detto – nella costiera amalfitana, anche considerato che l’area in questione rientra nelle rotte migratorie dei banchi di pesce.

Le ispezioni della Capitaneria di Porto, inoltre, sono stati estesi anche alle pescherie ed ai ristoranti, al fine di verificare che non vengano commercializzati illegalmente i tonni sottomisura.

I controlli della Capitaneria di Porto continueranno senza sosta, e saranno impiegati sia i mezzi navali che quelli terrestri della Guardia Costiera, al fine di tutelare una risorsa fondamentale per la ripopolazione di una specie ittica che, negli anni scorsi, è stata oggetto di pesca indiscriminata che ha compromesso lo stock ittico.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.