Giudice (Cisal Terziario) su danni maltempo nel salernitano: “Territori pagano immobilismo Amministrazioni»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
metropolitana_allagata_maltempo_4La provincia di Salerno, i suoi territori e i suoi cittadini fanno la conta dei danni a causa del maltempo. «Una situazione che si sarebbe potuta evitare se tutte le Amministrazioni comunali e tutti gli organi competenti avessero fatto e facessero il proprio dovere». E’ duro il commento del Segretario Regionale della Cisal Terziario, Giovanni Giudice, dopo le devastanti conseguenze che le piogge di ieri hanno avuto in numerosi Comuni salernitani. Ripercussioni che stanno interessando anche il tessuto economico della nostra provincia, con ingenti danni alle attività economico-produttive locali:

«Il maltempo ha messo in ginocchio anche tantissimi esercenti che si sono ritrovati con le proprie attività commerciali danneggiate dagli effetti del nubifragio ma sarebbe troppo comodo nonché semplicistico e riduttivo limitarsi a fare valutazioni solo sulle condizioni climatiche – rincara la dose il sindacalista della Cisal – Alla base abbiamo un problema di approssimazione e scarsa attenzione da parte di chi, e mi riferisco alle varie Amministrazioni comunali, hanno l’obbligo di mettere in campo tutto quanto è in loro potere per prevenire il verificarsi di eventi di simile portata.

Se le strade diventano fiumi in piena, con le acque che invadono i negozi è perché alla base manca l’opportuna manutenzione e a risentirne è, di conseguenza, l’economia locale. Mi chiedo e chiedo a tutti: cosa potrebbe succedere se un evento meteorologico si verificasse in uno dei giorni di punta delle tanto “care” Luci d’Artista? Sarebbe pericolosissimo per tutti: per i salernitani ed i visitatori. Dunque, perché non investire qualche euro in meno nella manifestazione e al contempo spendere qualcosa in più per rendere la città e l’evento più sicuri. Sono i soliti paradossi alla salernitana».

Non fa, dunque, giri di parole il Segretario Cisal Giovanni Giudice che invita i Comuni a darsi da fare al fine di evitare che ad ogni evento climatico negativo si riproponga questa paradossale e gravissima situazione. «Per non parlare poi delle strade provinciali – prosegue ancora Giudice – con collegamenti interrotti da una parte e impraticabili dall’altra perché si allagano. La Provincia di Salerno ha ancora intenzione di far finta di nulla? Questa è un’altra circostanza che ha gravi ripercussioni sul tessuto economico produttivo di tutto il territorio, interessando in particolar modo il turismo che subisce bruschi stop proprio per le disastrose condizioni in cui versano le nostre strade».

 

Insomma, per Giudice non solo si può ma si deve obbligatoriamente fare di più: «L’immobilismo istituzionale che caratterizza Salerno sta dando i suoi frutti e a pagarne le conseguenze sono solo i territori e i cittadini».

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.