Sciopero nella grande distribuzione: alta l’adesione al Carrefour di Pontecagnano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
carrefour_protesta_2015_3.jpgUn’attesa lunga due anni, poi la rabbia di commessi, cassieri e  magazzinieri del Carrefour di Pontecagnano, che si sono ritrovati dinanzi all’entrata del Centro Commerciale a sventolare bandiere e intonare cori, ricercando la solidarietà dell’opinione pubblica in ordine ad una situazione non più sostenibile. Il contratto nazionale è scaduto nel 2013 e i turni lavorativi si fanno via via sempre più pesanti, per via delle continuate aperture domenicali, festive e notturne. Alta l’adesione alla protesta al Carrefour di Pontecagnano. 

sciopero_carrefour_2015.jpgIl mancato rinnovo dei contratti nazionali ha portato questa mattina i lavoratori dei supermercati, dipendenti e cassieri, a scioperare in tutta Italia per due sabati, il 7 novembre ed il 19 dicembre. La decisione è stata proclamata da Fisascat Cisl, Uiltucs Uil e Filcams Cgil, dagli addetti delle aziende aderenti a Federdistribuzione, oltre che dalle imprese della distribuzione cooperativa e di confesercenti. Sono circa 300 mila gli operai della grande e piccola distribuzione che incroceranno le braccia.

Alla manifestazione nessun capo reparto ha aderito.  Si apprende che 
nessun tipo di disagio o disservizio hanno subito i clienti durante la protesta.

VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Lucrano sulla disperazione di migliaia di lavoratrici e lavoratori disperati, ma non solo.
    Alla fine il sindacato, corrotto al 99%, si accorderà con la parte imprenditoriale in cambio di misera mazzetta o in cambio di qualche “posticino” per qualche conoscente; il lavoratori? Nella migliore delle ipotesi CIG, CIGS o Mobilità… nella migliore delle ipotesi.

    STRACCIATE LA TESSERA FINCHE’ SIETE IN TEMPO!

  2. gli infermieri a via nizza, i dipendenti cstp, i vigili al comune, gli operai dei supermarket…chi prende lo stipendio regolarmente fa sciopero! A pallettoni di merda dovrebbero prendervi, ingrati!

  3. Posto di lavoro non significa essere uno SCHIAVO! Io sputerei in faccia a quel 10% che cala sempre la testa anche se gli chiedono di fare 20 ore al giorno a 800€.
    Vorrei vedere voi lavorare tutti i santi giorni senza poter mai stare in famiglia o godersi un week end!
    Io non sono un lavoratore di questa categoria ma comprendo a pieno il loro disagio e lo appoggio.
    Infatti non vado mai di domenica a fare la spesa.

  4. Chiamare schiavo e sputare in faccia a quel 10% che prende 800€ al mese per 20 ore SETTIMANALI??????

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.