4 novembre: Pantalone, mantenere Italia libera e democratica

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sbarco_migranti_profughi_immigrati_Porto_3_Prefetto_Questore_Carabinieri”I giovani di allora combattevano per ideali bellissimi quali la libertà, l’unità e la pace e sono questi i valori che vogliamo trasmettere ai giovani perchè dobbiamo ricordare e onorare il grande sacrificio costato per consegnarci questa Italia che dobbiamo mantenere libera e democratica”.

Lo ha detto il Prefetto di Napoli Gerarda Pantalone in occasione delle celebrazioni della Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate. In Prefettura, alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose, sono stati consegnati ventiquattro diplomi delle Onorificenze dell’Ordine al merito della Repubblica italiana a cittadini della provincia di Napoli che si sono distinti ”per impegno civile e sociale”. Ma non solo.

Durante la cerimonia, in occasione del 70esimo anniversario della guerra di Liberazione e della resistenza, sono state consegnate anche tre Medaglie della Liberazione, concesse dal ministro della Difesa a partigiani, a ex internati nei lager nazisti e ai combattenti dei reparti delle Forze armate. Le Medaglie di Liberazione sono state assegnate a Raffaele Arcella già ufficiale del 14esimo reggimento Cavalleggeri di Alessandria catturato dai tedeschi in Macedonia nel settembre del 1943 e internato in Germania; a Salvatore Breglio già militare della Divisione Acqui catturato nel corso della resistenza opposta dai reparti italiani a Cefalonia nel settembre del 1943; a Vincenzo Montefusco già militare della Divisione Acqui partecipe alla resistenza italiana a Cefalonia e sfuggito all’eccidio del settembre del ’43.

Durante la cerimonia, gli studenti dell’istituto comprensivo di Napoli ‘Cavour-Novaro’ hanno eseguito l’inno nazionale e l’inno europeo insieme alla Fanfara del decimo Reggimento carabinieri Campania, mentre gli studenti del liceo classico ‘Garibaldi’ e dell’istituto tecnico ‘Galiani’ di Napoli hanno dato vita ad alcuni passi tratti da ‘La guerra dei nostri nonni’ di Aldo Cazzullo. Infine, i giovani dell’istituto comprensivo ‘Francesco Baracca’, scuola intitolata all’eroico aviatore della prima Guerra mondiale, hanno ricevuto una bandiera tricolore dal Prefetto e dal Comandante del Presidio militare interforze.

”I giovani – ha aggiunto il Prefetto Pantalone – sono e devono essere protagonisti di ogni cosa, le auto celebrazioni senza la loro e senza un messaggio da destinargli non hanno senso perchè la memoria – ha concluso – deve continuare con i giovani che devono fare propri gli ideali, i ricordi e da questi trarne insegnamento”. Alle cerimonie, tra gli altri, ha partecipato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris che ha espresso ”vicinanza alle donne e agli uomini delle Forze armate che credono nei valori costituzionali, nella difesa della Patria e nella pace e che dimostrano la loro vicinanza al popolo in ogni occasione di difficoltà”. In mattinata, le autorità cittadine civili e militari avevano deposte corone presso il Mausoleo di Posillipo e partecipato in piazza Plebiscito alla cerimonia dell’Alzabandiera con i reparti schierati.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.