Con il Perugia si consuma la rivincita degli Under

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Salernitana_Perugia_5_OdjerMa è proprio bravo quel ragazzino, chi è? Possibile che finora non avesse mai giocato? Come ha fatto Torrente a tenerlo in panchina? Questa ed altre considerazioni, più o meno colorite, si sono sprecate nel corso della sfida tra Salernitana e Perugia, durante la quale s’è consumata la rivincita degli under. Fin qui considerati sostanzialmente oggetti misteriosi, i giovani calciatori chiamati a completare l’organico della prima squadra granata si sono rivelati fondamentali e anche ispirati.

Alla lunga, il migliore in campo nel match con gli umbri è risultato Moses Odjer, motorino instancabile in mediana, capace di fare da diga davanti alla difesa, ma anche bravo nel gestire il pallone. Sebbene non sia un adone, fisicamente il ghanese ha retto alla grande il confronto con i rivali. Bene nel centrocampo a tre, benissimo quando è stato piazzato davanti alla difesa al fianco di Pestrin, Odjer (che lo scorso anno ha raccolto 12 gettoni di presenza col Catania in B) si candida per una maglia anche per la trasferta di Bari e probabilmente la otterrà anche.

Nel primo tempo si è mosso molto bene pure Milinkovic: ha saltato l’uomo, ha cercato di rifornire Coda, ha dato una mano in difesa, poi ha finito l’ossigeno e di tanto in tanto s’è intestardito coi dribbling. In un momento in cui c’è bisogno di gente di gamba, Torrente ha scoperto di poter puntare anche su di lui. Cresce col passare delle giornate anche Empereur, unico centrale di ruolo superstite. Il brasiliano, giunto quasi per caso in granata, si ritrova ora protagonista imprescindibile e sta dando dimostrazione di grande personalità. L’unica volta in cui Ardemagni gli è scappato, però, la Salernitana l’ha pagata a caro prezzo.

Migliora anche il rendimento di Strakosha, il quale continua a sembrare però insicuro nelle uscite, fondamentale sul quale deve ancora lavorare col prof Genovese. A questo punto, smaltita la delusione per la prova negativa offerta a Crotone, anche Pollace attende la chance del riscatto. E chissà che un’opportunità non possano meritarla pure i ragazzi della Primavera, che stanno facendo grandi cose. Da oggetti misteriosi a opportunità da sfruttare, Torrente li ha sottovalutati o è stato bravo a dar loro il tempo di inserirsi? Fatto sta che la rivincita dei giovani s’è consumata.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.