Ravello: verso #villarufolo 2.0, presentazione restauro delle facciate del complesso monumentale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Torre_Maggiore_Villa_RufoloSi completa un altro passaggio del virtuoso percorso di rivitalizzazione di Villa Rufolo. Sabato 31 ottobre verranno svelati gli effetti del restauro delle facciate del complesso monumentale sulle quali sono venuti alla luce interessanti elementi architettonici risalenti ad epoca medievale. La nuova tappa del “risorgimento” del monumento simbolo della “Città della Musica”, sarà suggellata con una presentazione del significativo intervento a cui parteciperanno il Presidente della Fondazione Ravello, Domenico De Masi; il Sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier; il funzionario del Ministero dei Beni Culturali, Gennaro Miccio; il Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Salerno e Avellino, Francesca Casule; il Commissario straordinario dell’EPT di Salerno, Angela Pace. A presentare il progetto di riqualificazione del monumento sarà, invece, il Direttore di Villa Rufolo, Secondo Amalfitano.

A termine dell’incontro (in programma alle ore 16 nell’Auditorium della Villa) si procederà alla visita e alla scoperta dei restauri e degli interventi realizzati in associazione temporanea di impresa da Salvatore Ronga srlDielle lmpianti srl eImpresa edile Ferrigno Michele sas. I “Lavori di valorizzazione e restauro del complesso monumentale di Villa Rufolo”, effettuati nel pieno rispetto della tabella di marcia, sono stati finanziati dalla Regione Campania con € 3.372.672,91 (rientranti nel FESR 2007/2013 nell’ambito dell’Obiettivo Operativo 1.9 Beni e siti culturali – Iniziative di Accelerazione della spesa) ed hanno interessato, oltre al restauro e alla riqualificazione delle facciate Sud e Ovest, il completamento degli impianti con la climatizzazione di tutti gli ambienti e la musealizzazione della Torre maggiore, già interessata dalle operazioni di recupero strutturale nell’ambito dei finanziamenti ARCUS.

Il complesso monumentale di Villa Rufolo, che è gestito dal 2006 da Fondazione Ravello, è stato oggetto di importanti interventi già dal 2010 quando oltre agli impianti di fertirrigazione, fu stretta un’importante intesa con Hp Italia che trasformò la Villa in un modello hi-tech grazie a un impianto di videosorveglianza e telecontrollo di ultima generazione. Nel corso del 2012 furono inoltre realizzati interventi sugli impianti e sui locali del teatro per circa 600.000 euro, mentre alla fine del 2013 vennero affidati i lavori di restauro e riqualificazione della torre maggiore e dell’auditorium per un importo complessivo di un milione di euro. Dopo la morte di Nevile Reid e il lento declino del monumento, nei suoi primi dieci anni di gestione Fondazione Ravello è stata capace, grazie alla sua progettualità, di riconsegnare alla pubblica fruizione un bene totalmente restaurato e all’avanguardia.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.